23 dic 2014

Cordolo di corso Tukory: come non detto


Vi mostriamo alcuni scatti di questa mattina. Due camion merci uno appresso all’altro (quello dietro non è visibile), a bloccare interamente la carreggiata, e di conseguenza il traffico. Con la massima calma, i trasportatori scaricano le merci mentre le auto restano in coda dietro, in attesa…

tukory00

tukory0

tukory1

Dopo alcuni minuti, le auto iniziano a scavalcare il cordolo e percorrere la corsia riservata dei bus. Una, due, quattro, cinque, dieci…e così via.

tukory2

tukory3

Questa zona è stata pattugliata spesso dalla Polizia Municipale ultimamente. Nonostante tutto, l’abitudine è dura a morire. Sarebbe quindi il caso di intervenire multando le persone in questione per interruzione di pubblico servizio, dato che non si parla di rallentamenti al traffico dovuti alle “classiche” soste in doppia fila, ma di vero e proprio intralcio alla circolazione.

Senza costanza nei controlli, non si va da nessuna parte.

Infine, non sarà mai troppo tardi quando il Comune si deciderà a regolamentare gli orari di carico e scarico merci, individuando anche delle aree apposite dove poter effettuare le operazioni.


codecordoloCORSO TUKORYmobilita palermopolizia municipalescarico mercitraffico

Articolo successivo

25 commenti per “Cordolo di corso Tukory: come non detto

Comment navigation

  • peppe2994 2833
    24 dic 2014 alle 9:39

    Mi associo completamente a Templare.

    Signori chi può farlo ed è indeciso emigri. Lo scrivo soprattutto per i giovani. Questa città è senza speranza. Quel che ogni tanto si riesce a fare di buono è grazie ad associazioni come Mobilita Palermo che tentano tra le altre cose di insegnare le basilari regole di educazione.

    Si vive quotidianamente in un allarmante stato di normalità, quando di normale non c’è un bel nulla. Non c’è centimetro quadrato di questa città dove non ci sia qualcosa da sistemare.

    I pedoni attraversano dove gli pare e pretendono di avere non solo ragione, ma vorrebbero il tappeto rosso sotto i loro piedi per evitare cadute accidentali. Le auto posteggiano come capita, dove capita fregandosene altamente di ogni cosa.
    L’amministrazione se ne frega per prima di tutto ciò che accade, quando la cosa più logica da fare sarebbe come ho visto fare in Ucraina, far girare un carro armato per le strade e salire sopra ogni macchina in doppia fila.
    Vogliamo continuare? Tutti gettano tutto da dove capita e dove capita, i marciapiedi non sono percorribili quasi ovunque in quanto disseminati di cacca dei cani.
    I venditori abusivi occupano marciapiedi ed addirittura strade liberamente, tanto comandano loro…
    Ogni incrocio trovi qualcuno, e così i commercianti onesti perdono, l’economia ristagna ed il malaffare dilaga.

    Ed ecco che finalmente dopo un’ora a girare per un posto auto ti imbatti nel parcheggio del tribunale, bello, peccato che si paga € 1,60 l’ora mentre in tante città sono gratuiti, ci sono degli incentivi come il biglietto per il mezzo di trasporto incluso oppure hanno un prezzo irrisorio per tutto il giorno ( come a Roma €1.50 per 12 ore per non andare troppo lontano).
    Me ne vado, trovo un posto pubblico decente ed arriva il parcheggiatore abusivo di turno.

    Con una città in queste condizioni ancora vi sorprendete? Io ho visto i camion fermi a scaricare dentro il cordolo. È la normalità ed a chi non piace se ne vada, si vive di più.

  • antony977 165953
    24 dic 2014 alle 9:58

    [...]visto che non è ancora vietato attraversare una strada fuori dalle strisce pedonali anche se consigliabile[...]

    Perle natalizie! Mi spiace dirlo ma Palermo è malata ANCHE per gente che la pensa così.
    E non si si tratta di rispettare il “pensiero altrui”, ma si tratta di rispettare le regole che già ci sono!

  • rasputin 151
    24 dic 2014 alle 13:33

    Vi racconto un fatto successo veramente:
    alcuni anni addietro una mia parente mentre attraversava la strada fuori dalle strisce pedonali fu investita da un’auto (per fortuna nulla di grave). Nel frattempo una pattuglia della PM transitando nella stessa strada e avendo visto l’incidente si fermò per accertarsi delle condizioni del pedone. Dopo varie discussioni sull’incidente, la PM si rivolse alla mia parente dicendole che le avrebbero fatto un verbale in quanto doveva passare sulle strisce pedonali (€ 38).
    E qui un altro esempio: http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2014/05/11/news/investito-e-poi-multato-a-12-anni-perche-era-fuori-dalle-strisce-1.9199044

  • Templare 447
    24 dic 2014 alle 15:09

    Vabbè dai, andare dietro ad un troll… Comunque ho capito perché a Palermo non si rispettano le file: manca un divieto scritto di scavalcare la gente che ti sta davanti.

    Vi sarebbe da decedere. Detto con il nocciuolo di oliva all’interno della cavità orale.

  • Metropolitano 3231
    24 dic 2014 alle 19:33

    Di questi tempi è difficile riuscire a domare il flusso merci nel traffico e degli autotrasportatori che caricano e scaricano pesso gli esercizi commerciali, ma la colpa bisogna darla alla totale disorganizzazione del Comune e del suo sindaco, non ai camionisti o ai commercianti in questo caso.


Lascia un Commento