01 ott 2014

Proseguono i lavori di restauro a Palazzo Marchese


Sull’alto portale del palazzo Marchese, o Correria Vecchia, nel vicolo dei Corrieri è stato montato il nuovo portale metallico. Nell’androne, caratterizzato da un alto arco a sesto acuto, sono stati allestiti i ponteggi.

DSC08392

 

DSC08393


Mandamento Kalsa o Tribunalipalazzo MarcheseVicolo dei Corrieri

3 commenti per “Proseguono i lavori di restauro a Palazzo Marchese
  • Disadattata 14
    01 ott 2014 alle 14:01

    Davanti il magnifico portale di Palazzo Marchese c’è una costruzione che risulterebbe essere abusiva: se è così cosa aspetta il Comune a buttarla giù? La piazza Cattolica su cui si affacciano Palazzo Marchese e la parte laterale di Palazzo Cattolica è un immondezzaio putrescente, infatti il “bravo” assessore Giusto Catania l’ha pedonalizzata. Le piante di delimitazione vengono spostate a seconda del bisogno e oltre alle immondizie la piazza, che la sera è parcheggio per gli avventori del pub Garibaldi di Rifondazione, funge da dormitorio per immigrati.

  • Disadattata 14
    02 ott 2014 alle 8:28

    Gli appartamenti sono in vendita a privati, suppongo che l’impresa che l’ha restaurato abbia difficoltà a venderli per le note e annose difficoltà del centro storico: degrado, inquinamento acustico, ambientale e scarsa qualità della vita. Mancano i servizi essenziali: parcheggi e pass per i residenti, pulizia, trasporti, scuole, negozi con attività diurne. Esiste solo la movida che sicuramente è una risorsa, ma diviene un incubo durante la notte per il mancato rispetto delle regole e il mancato assiduo controllo da parte delle istituzioni. Un blitz ogni tanto non risolve il problema, nei fine settimana non possiamo uscire, siamo prigionieri. Ai residenti viene impedito di parcheggiare (da anni chiediamo senza esito una zona riservata ai residenti con il pass, anzi c’è una forma di stalking contro di esse poiché ciò che è proibito a noi viene concesso agli avventori dei pub, parcheggiare dovunque e lasciare un tappeto di bottiglie dovunque o urinare e defecare dietro i portoni dei palazzi.


Lascia un Commento