12 giu 2015

Commissione Mobilità a singhiozzo: quali priorità da discutere?


Come ricorderete, diversi mesi fa il Comune ha istituito una commissione permanente sulla mobilità urbana, invitando al tavolo diversi soggetti, tra cui noi di Mobilita Palermo e il Coordinamento Palermo Ciclabile.

Ribadiamo ancora una volta che l’obiettivo dichiarato è l’istituzione di un laboratorio per sviluppare valutazioni generali a supporto delle decisioni politiche, pertanto nessuno si aspetti scelte avallate e firmate dai componenti della commissione. A noi piace considerarla una consulta, un momento in cui il Comune illustra le sue idee e recepisce pareri e umori di vari soggetti interessati (società civile, aziende di trasporto, enti, etc.).

Per motivi burocratici gli ultimi incontri sono stati spesso posticipati. Apprendiamo che è in programma un incontro la prossima settimana, dove si discuterà della prossima “Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2015″.

Vi abbiamo relazionato sugli incontri precedenti, ma va specificato che alcuni temi sono stati lasciati in sospeso e mai ripresi come auspicato da tutti, senza conoscere ulteriori conclusioni a cui è arrivata l’amministrazione a seguito delle riunioni stesse. Non ultimo il tema delle ZTL, avviato ma mai veramente discusso nelle sue parti. A distanza di un mese ci si riunirà per parlare totalmente di altro. Il rischio è quello di disperdere l’interesse e le risorse dei membri della commissione in riunioni frammentarie senza un filo conduttore. Ci sono argomenti che a nostro avviso richiedono priorità, come il Ponte Calatafimi, anch’esso affrontato preliminarmente ma non approfondito sulla base delle idee che nel frattempo il Comune ha partorito.

Nella speranza che il Comune riesca a chiudere il cerchio sulle tematiche proposte, vogliamo comunque provare a dare il nostro contributo coinvolgendovi, in vista del prossimo incontro in cui si avanzeranno idee per attività da svolgere durante la Settimana Europea della Mobilità.

Scriveteci qui le vostre idee, considerando che “ovviamente” il budget a disposizione sarà pressochè pari allo zero (almeno questo ci aspettiamo viste le esperienze passate). Proveremo a inoltrarle e valutarle in commissione.

 

 


commissione mobilità urbana palermogiusto cataniasettimana europea mobilita 2015

4 commenti per “Commissione Mobilità a singhiozzo: quali priorità da discutere?
  • Fabio Nicolosi 48977
    12 giu 2015 alle 16:15

    Per la settimana europea della mobilità mi piacerebbe vedere:
    1) I cantieri del passante, con visite tecniche
    2) I cantieri dell’anello, con visite tecniche
    3) Una nuova sfida tra mezzi di trasporto diversi compreso il tram
    4) Dei dibattiti pubblici dove i protagonisti sono le lamentele e le proposte dei cittadini su come migliorare la viabilità
    5) Una pedalata con migliaia di bici
    6) Una bella corsa cittadina agonistica e non…

    Insomma vorrei che i protagonisti fossero i cittadini e solo a contorno l’amministrazione che avrebbe solo da offrire le proprie maestranze per la riuscita e l’organizzazione dell’evento.

  • giuseppe70 60
    13 giu 2015 alle 16:18

    Che si affrontassero seriamente argomenti come la MAL, la costruzione del nuovo ponte Corleone sull’Oreto, il sottopassaggio Perpignano

  • peppe2994 3176
    13 giu 2015 alle 18:30

    D’accordissimo.
    Che riprendano in mano le carte e mandino tutto alla regione premendo per il finanziamento.
    Il ponte Corleone non raddoppiato causa 4 km di coda ogni sacrosanta mattina più 5 di rallentamento. 9 km di paralisi perché nessuno in questi anni l’ha ritenuta una priorità.

    Se parliamo di mobilità questa è l’unica vera gravissima emergenza cittadina che tutti ignorano.
    Poi chiaramente c’è il semaforo Perpignano da sopprimere.
    Tutto il resto passa in secondo piano visto che l’entità delle code non è tragica.

    Poi se si cominciasse a parlare seriamente di ZTL sarebbe cosa buona.
    Infine ultimo ma non meno importante la presa in giro che continua ad oltranza sullo spostamento dei bus a parcheggio Basile. I lavori di adeguamento dovrebbero essere terminati da tempo, eppure bus in doppia fila ovunque.

    • fabio77 763
      13 giu 2015 alle 22:30

      Completamente d’accordo con te. Sul parcheggio Basile si è superata da tempo la soglia dell’indecenza: quando sarà fruibile sarà sempre troppo tardi. Tra le priorità da te giustamente citate, aggiungerei lo svincolo di Brancaccio, il cui mancato completamento causa la paralisi quotidiana di piazza Figurella, a ridosso di Villabate, di Via Messina Marine, via Messina Montagne e Corso dei Mille ultimo tratto. Ma è mai possibile che di questo svincolo nessuno abbia notizie certe? Si ipotizza che lo debba completare la Multiveste, la Società che gestisce il Forum, ma io, ricercando in rete, non ho trovato nessuna conferma di ciò, anzi le ultime notizie disponibili, datate ottobre 2014, vedono la Multiveste impegnata in altre opere che non contemplano il benedetto svincolo. Infine voglio condividere una mia perplessità: si dice che da anni il Comune non abbia fondi per ultimare i lavori…. ma, mi chiedo io, i lavori sono tutti a carico del Comune? L’Anas, che gestisce l’autostrada, non è chiamata a contribuire?


Lascia un Commento