07 lug 2014

Tram |Da martedì 8 Luglio chiude piazza Einstein: tutti i dettagli


Si comunica che la chiusura al traffico di piazza Einstein nell’ambito del proseguimento dei lavori del tram prevista per lunedì prossimo è stata posticipata a martedì 8 luglio. La decisione è stata presa dal Sindaco Leoluca Orlando e dall’assessore alla Mobilità Giusto Catania in considerazione della concomitante assemblea sindacale indetta per lunedì da Cgil, Cisl e Uil che coinvolgerà i dipendenti comunali, e che interesserà anche il personale della polizia municipale. La decisione è stata condivisa con l’impresa che sta svolgendo i lavori.

 

Mappa Einstein

 

Per effettuare questa nuova tranche dl lavori, saranno scavate due trincee che non consentiranno, quindi, di raggiungere direttamente dalla parte alta di via Leonardo da Vinci il viale Lazio, né di proseguire dalla complanare di monte del viale Regione Siciliana (provenienza lato TP) verso la rotatoria Einstein. Contestualmente, non sarà possibile raggiungere direttamente dalla parte bassa di via Leonardo da Vinci il viale della Regione Siciliana, direzione autostrada Catania/Messina. 

Alcuni itinerari alternativi, evidenziati nella mappa allegata, consentiranno il raggiungimento di tutte le direzioni.

Agli automobilisti è, tuttavia, consigliato l’ utilizzo del nuovo varco ubicato all’altezza di via Giorgione per immettersi nel sottovia Einstein direzione via Perpignano e l’ utilizzo di via Uditore (lato ME/CT) per i veicoli provenienti dalla parte monte di via Leonardo da Vinci, per tutte le direzioni. L’inversione di marcia su via Leonardo da Vinci andrà fatta all’ altezza di via Beato Angelico. Possono essere utilizzate anche via Evangelista Di Blasi e viale Michelangelo come strade alternative alla via Leonardo da Vinci.

image

Ricordiamo che anche lo scorso anno, la piazza fu chiusa per i lavori di prosecuzione della linea che tagliava l’intera piazza fino al ponte tranviario. I tempi vennero rispettati e pochi giorni prima di Ferragosto, la piazza fu riaperta.


chiusura piazza einsteinlavori tram circonvallazionelavori tram piazza einsteinviale leonardo da vinciviale michelangeloviale regione siciliana palermo

13 commenti per “Tram |Da martedì 8 Luglio chiude piazza Einstein: tutti i dettagli
  • loggico 372
    07 lug 2014 alle 8:33

    Riaperto passaggio pedonale vicino via di blasi..
    Ogni mattina vedo tanta gente che grazie alla coda persistente in entrambe le carreggiate attraversa la strada. .
    Qualcuno osservera che appena si fara la corsia lato mare..
    Allora gli svincoli per le auto che ci stanno a fare? Per far passare pure i pedoni!!!
    prima si doveva aspettare il semaforo..Ora puoi passare quando vuoi…

    Nella città della libertà tutto si può!!!

  • Fabion54 48432
    07 lug 2014 alle 9:20

    @alvarezlimao: La tratta dovrà essere completa entro l’anno, per l’entrata in esercizio si dovranno attendere tutti i permessi oltre alla nomina del direttore di esercizio

  • huge 2149
    07 lug 2014 alle 9:37

    La soluzione per gli attraversamenti di viale Regione è sempre stata a portata di mano, ma nessuno se n’è mai interessato. Basterebbe l’installazione di una semplice rete lungo lo spartitraffico centrale, creando così una barriera fisica che impedisca l’attraversamento, fuorché nei punti previsti.

  • medoro 132
    07 lug 2014 alle 11:42

    Non era più logico realizzare le linee del tram a fianco dei marciapiedi esistenti (come sembra stiano facendo in via notarbartolo) una per direzione di scorrimento? In questo modo si evitavano i passaggi pedonali obbligati con tanto di semaforo che tralaltro renderanno il traffico delle automobili un inferno… mah io questo progetto tramviario realizzato in questo modo proprio non lo capisco.

