19 giu 2015

Unesco| La balaustra della Cattedrale imbrattata. A quando la pulizia?


Le mura arabo-normanne, fatte erigere dall’Arcivescovo Gualtiero Offamilio, contano mille anni di vita; la balaustra marmorea, che chiude il piano della Cattedrale, un quarto di millennio. In tutti questi secoli il Duomo palermitano ne ha viste di tutti i colori. Dominazioni a “tinchitè”: arabi – normanni – svevi – angioini – spagnoli – austriaci – borboni – savoiardi. E poi guerre; battaglie; invasioni; scorrerie corsare; moti e rivoluzioni. Eppure nessuno, mai – fino ad oggi -, aveva osato oltraggiare, materialmente, la sacralità del luogo, compiere gesti irriguardosi verso i credenti, perpetrare atti blasfemi, vilipendere arte, bellezza, cultura.

Oggi, la passeggiata mattutina per strade e vicoli della Palermo storica mi conduce proprio nel Piano della Cattedrale. Le membra, non più giovani, reclamano un momento di riposo; mi accosto al sedile in pietra realizzato sul fronte interno della splendida balaustra settecentesca e… il sangue si fa ghiaccio: i preziosi marmi presentano immonde, demenziali, incredibili scritte – a pennarello e vernice – che occupano buona parte dello spazio disponibile. Superato lo shock, contemplo l’obbrobrio, il misfatto, il crimine e provo ad immaginare l’autore di cotanto scempio: un alieno di sicuro!! mi dico, convintissimo che nessun esponente della razza umana possa arrivare a tanto.

Lo Bianco Salvatore

 


balaustra cattedrale palermocattedrale palermocorso vittorio emanuele palermounescounesco palermo

15 commenti per “Unesco| La balaustra della Cattedrale imbrattata. A quando la pulizia?
  • huge 2222
    19 giu 2015 alle 12:09

    Beh, qui è la Curia che dovrebbe intervenire. Dove sono? Le scritte in spray rosso forse sono recenti, ma ce ne saranno altre centinaia lì da chissà quanti anni.

    • Athon 879
      19 giu 2015 alle 15:32

      Infatti.

      Al di là delle scritte, che non possono che suscitare lo sdegno maggiore, è l’intera balaustra, comprendendo anche le statue, ad avere bisogno di una rinfrescata. È mai stata restaurata? Chissà…

      Ho appena letto che soltanto nel 2014 l’8 x 1000 ha fruttato alla Chiesa cattolica una cifra che supera un miliardo e duecento milioni di euro.

      Una buona parte dovrebbe essere spesa per “Culto e pastorale”, una voce che include una miriade di cose tra cui anche la costruzione di nuove chiese, la ristrutturazione di quelle esistenti e la tutela dei beni ecclesiastici.

      Fermo restando che non voglio ideologizzare la questione,
      mi pongo però degli interrogativi:

      La curia di Palermo ha mai preso l’iniziativa di finanziare il recupero di qualche bene immobile di sua proprietà?

      Metto in conto che magari talvolta è successo e sono io a non conoscere i fatti. Dunque mi piacerebbe sapere quali ristrutturazioni finora sono state fatte per iniziativa della curia.

      Di chiese da recuperare, all’interno e all’esterno, a Palermo non ne mancano.

      E non soltanto chiese. Sono tanti i beni immobile di proprietà della curia che necessiterebbero di un intervento.

      Per esempio, quanto tempo dobbiamo ancora aspettare prima che venga restaurato Palazzo Alliata di Villafranca a Piazza Bologni?

      Infine, qualcuno sa a che punto siamo con la ristrutturazione del portico della Cattedrale?

  • Mr.Head 242
    19 giu 2015 alle 12:20

    Ci vuole l’ arresto per chi danneggia i monumenti: come è avvento a Roma per la BARCACCIA!!!!

  • Eco_84 84
    19 giu 2015 alle 13:12

    Comq io ormai me la vivo pensando che Palermo è una dignitosa città del terzo mondo come possono essere,che ne so, Algeri,Tunisi,Dakar,El Cairo…D’altronde la Sicilia fa parte della placca africana…tanto non arriveremo mai alla civiltà e al decoro di una qualsiasi città europea. Insomma mettersi il cuore in pace e pensare che la Sicilia sia un mediocre stato africano.

    • Athon 879
      19 giu 2015 alle 15:41

      Complimenti per la vocazione a piangersi addosso.

      Tale posture non servono.

      Ad ogni modo, fatti un giro nel sito “Roma fa schifo”, oppure nell’omonima pagina facebook. Vedrai che non potrai che relativizzare la tua attuale convinzione…

  • Joe_Pa 124
    19 giu 2015 alle 13:21

    Tanto per restare in tema, rispondere a Huge sull’intervento della curia, tratto da palermo.repubblica.it

    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/06/19/foto/il_parroco_ricopre_le_scritte_oscene_dell_oratorio_di_santa_cita_intervengono_i_vigili-117197615/1/#1

    P.S.

