15 set 2014

Come procedono i lavori a Palazzo Lampedusa


Sono riuscito a intrufolarmi nella strada chiusa da un cancello metallico che passa su uno dei fianchi di palazzo Lampedusa (o meglio, del suo quasi totale ripristino).

Da quello che si vede, il risultato è molto bello. L’ala sopravvissuta presenta la pietra a vista, mentre tutto il resto è intonacato.
Davvero scioccante il prima e dopo. L’area del palazzo, che venne bombardato nel 1943, venne occupata da una fabbrica, le cui strutture in cemento armato sono visibili in una delle foto del “prima”.

DSC00559

DSC08406

DSC00561

DSC08407

DSC08409

DSC08410

DSC00562

DSC08411

DSC00563

DSC08412

DSC08413

DSC08414

DSC08415

DSC08416

DSC08417

DSC08420

Il prospetto sulla via di Lampedusa.

DSC08775


Mandamento Loggia o Castellammarepalazzo Lampedusavia Bara all'Olivella

10 commenti per “Come procedono i lavori a Palazzo Lampedusa
  • cuter 63
    15 set 2014 alle 8:14

    Immagino che sia un’impresa piuttosto onerosa, una di quelle in cui aggiungere un sistema di videosorveglianza sin dal progetto preliminare non avrebbe aumentato il costo in maniera avvertibile.
    Chissà se ci hanno pensato, dovrebbe essere ormai una prassi consolidata viceversa tale lavoro sarà presto deturbato.

  • huge 2148
    15 set 2014 alle 9:54

    Applausi a scena aperta!!
    Come per il recupero di palazzo Bonagia, forse anche più complesso.

  • Effettivo 168
    15 set 2014 alle 10:13

    Ottimo recupero!!!, a palazzo Bonagia siamo lontani anni luce dalla fine, i tempi pubblici sono sempre lunghissimi….

  • MAQVEDA 17489
    15 set 2014 alle 11:13

    @Effettivo
    eppur si muove, proprio di recente son passato dalla via Alloro, il ponteggio è più alto, sintomo che stanno cominciando il ripristino della seconda elevazione. Attualmente si sta ripristinando solo l’ala su strada con relativa facciata con blocchi in pietra da taglio che era crollata durante una sciroccata negli anni ’80 e che era come un grande puzzle nell’area del palazzo in attesa del rimontaggio.

    @Cuter
    le strade intorno palazzo Lampedusa sono già videosorvegliate, le videocamere sono già presenti sulle facciate di palazzo Branciforte (il palazzo accanto che oggi è museo).
    La destinazione del palazzo è quella condominiale.
    Proprio ieri sono ripassato, le facciate sono in fase di liberazione (dentro è ancora grezzo), ragazzi, che dire, l’effetto è bellissimo. I render sembravano pacchiani, invece il risultato è stato ben oltre le mie aspettative.

  • Mr.Head 242
    15 set 2014 alle 12:19

    Sono contento che l’ edificio è per uso residenziale perché portando le famiglie il centro storico può riprendere la sua vivacità!!!

  • Answer 25
    15 set 2014 alle 18:28

    che spettacolo!!! rimangono sempre meravigliato dalle meraviglie nascoste di palermo dopo ogni restauro..

  • MAQVEDA 17489
    15 set 2014 alle 21:01

    Già, è come se dopo ogni restauro Palermo guadagnasse un nuovo monumento, che in realtà era solo celato da incuria e degrado. Certo un caso come questo è particolare, proprio perché di fatto il monumento non c’era più, e in fin dei conti, non c’è più, quello che vediamo oggi è in buona parte una cosa finta, che vale quanto la casa di Barbie, ma quantomeno la zona ne acquista e visto che saranno case, ne uscirà anche rivitalizzata.


Lascia un Commento