23 set 2014

Con la terza passerella pedonale per ammirare gli scempi edilizi sull’Uscibene


Dal mese prossimo cominceranno i lavori di costruzione e posa della terza passerella pedonale lungo la Circonvallazione. Il nuovo sovrappasso di via La Loggia, di cui sono state già realizzate entrambe le torri, permetterà il transito ai pedoni in totale sicurezza. Proprio su una delle torri che si affaccia sul lato monte, sono state create apposite feritoie per consentire alla cittadinanza di ammirare i tanti scempi edilizi che insistono in quell’area chiamata “Parco dell’Uscibene”…

Ringraziamo Michele Curcio per gli scatti.

 

004

La torre lato monte e sullo sfondo la sottostazione elettrica.

001

Proprio dalle feritoie verticali si potrà ammirare l’antenna parabolica attaccata sul tetto del Castello.

006

Qui una sequenza di immagini dall’area in cui sorge la torre del sovrappasso. La distanza è di circa 120m

immaggine 203

 

immaggine 202

immaggine 200

008

Qui l’intera area del Parco dell’Uscibene. In giallo la torre del sovrappasso, in blu il Castello e in rosso le abitazioni (abusive?). Ma il problema è proprio quel punto giallo che opprime il “parco”.

 

10699174_10152691690093431_195616199_n

 

E qui una foto tratta da Google Maps e datata Luglio 2012: a destra sullo sfondo il castello (con veranda abusiva attaccata), mentre più a sinistra altre abitazioni (abusive?) in costruzione.

uscibene

Per favore, non chiamatelo Parco dell’Uscibene. Grazie!

 


castello uscibenecirconvallazione palermosequestro uscibenesovrappassi pedonali circonvallazione palermoTramtram circonvallazionevia la loggia Palermo

17 commenti per “Con la terza passerella pedonale per ammirare gli scempi edilizi sull’Uscibene
  • fabdel 989
    23 set 2014 alle 12:29

    mamma mia che schifo, abitazioni e paserella inclusa. per come sono tenuti i posti fanno prima a chiedere l’iscrizione all’Unesco dell’area cani del parco uditore. almeno i volontari sanno tenere bene i posti

  • Luca S. 129
    23 set 2014 alle 13:51

    Non si può verificare se quelle abitazioni sono realmente abusive? E se così dovesse essere, quali sarebbero le conseguenze.
    Cerchiamo di restituire un po’ di verde a questa città, accendiamo le ruspe per le demolizioni se la legge dovesse prevederlo.

  • peppe2994 2856
    23 set 2014 alle 13:59

    Tutte le proteste dei vari pseudo ambientalisti contro il sovrappasso si commentano da sole, quando è tutta una distesa di case abusive.

    Passando invece alla realtà burocratica dei fatti, l’intera area sulla carta è sottoposta a vincolo di inedificabilità assoluta quindi anche il pilastro della passerella è stato costruito abusivamente.
    il fatto curioso (e pietoso) è che nessuno si era accorto che l’area fosse di assoluta inedificabilità, ed i vari enti a tutti i livelli hanno comunque rilasciato i permessi.
    Adesso, considerata la pubblica utilità del sovrappasso regione e comune l’hanno messo in regola con una clausola che esclude quei pochi mq di pilastro e sottostazione elettrica dai vincoli di inedificabilità.

  • phrantsvotsa 465
    23 set 2014 alle 14:24

    Ma io mi chiedo, questa agguerrita e competente associazione, come mai non ha mai protestato per quella belissima casa addossata su di un lato del castello?
    Il sovrapasso sta benissimo dov’è, tanto del sedicente parco on è rimasto altro che uno scempio inguardabile e degno di una città come Palermo.
    Non sono a priori contro l’abbattimento del sovrapasso, ma solo se prima abbattono tutti gli abusi!!

