04 mag 2015

Qualcosa si mobilita


Sette anni sono tanti: l’impegno è stato “tanto”, la iniziative sono state “tante”, i risultati di questa straordinaria community sono stati “tanti”. Arriva un momento in cui l’adolescenza finisce, e bisogna crescere. Anche noi adesso dobbiamo crescere.

L’esperienza è la base primaria di ogni evoluzione, ogni miglioramento;  l’esperienza di questi anni ci ha insegnato che gli obiettivi si possono perseguire, con ostinazione e con una buona dose di passione.

Sette anni fa non avremmo mai immaginato di arrivare a raggiungere questi risultati, così come non avremmo immaginato di riuscire a coinvolgere così tanta gente in questo progetto comune, che oggi prende il nome di mobilita.org.

Ci piace pensare che questo riscontro positivo stia nella capacità di aver creato qualcosa di bello, e di averlo voluto condividere con il territorio, senza rivendicare alcuna proprietà di sorta. La nostra è una community dove tutti possono partecipare, anzi… devono partecipare!

Noi – e sottolineo, noi - siamo risorse, non spettatori. Il potenziale di queste risorse deve essere convogliato in un progetto comune che possa costituire una base di rinascita per i nostri territori; ecco perché abbiamo deciso di sfruttare al massimo l’esperienza di questi anni per creare qualcosa di nuovo, organizzato, innovativo ed efficiente, che spinga verso livelli ancora più avanzati la partecipazione civica:  una partecipazione ottenuta grazie a ciò che è venuto prima, e di cui oggi possiamo fare tesoro per i passi successivi.

“Qualcosa si mobilita” è stato lo slogan della campagna di lancio, che racchiude lo spirito che ci ha contraddistinto in questi lunghi anni, con l’immutata volontà di fare bene in un territorio difficile come il nostro, afflitto da tanti problemi, ma con tanto potenziale da esprimere.

Un nuovo portale nazionale, un nuovo logo, una nuova veste grafica, una nuova impaginazione, nuove funzioni, mappe interattive, sempre più social, per rendere la nostra community ancora più dinamica, e la nostra informazione ancora più completa, puntuale ed efficace. Mesi di lavorazione, in cui abbiamo cercato di potenziare ed affinare tutti gli aspetti positivi che hanno caratterizzato sino ad oggi Mobilita Palermo. Uno studio finalizzato a rendere replicabile questo esperimento sociale, che ha riscosso tanto entusiasmo nella sua città di origine.

Tra le novità:

  • Un box “Proposte” per avanzare soluzioni specifiche a criticità riscontrate nel territorio, con la possiblità di correlarle anche a “Segnalazioni” da parte di altri utenti della community.
  • Un box “Segnalazioni” per raccogliere le criticità riscontrate da voi utenti.
  • Un box “Q&A” (Questions & Answers) per avanzare ogni genere di domanda inerente la tua città e ricevere risposte dalla community di mobilita.org.
  • Un box “Bacheca” come spazio libero di confronto, per dare parola a tutti voi.
  • Una sezione “News da altre città” nel portale nazionale, per la pubblicazione di post da quelle città che non fanno ancora parte del network .
  • Login unico per accedere e interagire con lo stesso utente in qualsiasi parte del sito.
  • Login social per accedere velocemente con il proprio account facebook, twitter o google+.
  • “Mobilita su mappa”: per la ricerca di articoli, segnalazioni e proposte nell’area di vostro interesse.
  • Una barra “Breaking News” per aggiornamenti in tempo reale, rumors, eventi, viabilità, etc.
  • Un “Karma”, ovvero il punteggio utente che aumenta all’aumentare della vostra partecipazione con la comunità.

Un modello che è riuscito quello di mobilita, grazie alla passione di chi ci ha lavorato e continua tutt’oggi ad investirci. Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che hanno collaborato con noi, ed in particolare a Daniele Bruneo, il cui supporto è stato fondamentale per la realizzazione di questo ambizioso progetto.

Un modello che funziona, grazie a tutte le persone che ci hanno creduto, ci credono, e continueranno a crederci; e poiché ogni progetto si fonda sulle persone che ne fanno parte, abbiamo voluto metterci alla ricerca di altre realtà che avessero voglia di perseguire i nostri stessi obiettivi, per un progetto comune che oggi si concretizza con l’attivazione di una nuova redazione nella nostra città “cugina”: Catania.

Tre ragazzi – Amedeo Paladino, Roberto Lentini ed Alessio Marchetti –  con la stessa energia che ci caratterizza, e altrettanta voglia di fare bene. Tre ragazzi con storie simili alle nostre, attivi già da tempo all’interno delle dinamiche della propria città, con un forte desiderio di partecipare in prima linea al processo di rinascita.

L’obiettivo è fare rete, e quelle che oggi sono due città, domani saranno cinque, dieci, cento.

Chiunque potrà proporsi per avviare una propria redazione, o semplicemente offrire un singolo contributo. Tante gocce insieme fanno un oceano, e noi abbiamo voluto abbattere ogni sorta di barriera per stimolare al massimo la vostra partecipazione in ogni forma possibile.

