25 mag 2015

Piazza Politeama avra’ una fermata della “metro”: ecco dove


Scatterà da questa mattina la fase di cantierizzazione di piazza Politeama, nell’ambito dei lavori di realizzazione dell’omonima fermata del metrò (Anello Ferroviario). L’area inizialmente interessata dal cantiere sarà la parte centrale della piazza, come evidenziato dalla mappa che qui di seguito riportiamo. Solo successivamente si passerà a delimitare tutta l’area fra piazza S.Oliva e l’incrocio con via Ruggero Settimo.

 

 

La fermata sarà a due livelli, accessibili attraverso scale mobili. Prevista inoltre la predisposizione di un tunnel pedonale fra la fermata e piazza San Francesco di Paola, al fine di agevolare l’utenza dell’area del Tribunale. Tornano anche alla ribalta le proteste da parte di chi solo oggi si accorge di questi lavori.

Tra i commenti che si leggono nei vari comunicati stampa ne spiccano alcuni, come ad esempio:

“I lavori dell’anello ferroviario deturperanno piazza Castelnuovo, una dei simboli di Palermo, un vero e proprio monumento storico meta di turisti e passanti. Chi ha avuto l’assurda idea di posizionare una stazione davanti al tempietto al centro della piazza? “

“Il tram sarà uno scempio in piazza Politeama, verranno abbattute le palme!”

“…creare una fermata proprio davanti al Tempietto della Musica deturpa il nostro patrimonio paesaggistico….”

Chiariamo subito che ogni dubbio e perplessità sono leciti, ma ci si dovrebbe documentare in maniera approfondita prima di profetizzare presunti disastri. A tal proposito, pubblichiamo uno stralcio della pianta a livello degli accessi pedonali, che nello specifico corrisponderanno a due diversi punti: piazza Castelnuovo nell’area tutt’ora occupata dalle pensiline d’attesa dei bus, e via XX Settembre (nel marciapiede ad angolo di fronte la pizzeria FLB). Quelli cerchiati in rosso saranno gli accessi alla fermata.

cantiere anello

 

Da come si evince nella pianta, vengono categoricamente smentiti i professionisti della disinformazioni.

Tempietto della Musica abbattuto: falso;

Pensilina di fronte il Tempietto della Musica: falso;

Pensilina di fronte al Teatro Politeama: falso

Tram che transiterà da piazza Politeama:  una bugia ripetuta cento, mille, un milione di volte  diventerà una verità.

 

A questo punto la domanda sorge spontanea: chi ha avuto la geniale idea di realizzare una fermata del metrò proprio davanti al Colosseo o al duomo di Milano? Fermate che portano migliaia di utenti fra pendolari, lavoratori, turisti e studenti in punti chiave della città. Poveri ignoranti, ma evidentemente siamo noi ad essere più evoluti rispetto ad altre realtà.

Ad essere estirpate saranno 3-4 palme che verranno ripiantate nella vicina piazza Verdi, e non tutte come qualcuno vuol far credere. Su ciò sono arrivate anche le rassicurazioni dell’assessore al verde Raimondo. Sia chiaro: qui dentro nessuno gioisce per il taglio di alcuni alberi. E per dovere di cronaca, abbiamo anche contribuito a lanciare un appello circa le adozioni delle vecchie Chorisie prelevate da via L.Da Vinci alta. Ma di questo ci sentiamo di rimproverare l’Amministrazione che ad oggi, e come negli anni precedenti, non ha ancora adottato un piano di comunicazione.  Fare comunicazione è essenziale affinché tutta la cittadinanza sia correttamente informata sui lavori e sui disagi a cui si va incontro.

Il rischio è quello di creare malcontenti come nel caso del cantiere di piazza Politeama così come in viale Lazio e per i cantieri tranviari già portati a termine. Ma altrettanto elevato è il rischio di lasciare spazio ad una enorme disinformazione, anche scorretta, come lo è stata in passato da parte di chi ancora oggi diffonde informazioni totalmente errate.

 

 

In attesa che la classe politica (e non solo questa) possa crescere e maturare, rinnoviamo le nostre più sentite condoglianze ai posteggiatori abusivi di piazza Politeama. Di cui però nessuno si indigna…


ambientalistianello ferroviariochiusura piazza politeamafermata metrò politemapiazza castelnuovotechnisvia amari

26 commenti per “Piazza Politeama avra’ una fermata della “metro”: ecco dove
  • basilea 594
    25 mag 2015 alle 8:39

    Quello che deturpa non solo piazza Castelnuovo ma l’intera citta’ di Palermo sono le AUTOMOBILI PARCHEGGIATE OVUNQUE e le moto ;ma naturalmente se avessero abbattuto non 4 ma anche 20 alberi per fare un maledetto parcheggio nessuno avrebbe parlato,per la stazione metropolitana che civilizzera’ un pochino Palermo ,tutti gridano allo scempio: addirittura si parla di un misterioso TRAM che deturpera’ piazza Castelnuovo,ma quale c***o di tram che a piazza politeama almeno adesso non ci sara” mai ,anzi se non si affida la gestione dei tram a qualche altro,esempio Ferrovie Trenitalia o altro gestore come hanno fatto a Firenze per il tram T1,nelle mani dellAMAT il tram non partira’ MAI !