  • Irexia 675
    23 set 2014 alle 14:57

    Non capisco chi dice che dato lo stato pietoso, nonchè pericoloso (la strada di accesso é un budello, chissà le conseguenze in caso di emergenze, ambulanze e vigili del fuoco!)in cui si trova la zona, vada bene metterci quel pilastrone! Sarebbe come dire che possiamo abbattere il castello di Maredolce perché a ridosso delle sue mura hanno costruito in maniera oscena! O ancora, vi ricordate come era ridotto anni fa il castello della Zisa? Deposito di camion!
    Io non penso che dobbiamo assuefarci al degrado, lá c’é un vincolo di inedificabilitá assoluta e bisogna farlo rispettare! Quanti di noi si erano arrabbiati, perché delusi, dopo il filmato che ritraeva la macchina della polizia in seconda fila a Mondello? Perché ora non valgono le stesse regole? Chi sbaglia, sbaglia e basta, qualunque sia l’interesse per cui agisce, pubblico o privato

  • antony977 165953
    23 set 2014 alle 15:05

    Il contraente sembra avere le carte in regola, poi se c’è un esposto chi meglio della magistratura potrà chiarire?
    Però ci sono case in costruzione nel 2012, ma nessuno si era lamentato.
    Grazie al sovrappasso, la città almeno potrà conoscere questo sito e vedere coi propri occhi gli scempi fatti.
    Ps: secondo me, se demoliscono la veranda abusiva, crolla tutto il castello :)

  • phrantsvotsa 465
    23 set 2014 alle 15:34

    @Irexia

    Io non dico questo. Mi chiedo solo come mai ci si lamenta solo ora di un’opera pubblica a fronte di anni di abusivismo.

    Fino a prova contraria il sovrapasso non insiste sull’area del cosidetto parco; le case abusive invece, seppure probabilmente sanate, sono DENTRO il parco.

    Perchè si parla solo del sovrapasso e non delle costruzioni abusive?

  • Eco_84 84
    24 set 2014 alle 0:46

    A questo punto si fa prima ad abbattere il castello…:D
    tanto ormai non penso ci possa essere soluzione per restituire la zona al suo antico splendore.
    Cmq questa città ci ha proprio abituati al fatto che nn c’è mai limite al peggio,che tristezza.c’è i chianciri.
    Altro che patrimonio dell’umanità,la città dovrebbe essere usata come monito e come dimostrazione palese di come malagestione,corruzione,sprechi e criminalità possano in pochi decenni trasformare l’oro in sterco.

  • punteruolorosso 1639
    24 set 2014 alle 6:59

    d’accordo con luca, abbattiamo tutto e creiamo un vero parco intorno al castello. sarebbe un polmone per il quartiere, come l’uditore, e renderebbe fruibile il monumento.
    peccato non sia stato inserito nella lista unesco.

  • punteruolorosso 1639
    24 set 2014 alle 7:04

    lista unesco: Palazzo Reale, Cappella Palatina, le chiese di San Giovanni degli Eremiti, di Santa Maria dell’Ammiraglio-Martorana, di San Cataldo e la cattedrale di Palermo, il palazzo della Zisa, la Cuba e il Ponte dell’ammiraglio.

    niente maredolce e scibene

  • Athon 839
    24 set 2014 alle 20:43

    Non è certo la passerella pedonale a rattristarmi…

    Logica e amore per la città vorrebbero che tutti quegli edifici venissero abbattuti e che dunque il Parco dell’Uscibene fosse restituito alla città.

  • Fabiofr 54
    25 set 2014 alle 11:33

    ma in quale città/nazione vivete ? nessuno di voi è mai passato per l’Addaura, lungomare Carini, ecc….? per abbattere una sola costruzione occorrono decenni e se questa è un’abitazione (se ci vivono stabilmente persone) non si può; in qualunque caso:
    -le condanne penali per abusivismo sono praticamente impossibili (grazie alle leggi dell’ultimo decennio, la prescrizione è 6 anni, che decorrono dal momento di inizio dell’abusivismo ! praticamente sono tutti fatti già prescritti)
    le domilizioni dovrebbero essere fatte dall Comune, cioè lo stesso ente che ha permesso che venissero costruite abusivamente!

  • vicchio65 71
    21 feb 2015 alle 17:07

    Vorrei segnalare che ho provato a scrivere a quella “associazione ambientalista”, che non nominerò per non farle pubblicità(!), lamentando la loro cecità “a senso unico”, ma per tutta risposta hanno cancellato il mio post!.
    Lasciamo perdere, la verità è che dalla mega finestra che è stata costruita sulla passerella si potrà godere un bel panorama della struttura della cappella (quel che resta, comprese le case intorno). Un domani, se parco sarà, sarà rapidamente raggiungibile via tram.


Lascia un Commento