22 giu 2015

Anello Ferroviario | Lo spostamento dei sottoservizi di Via Sicilia e Viale Lazio


Dopo la chiusura di Via Sicilia e di un tratto di Viale Lazio, avvenuta il 7 Maggio, sono iniziati i lavori per la realizzazione della fermata Libertà.

I lavori saranno divisi in varie fasi, nella prima è prevista la risoluzione dei sottoservizi o meglio conosciuto come spostamento delle interferenze che gli stessi possono causare con lo scavo della fermata.
Successivamente si realizzeranno una serie di pali che formeranno la paratia su cui poggerà un solettone di cemento armato. Una volta realizzata questa soletta di grosse dimensione la viabilità in superficie verrà ripristinata e si scaverà solo all’interno della fermata. In Via Sicilia, rispetto a Viale Lazio, a causa della rampa di accesso al cantiere, la chiusura della strada durerà qualche mese in più

Esattamente:

  • Viale Lazio rimarrà chiuso per 13 Mesi Da Maggio 2015 a Maggio 2016
  • Viale Sicilia per 24 Mesi Da Maggio 2015 ad Aprile 2017
  • Viale Campania per 32 Mesi Da Maggio 2015 a Dicembre 2017

anello ferroviariochiusura viale laziofermata libertàfermata portoinaugurazione lavorimobilita palermopiazza castelnuovostazione politeamavia redipugliavia siciliaviale lazio

11 commenti per “Anello Ferroviario | Lo spostamento dei sottoservizi di Via Sicilia e Viale Lazio
    • Emilio Greco 3
      22 giu 2015 alle 18:18

      La trincea è così larga e profonda perché, dopo aver spostato i sottoservizi, verranno realizzati le palificazioni ed il solettone di copertura. Il solettone avrà uno spessore tale da colmare il dislivello con il piano stradale

  • mediomen 1142
    22 giu 2015 alle 23:24

    per spostare un sottoservizio si crea un nuovo percorso abbandonando il vecchio, pertanto anche se fosse fognatura la larghezza non sarebbe una strada. Per realizzare le palificazioni non bisogna scavare tutta la strada, le palificazioni per il passante le abbiamo viste tutti. Il discorso vale principalmente per via Emerico Amari che non è interessata da stazioni e ci sarà solo un binario.

  • peppe2994 3094
    23 giu 2015 alle 9:20

    La trincea è larga perché i sottoservizi qui come in via Amari si trovano al centro della strada.
    Lo scopo dei lavori è proprio quello di concentrare tutto sui bordi in modo da lasciare libera la strada ed il sottosuolo al centro per far passare la galleria.

  • mediomen 1142
    23 giu 2015 alle 9:36

    anche per il tram c’erano sottoservizi al centro di strada, ma non per questo si è scavato tutta la strada, addirittura in via Leonardo da Vinci c’era un cavo ad alta tensione, in via Pecori Giraldi e Via puglisi, una canalizzazione Telecom con 24 tubi da 125 mm

  • peppe2994 3094
    23 giu 2015 alle 9:46

    Sì, ma per il tram non vi era alcuna necessità che la parte sottostante fosse priva di sottoservizi, in quanto il tram si sviluppa in superficie.
    E’ anche vero che ai sottoservizi si deve poter accedere, allora dove non li hanno potuti spostare, li hanno ricoperti con una galleria artificiale in cemento armato a misura d’uomo accessibile dai pozzetti a lato del tram.
    Questa tecnica è stata usata un po ovunque, con il caso clamoroso di via Pecori Giraldi-Puglisi. Lì sotto passa pure un condotto per la benzina oltre che i cavi di tutta la costa sud quindi è tutto un tunnel. E’ stato il punto più impegnativo della linea, forse più del ponte.

    Tornando all’anello, sotto la strada deve passarci il treno quindi deve essere sgombero dai sottoservizi. Non rimane altro che spostarli di lato per garantire la continuità. Non è che possono tagliare i fili per qualche anno solo per non spostarli.

  • Fulippo1 1356
    23 giu 2015 alle 10:09

    Ma tutti ingegneri siete diventati? E’ assurdo come alcuni pensino che i lavori vengano fatti per rompere le cosidette ai cittadini…..

  • mediomen 1142
    23 giu 2015 alle 17:29

    Non mi voglio dilungare ma a mio avviso nei lavori si deve tener condo sempre dei disaggi al cittadino a costo di incrementi economici, nell’anello, a mio avviso, non si è tenuto conto di questo parametro e ora cercano di limitare i danni.

  • peppe2994 3094
    23 giu 2015 alle 18:27

    No scusami se dici così proponi allora. Tu conosci un sistema per spostare i sottoservizi dal centro della strada senza chiuderla?
    Della serie si accettano miracoli…

  • mediomen 1142
    23 giu 2015 alle 22:10

    ripeto per spostare un sotto servizio ne devi fare un’altro! il vecchio lo abbandoni. E’ così semplice capirlo, non sposti i cavi/tubi ma ne passi altri nuovi da un’altra parte. Si è fatto sempre così. Addirittura per l’anello scaveranno anche dall’altra parte del Politeama per creare una nuova via.

  • belfagor 497
    25 giu 2015 alle 9:38

    Da LIVESICILIA abbiamo letto che, nonostante le rassicurazioni dell’amministrazione comunale e dell’assessore Raimondi, è stato abbattuto il grande ficus di Via Lazio.


Lascia un Commento