      • ligeiro 248
        25 mag 2015 alle 10:45

        aggiungi, in terreno con vincolo paesaggistico storico!!!! Per interrompere tutte le lamentele basta dire che ci sarà un campo di calcio a 5 strapieno di palle rotolanti!! che popolo di ignoranti

  • marco maraschi 1
    25 mag 2015 alle 9:11

    Ottimo articolo d’nformazione documentata!
    Cari concittadini, smettiamola di urlare solo ai disastri in maniera compulsiva, disinformata e superficiale. Capisco che questo modo di fare è insito nel nostro DNA, ma adesso è anche ora di crescere!
    Potremmo disquisire all’infinito sulla bontà di scelta del Tram rispetto altre tipologie di mobilità urbana, ma ormai il dado è tratto e tutti dovremmo solo sperare che contribuisca ad alleviare la caoticità di Palermo.
    Sig. Admin di mobilita, perchè non suggerire al Comune di Palermo di fare un po di informazione ufficiale, anche a costo zero (web e social)? Forse calmierebbe le paturnie di molti.

  • punteruolorosso 1629
    25 mag 2015 alle 10:25

    il tram a piazza politeama? magari dio!

    e poi si potrebbe disquisire sulla presunta attuale bellezza di piazza politeama patrimonio UNESCO.
    metà della piazza è oggi imbarbarita da palazzoni in calcestruzzo sorti al posto di giardini e palazzine liberty. la superficie asfaltata è fra le più estese d’europa. quella deturpata dagli spray fa invidia alle crew di tutta europa. l’orchestra sinfonica siciliana è fra le più pagate del mondo. il cartellone non viene mai tagliato e orchestra e cantanti non si esibiscono mai in jeans.
    ma questo non fa vergogna proprio a nessuno.
    allora rendiamo piazza politeama veramente bella, togliendo le macchie e magari estendendo il palmeto, ridisegnando la bruttura al marmo dei tempi della conferenza ONU in qualcosa di più umano (aiuole, prati ecc.).
    allora sì che paizza polieama diventerà un posto vivibile da difendere.
    l’anello e un eventuale tram (come c’era nel secolo scorso) non possono che aiutare questa povera piazza.
    bellissima l’idea di collegare piazza sant’oliva e piazza san francesco con la fermata.
    e comunque: comunicazione sì, ma a un certo punto chissenefrega. se non capiscono, pace. emigrino pure.

    • mdm 314
      25 mag 2015 alle 12:55

      Non è la prima volta che sento su questo blog la proposta di estendere la linea tranviaria in via Roma, Piazza Castelnuovo e via Libertà. Premesso che mi trovate assolutamente favorevole al tram non capisco però perché dovrebbe passare anche da piazza politeama. Il piano integrato dei trasporti prevede oltre all’anello ferroviario, anche la metropolitana leggera che correrà sotto via Roma e, dopo essere passata sotto Piazza Politeama, proseguirá per via Libertà. Una sovrapposizione di infrastrutture mi sembra francamente inopportuna ed eccessiva, quanto meno attualmente, visto che invece la linea tramviaria potrebbe essere incrementata nelle periferie, la maggiorparte delle quali non risulta essere servita da alcuna nuova infrastruttura.

    • Irexia 675
      25 mag 2015 alle 16:00

      Bravo Punteruolorosso! Bisognerebbe ridisegnare quella piazza e, invece di circoscrivere le aiuolette con la pavimentazione fare l’esatto contrario e circondare la pavimentazione per il passaggio delle persone con piante!

  • renard 228
    25 mag 2015 alle 10:35

    Ma questa predisposizione quando diventerà collegamento? Col secondo stralcio o dovrà provvedere il Comune (cioè mai)?

  • basilea 594
    25 mag 2015 alle 12:09

    Ci sono passato e non c’e’ nessun cantiere aperto…………………………………

  • basilea 594
    25 mag 2015 alle 13:14

    Siccome abbiamo aspettato poco…..ci vuole pure il ritardo dell’ordinanza……ma non potevano prepararla UN MESE FA ?????

  • arancinanet 3
    25 mag 2015 alle 14:51

    ottimo!!! basta creare falsi allarmisti. Una fermata lì serve e nessuno può credere che radano al suolo tutte le palme. Possiamo sacrificare lo spostamento di qualche pianta.

