19 mag 2015

Passante Ferroviario | Prende forma la nuova fermata Ciachea


Dopo parecchi mesi, torniamo a parlare dei lavori nei pressi di Carini. Ricordiamo infatti che proprio Carini è l’ultima stazione ferroviaria ad essere interessata dai lavori del raddoppio del passante ferroviario.

Vi documentiamo quindi i lavori di definizione della fermata Ciachea e i lavori alla nuova viabilità che prevedono l’eliminazione di due passaggi a livello migliorando quindi la situazione attuale.

Ringraziamo Brianpa per le foto:


carinicarini torre ciacheacomitato mobilita palermocomune di carinicomune palermoferrovie dello statoferrovie sicilialavori passante ferroviario carininuova viabilitàOpere Palermopassante ferroviario palermorfiSISsp3ss113stazioneTorre Ciacheatorre ciachecatrasporti palermovandaliviabilità

6 commenti per “Passante Ferroviario | Prende forma la nuova fermata Ciachea
  • Benedetto Bruno 182
    19 mag 2015 alle 19:27

    Guardando Google Maps/Satellite oppure Google Earth pure mio nipote di 5 anni avrebbe notato che sarebbe stato più sensato costruire una nuova stazione dove c’è una maggiore densità abitativa.

  • peppe2994 2833
    19 mag 2015 alle 21:25

    Effettivamente continuo a non capire il senso di questa fermata. E’ praticamente abbandonata e quella nuova sicuramente non farà differenza. Isolata, inutile. Trenitalia l’ha capito, ed infatti abbiamo solo 5 treni che si fermano la mattina da Palermo e 4 treni al pomeriggio da Punta Raisi.

    Secondo me potevano tranquillamente sopprimerla.

  • Joe_Pa 114
    20 mag 2015 alle 8:35

    @ Benedetto e Peppe, sarete sicuramente giovani e non conoscete la storia di questa fermata. Questa stazione nasce per volontà delle aziende che si trovavano si trovano attualmente nella zona industriale di Carini con Italtel e Imesi in prima posizione con la collaborazione dell’Asi di Carini per creare una mobilità sostenibile per i lavoratori della zona industriale. Fu stipulato un accordo anche con la ditta locale di trasporti Taormina che avrebbe dovuto trasportare gratuitamente i lavoratori presso le aziende mostrando alla salita l’abbonamento a Trenitalia.
    Purtroppo le logiche di servizio di Trenitalia sono incomprensibili alla maggior parte delle persone e invece di incentivare la stazione con più fermate ha sempre subordinato le fermate ai numeri di abbonamenti, ovvero più abbonamenti più treni.
    Ad oggi con solo 8 treni giornalieri questa fermata viene utilizzata da più di 100 lavoratori un numero irrisorio rispetto al potenziale che può fornire, non dimentichiamo che questa zona è piena di villette e molte persone sono costretti ad andare a Carini o a Capaci per un servizio più completo, oltre alla vicinanza del c.c. Poseidon, basterebbe aggiungere più treni ed un servizio pullman gratuito per i clienti del Poseidon e il gioco è fatto, la stazione si popola di passeggeri.

  • Fulippo1 1343
    20 mag 2015 alle 9:45

    @Joe_Pa C’è anche da dire, e corregimi se sbaglio, che ai tempi della progettazione e concezione di questa fermata la zona industriale di Carini, era popolata ad occhio e croce il doppio rispetto ad oggi. Dico bene?

  • Joe_Pa 114
    20 mag 2015 alle 9:45

    @ Peppe2994 “Secondo me potevano tranquillamente sopprimerla. “.
    Credo che sia opportuno non sopprimere nessuna fermata, ogni fermata ha un suo potenziale, Trenitalia deve imparare a dare e a fare un servizio trasporti adeguato e non chiedere soltanto i contratti di servizio.

  • Joe_Pa 114
    20 mag 2015 alle 9:50

    @ Fulippo1,
    è vero 15 anni fa (età della fermata) la zona era più popolata di aziende, ma ora con il c.c Poseidon si può avere un flusso maggiore, oltre a non sottovalutare le numerose singole abitazioni. Ripeto il problema è Trenitalia e la sua politica, basta vedere il non flusso di passeggeri alla fermata roccella, è impensabile far fermare un treno ogni due ore.


Lascia un Commento

Ultimi commenti