30 gen 2015

Si inizia a progettare il piano delle piste ciclabili


Ne avevamo dato annuncio durante la settimana europea della mobilità e l’assessore Giusto Catania ha da poco pubblicato su Twitter una foto che riguarda proprio il lavoro che l’ufficio traffico sta effettuando per realizzare quello che sarà il nuovo Piano delle Piste Ciclabili, inserito all’interno del Piano della Mobilità Dolce

B8bXa9jIQAA1naD.jpg-large

L’assessore Giusto Catania, a precisa domanda ha risposto che si sta procedendo nella progettazione del piano

Ci era stato detto che il piano avrebbe visto luce entro Ottobre 2014, evidentemente siamo già in ritardo rispetto all’annuncio.

L’augurio è sicuramente quello di poter prendere presto visione del piano e potervi informare su quelle che saranno le scelte che l’amministrazione comunale avrà preso.

 


comune palermopiano mobilità dolce palermopiano piste ciclabili palermoufficio mobilità urbana

12 commenti per “Si inizia a progettare il piano delle piste ciclabili
  • krazykikko 18
    30 gen 2015 alle 21:31

    puahhhahahahahahahahhaha se le fanno della stessa dimensione di quelle che ci son già tanto valòe che non spendono soldi e se poi le fanno per non fargli manutenzione sono inutili io sono stato una settimana a san beneddeto del trono e lì le piste cilabili sono larghe poco più di una corsia preferenziele e fanno tutta la città sempre con l’asfalto fresco senza neanche una crepa e sicure perchè da un lato c’è un passamano lungo tutta la pistaciclabile e dall’altro un muretto con ringhiera che costeggia la strada normale

  • punteruolorosso 1663
    30 gen 2015 alle 23:51

    le piste ciclabili esistenti vanno ridisegnate e rifatte, sono insicure e inutili. quindi non si cerchino scuse. tutto il lungomare va liberato dagli ostacoli.

  • Otto Mohr 47
    31 gen 2015 alle 9:43

    non lo so ma tutti quei cellulari sulla scrivania mi danno idea di cazzeggio più che di lavoro… XD

  • friz 927
    31 gen 2015 alle 13:38

    …ma in seguito all’interramento della linea ferroviaria nella zona di Tommaso Natale, Sferracavallo e Cardillo…cosa ne sarà della zona sovrastante? Hanno previsto qualcosa? Sarà un strada? Qualcosa di pedonale? Una pista ciclabile? O cosa?

  • NIGILA 81
    31 gen 2015 alle 18:57

    Condivido un commento precedente. Tempo un paio di mesi e finirebbe come la sede del tram di Napoli. Zeppo di auto private. Pensate che le autoambulanze in emergenza preferiscono prendere la corsia normale meno intasata. E non dite che succede perchè i napoletani sono indisciplinati perchè il palermitano non scherza mica.

  • peppe2994 2876
    31 gen 2015 alle 22:57

    Ripropongo la solita osservazione nella speranza che qualcuno prima o poi tenga in considerazione il fatto che pista ciclabile non significa cambiare colore al marciapiede.

    Allo stato attuale abbiamo tante buffonate, tipo via Messina marine o via Lincon, ma ovunque è così.
    Una striscia di marciapiede rossa non separata in alcun modo da alcunché, con macchine e motori che vi stazionano e pali della luce e pubblicitari fastidiosi.

    Dove vogliono farle non mi interessa, la cosa importante è che siano assolutamente isolate da marciapiede e carreggiate.

  • massimo-lg 78
    01 feb 2015 alle 0:14

    ormai gli annunci “abbiamo iniziato a fare questo e quello” non incantano più.

    Servono tempi certi, sui quali si misura l’efficacia dell’azione dell’amministrazione comunale.

    Vi siete fatti dare tempi certi dal comune?
    Quali sono?
    Dove sono riportate le informazioni sui tempi di realizzazione dei lavori sul sito del comune ? Il link ?
    O c’è solo un tweet istituzionale ?

    Dov’è la comunicazione istituzionale ?

  • medoro 132
    01 feb 2015 alle 14:57

    Basta che non finiscano contro un’ edicola come quelle famosa di viale della libertà… e comunque oltre a farle si dovrebbe da subito pensare a come farle rispettare ai palermitani trogloditi che tutt’ora ci vanno a parcheggiare la macchina..

  • davidecardile 1
    05 feb 2015 alle 16:53

    Sono un grande appassionato da sempre di bici, ho già progettato piste ciclabili in Emilia.
    Utilizzo ogni giorno ed ogni mese dell’anno la bici con tutte le difficoltà ed i rischi che ne conseguono. Sono convinto che se si limitasse l’uso delle auto e si potessero realizzare delle piste ciclabili correttamente, così come nel resto d’Italia, avremmo chiunque moltissimi vantaggi economici e di salute.
    Sono disponibile ad offrire la progettazione ed il collaudo gratuitamente.
    saluti
    arch. Davide Cardile
    339.6848101
    arch.davidecardile@libero.it


Lascia un Commento