    Forse l’utente PinoDonzi non aveva torto nel post di un paio di giorni fa sulla pensilina del tram, concetto non espresso in maniera corretta ma che fa riflettere sulle azioni dei singoli nei confronti di un bene privato.

    • huge 2222
      19 giu 2015 alle 13:56

      Ovviamente mica intendo che domani il vescovi scenda in piazza con diluente e strofinaccio :D :D
      La Curia, a cui certo non mancano i fondi, dovrebbe in accordo con la sovraintendenza ai beni culturali, programmare il recupero della balaustra.
      Certamente PinoDonzi aveva ragione nella sostanza, ma ha completamente sbagliato l’atteggiamento e i modi.
      Proprio per quel motivo quando qualche giorno fa suggerei un intervento di privati cittadini per pulire la pensilina, la prima cosa che dissi fu di concordarlo con SiS e AMAT, proprio perché essendo proprietà privata è comunque non solo necessario e corretto chiedere il permesso, ma anche per informarsi delle modalità corrette per svolgere l’intervento, che non si può certo improvvisare.

  • Fulippo1 1357
    19 giu 2015 alle 15:54

    Probabilmente qualcuno mi dirà che questo genere di cose sono sempre successe, ma la bassezza in cui stà arrivando la cultura giovanile, sta raggiungendo dei livelli da far paura.

    Ovviamente il mio è un commento generalizzato, da non estendere in maniera omogenea, ma secondo me questa è la cosa che ci dovrebbe far preoccupare di più, la facilità con cui vengono compiuti questi atti.

  • Antonella Russo 2
    19 giu 2015 alle 16:12

    MA DI COSA SI STUPISCE IL SIG. BIANCO FORSE ERA IN TRANCE E NON SI E’ RESO CONTO DI ESSERE A PALERMO.
    PURTROPPO IL “PALERMITANO” COSI’ SPOCCHIOSO E ARROGANTE NON APPARTIENNE ALLA RAZZ AUMANA EVOLUTA MA A QUEELA RIMASTA ALL’ETA’ DEI TROGLODITI E NEL TEMPO MI SONO RESA CONTO CHE NEMMENO LA NUOVA GENERAZIONE , SALVO LE DOVUTE ECCEZIONI, E’ MEGLIO DEI PADRI. IO DICO CHE APLERMO TRA TUTTE LE DOMINAZIONI CI SONO MANCATI GLI AUSTRIACI FORSE AVREMMO NEL NOSTRO DNA UN PO’ DI SENSO CIVICO E RISPETO PER LE COSE DI TUTTI NON SOLO PER LA PROPRIA “CASA”.

  • Palerma La Malata 377
    19 giu 2015 alle 17:55

    A Curia? Cioè chiddi ca rietturu u peimmessu pi miettiri i caittelloni pubblicitari tipu Faistueb supra l’ingresso principale ra Cattedrale? Beddi spicchi puru iddi!

    P.S.: ‘Un zi scrivi “tinchitè” ma “tignitè”.

  • Dahfu 142
    19 giu 2015 alle 21:47

    Se fai un bel ripasso di storia scoprirai che la Sicilia venne dominata dagli austriaci dal 1720 al 1732 quando venne riconquistata dai borboni.
    Se leggi i Beati Paoli di Luigi Natoli il periodo dei fatti narrati è proprio quello.
    Purtroppo i fatti ci dicono che questa città millenaria dalla grande storia ha un futuro a breve termine non proprio roseo… tocca a noi fare di più

  • belfagor 522
    20 giu 2015 alle 6:08

    Non crediamo che le moschee di Algeri, Tunisi ,Dakar, Il Cairo siano imbrattate da scritte idiote. Inoltre troppo spesso i nostri monumenti, chiese comprese, vengono utilizzai come vespasiani. In questo senso tali città sono molto più civile della nostra. Il problema è l’ignoranza , l’eccessiva tolleranza e la mancanza di controlli. Ormai chi abita nella nostra città ( indigeno o meno) non la rispetta , e lo stesso fanno i nostri amministratori.

  • loggico 388
    20 giu 2015 alle 8:46

    loggico  282

     26 feb 2015 alle 13:47

    Sono riuscito a prendere il biglietto per attraversarlo. . C’era disponibile solo lato monte-lato mare per le 10.30 di martedì 16 giugno..
    Lato mare – lato monte non c’è disponibilità per il 2015.. io ci tengo ad attraversarlo..

    Mi hanno rimborsato il biglietto. .
    Purtroppo l’attesa ora è più lunga… vista la gran mole di visitatori che sperano di poterlo attraversare..
    ho un diritto di prelazione per il 12 ottobre.. ma sono in lista d’attesa..


Lascia un Commento