Ci piace pensare che questo che vedete oggi sia il frutto del lavoro di tutta quanta la community. Tra (tanti) vecchi utenti – e altrettanti nuovi – speriamo di raggiungere nuovi territori e raccontare nuove storie ed esperienze. Lasciamo a voi adesso il piacere della scoperta e l’impegno della condivisione!

Sette anni sono tanti, e vogliamo percorrerne altrettanti con lo stesso entusiasmo del primo giorno. Insieme a tutti voi!

 


alessio marchettiamedeo paladinoandrea baioantonio passalacquagiulio di chiaramobilita cataniamobilita palermomobilita.orgnuovo mobilitaroberto lentini

18 commenti per “Qualcosa si mobilita
    • Giulio Di Chiara 70662
      04 mag 2015 alle 8:40

      Grazie Fadel!
      Adesso c’è da scoprire anche la redazione di Catania, il portale centrale e le nuove funzioni ;)
      Buona continuazione!

  • cirasadesigner 1010
    04 mag 2015 alle 9:14

    Complimenti ragazzi un vero è proprio salto di qualità… non ho ancora guardato tutte le funzioni proposte ma a primo acchitto è davvero un bel lavoro… Speriemo che oltre al sito e alla rete, cresca tutto il contesto… Il Prof. Carta, dice che Palermo ha una rete di associazioni radicata come in una qualsiasi grande città… Peccato che fuori le cose non vadano con lo stesso ritmo… Buon lavoro ancora

  • ct64 28
    04 mag 2015 alle 10:08

    E io che devo dire? Sono stato uno dei primi utenti catanesi a seguire ed apprezzare il vostro lavoro. Avrei potuto crearmi un’identità “palermitana” (non per trollare, ovviamente, ma per intervenire più liberamente), ma ho preferito scrivere apertamente, perchè ho l’idea che la collaborazione tra due grandi città sia una cosa perfettamente normale e nell’interesse reciproco. Oggi si è fatto un grande passo in questa direzione. Complimenti e buon lavoro!

  • Fulippo1 1343
    04 mag 2015 alle 11:19

    A questo punto non rimane che complimentarmi con voi, avete fin qui fatto un ottimo lavoro, e penso proprio che continuerete a farlo. E’ bello vedere un progetto “nostro” (in fondo per noi vecchi utenti è un pò come se fosse anche nostro) intraprendere un cammino anche al di fuori del contesto locale.

  • Panormus 197
    04 mag 2015 alle 13:58

    Cosa dirvi?
    La prima parola è GRAZIE: per la dedizione, l’abnegazione, la passione e la competenza che ci avete messo nel creare, gestire e far crescere questo portale.
    La seconda parola è COMPLIMENTI: per l’intuizione che avete avuto nel dare voce reale e non fittizia al cittadino comune (come me) che altrove non solo non è considerato, ma neanche ascoltato.
    La terza parola è NON-MOLLATE-MAI: nel momento della stanchezza o dello sconforto pensate a tutti quelli che vi seguono.
    Io, per quanto mi riguarda, mi onoro di essere stato fra i primi a iscrivermi e seguirvi :)

  • amatrix87 62
    04 mag 2015 alle 19:25

    continuate così ragazzi..ho visto su face che avete iniziato la startup con l’aiuto di arca..Grande il prof La commare e il suo staff :)

  • Andrea Baio 54519
    04 mag 2015 alle 19:42

    @amatrix87 grazie per i complimenti :) precisiamo comunque che questo sito è frutto del nostro lavoro e dei nostri collaboratori. Arca è il Consorzio che ci ospita, ma non ha preso parte al progetto

  • Marco Negrì 14
    06 mag 2015 alle 3:09

    che dire… nello stesso tempo io mi sono dedicato al progetto 5 stelle…. con il risultato che, dopo 7 anni, il lavoro fatto è andato perduto (riunioni del gruppo mobilità di cui ero referente, incontri con assessori, giunta e AMAT per presentare le proposte elaborate dal gruppo…) ed ho scoperto di aver contribuito a creare un mostro…. a saperlo prima avrei collaborato solo con voi…. :/
    Ad ogni modo… complimenti e buon lavoro! ;)

  • zavardino 226
    10 mag 2015 alle 21:37

    Un grazie a Voi per questi anni in cui ci avete informato con precisione. Tutt’altro rispetto ai siti di comune, provincia e regione aggiornati ogni morte di papa. Noto anche un risveglio dei palermitani migliori e 15000 persone alla corsa ciclistica sono numeri da città civile. Il cammino è lungo, ma penso che potremo andare nella giusta direzione, nonostante i panormosauri. A U G U R I !

  • Jolas Rem 10
    12 mag 2015 alle 19:46

    Complimenti ragazzi! Questo nuovo sito e la collaborazione con Catania rappresentano un salto di qualità per la vostra associazione, della quale potete andare fieri. Inoltre il fatto di “metterci la faccia” è una scelta di serietà. Buon lavoro e buona fortuna!

  • Jolas Rem 10
    23 mag 2015 alle 21:13

    Una domanda: Ma è possibile attivare la funzione RSS per il sito? Non vedo il classico simbolo…


Lascia un Commento

Ultimi commenti