  • Enrico57 117
    25 mag 2015 alle 19:05

    A mio avviso questa particolare fermata è utilissima e fondamentale anche per il successo degli altri progetti (tram, e passante), perché mette in comunicazione Notarbartolo con il centro. Mi associo a quanti sperano che veda la luce al più presto. Dal punto di vista ambientalistico, l’abbattimento di rumori smog e quant’altro vale bene la perdita (neanche sicura) di pochi alberi che si possono sempre ripiantare da qualche altra parte. Dal punto di vista architettonico, concordo con quanti osservano in altre città la presenza di fermate metrò in tantissime piazze e strade di gran pregio, che non per questo hanno perso la loro bellezza.

  • se68 382
    25 mag 2015 alle 19:12

    queste lamentele sono incredibili..
    soprattutto quelle fatte dai residenti di viale lazio che a breve si troveranno sotto casa una fermata che li porterà ( soprattutto con la MAL, a proposito, notizie in merito
    ) un pò dappertutto. Il valore dei loro immobili crescerà notevolmente, ma..per un pò di disagio strillano e strepitano..

  • Mr.Head 242
    26 mag 2015 alle 0:01

    A proposito di ridisegnare la zona, sarebbe bello unire le due piazze, eliminando la strada e rendere tutto pedonale.

  • drigo 404
    26 mag 2015 alle 5:24

    C’è poco da dire. Il palermitano è ignorante e abietto. E’ portatore di quell’ignoranza che, lungi dall’avere a che fare con la scarsa istruzione ( che, al di là di tutto è mediamente scarsa), condivide con il protagonista del mito della caverna di Platone.
    E ogni giorno che passa inorridisco all’idea che il palermitano possa votare.

  • thesearcher 163
    26 mag 2015 alle 12:19

    Ma quelli che hanno fatto queste due dichiarazioni pensano prima di parlare?

    “I lavori dell’anello ferroviario deturperanno piazza Castelnuovo, una dei simboli di Palermo, un vero e proprio monumento storico meta di turisti e passanti. Chi ha avuto l’assurda idea di posizionare una stazione davanti al tempietto al centro della piazza? “

    “…creare una fermata proprio davanti al Tempietto della Musica deturpa il nostro patrimonio paesaggistico….”

    Uno, è proprio lì che hanno senso le fermate: arrivi in centro direttamente!
    Due, richiamarsi alla deturpazione nei confronti del Tempietto della Musica è quasi un ossimoro. Proprio quel tempietto, meta di delinquentelli, vandali, graffitari e totalmente dimenticato dall’amministrazione comunale che di tanto in tanto si sveglia e fa ripulire a gran costo della collettività per poi lasciarlo nuovamente alla mercè di questi teppistelli senza cervello che andrebbero denunciati immediatamente…

  • peppe2994 2830
    26 mag 2015 alle 13:26

    Tutto questo rumore è dovuto purtroppo alla grande ignoranza da parte di molti ( o di pochi che però fanno notizia?).

    Che ci possiamo fare? Purtroppo nulla. È il prezzo da pagare per la mancata comunicazione da parte del comune.
    Che ci voleva ad indire una conferenza rendendo pubblici tutti i rendering?
    Invece non l’hanno fatto, quindi i nemici della contentezza e coloro i quali non hanno mai viaggiato e non conoscono il significato di trasporto pubblico sparano e continueranno a sparare cretinate.

  • se68 382
    26 mag 2015 alle 18:41

    Il grado di vitalità di una città si può valutare anche dal numero di cantieri aperti…Palermo si è in qualche modo ( limitatamente al settore dei trasporti pubblici) risvegliata.
    Forse chi si lamenta dovrebbe trasferirsi in qualche piccolo centro in provincia. Lì sicuramente si sta più tranquilli.

  • Fabio Nicolosi 48404
    27 mag 2015 alle 0:22

    Transitando ad ora di cena in piazza ho notato che l’area dei taxi è stata definitivamente delimitata dai new jersey in cemento

  • basilea 594
    02 set 2015 alle 13:54

    Ho letto : NON SI TROVA LA FOGNATURA : FERMATI I LAVORI.
    Risponde al vero una simile idiozia ? Perché se hanno fermato i lavori,allora mandino tutto al diavolo,chiudano tutto e la fermata non si fa. Meglio questo che restare 15 anni con la piazza devastata e i lavori fermi.

  • Luca S. 129
    05 ott 2015 alle 10:29

    Ma tutti i Palermitani che si preoccupano del paesaggio, del patrimonio artistico, sono gli stessi che vivono nella capitale mondiale dell’abusivismo, che non si indignano quando fanno quel pezzo di autostrada per andare in aereoporto e vedere cementopoli direttamente in spiaggia? E magari hanno pure “u villino”, e guardano con indifferenza Pizzo Sella e dintorni?
    Una scala mobile per accedere ad una metro potra’ fare solo del bene, immenso, a questa citta’ sommersa da ogni sorta di schifezza: auto, cemento, immondizia.


Lascia un Commento