  • Fabion54 48432
    07 lug 2014 alle 11:51

    @medoro: Sarebbe stato più dispendioso in termini economici, perché andavano spostate tutte le sotto-reti delle singole utenze dei vari condomini, uffici, villette…Per non parlare di tutti gli accessi alle abitazioni che andavano mantenuti.

  • medoro 132
    07 lug 2014 alle 12:02

    Sì sarebbe stato più dispendioso, ma era la cosa logica da fare, le cose o si fanno bene o non si fanno affatto. Adesso mi devono spiegare cosa succederà al traffico quando le automobili saranno costrette a fermarsi ad ogni semaforo rosso di ogni fermata del tram…. hanno combinato un macello e peggiorato la situazione.

  • antony977 165954
    07 lug 2014 alle 12:05

    Senza contare poi tutti i vari passi carrabili che sarebbero stati ostruiti. Da qui anche la scelta del posizionamento sul lato sinistro della carreggiata

  • medoro 132
    07 lug 2014 alle 12:05

    Dovevano sostituire le corsie preferenziali degli autobus con i binari e tutti questi problemi non ci sarebbero stati. Poi se realizzavano un tram sopraelevato allora sì che tutto avrebbe avuto molto più senso. Realizzato così è un progetto nato vecchio e che pergiunta con gli attraversamenti pedonali sarà anche peggiorativo a riguardo del traffico.

  • antony977 165954
    07 lug 2014 alle 12:15

    Troppo semplice a parole, vista la complessità della costruzione. Non è che si sostituisce una semplice corsia. Che poi di corsie preferenziali sono presenti solo in una parte della carreggiata centrale ma si tratta più di corsia d’ermegenza.
    Gli attraversamenti pedonali vanno garantiti a prescindere, e i sovrappassi pedonali sono fatti appositamente per questo.
    Ricordiamoci però che sono stati eliminati ben 2 semafori pedonali, e non è poco

  • medoro 132
    07 lug 2014 alle 12:29

    Infatti, per questo prima si fa un progetto e si valutano i pro ed i contro, nello stesso modo di come hanno realizzato le corsie centrali potevano farle laterali, se ciò non fosse stato possibile, allora tanto valeva abbandonare il progetto, dato che lo scopo finale penso doveva essere quello di smaltire il traffico e non di incrementarlo, perché è questo quello che succederà visto il numero di attraversamenti pedonali e ralativi semafori (significa che ogni 5 minuti il traffico si ferma..) che ci saranno lungo la linea . A riguardo degli attraversamenti pedonali, beh già ci sono, non vedo per quale motivo dovevano modificarli se realizzavano i binari lateralmente i passeggeri scendevano direttamente nel marciapiede esistente. Del resto in via notarbartolo lo stanno facendo, probabilmente lo potevano fare anche in tante altre vie.

  • antony977 165954
    07 lug 2014 alle 13:56

    Perchè dici che il traffico verrà incrementato?
    In nessuna zona attraversata dalla tranvia è stato constatato un aumento del traffico. Da Brancaccio a piazza Scaffa, o lungo le corsie laterali della Circonvallazione, se non per la durata dei cantieri che prendono il dovuto spazio.
    Nel tratto di via Notarbartolo, la tranvia scorrerà al centro della carreggiata e non lateralmente.
    Penso alla Circonvallazione: se si fosse realizzata sulla parte destra come dici tu, immagina oltre ai passi carrabili le varie traverse laterali. Si sarebbero dovuti installare altrettanti semafori e allora è in questa configurazione che il traffico sarebbe aumentato.
    In questo momento invece si hanno le traverse laterali libere per il transito, creato dei sovrappassi pedonali ed eliminato ben 2 semafori pedonali che ti creavano code.Ergo traffico più scorrevole rispetto a prima.

  • gomez 121
    07 lug 2014 alle 16:08

    @medoro

    Vivo a Palermo ma sono di origine torinese (nato e cresciuto) e vado a Torino periodicamente. Ti posso dire che nelle zone periferiche il Tram ha in varie parti le barriere e si trova in mezzo a dividere le carreggiate. Quindi la soluzione adottata a Palermo per Viale Regione Siciliana rispecchia soluzioni già usate in altre città.

    A proposito di Tram periferici a Torino. In molti casi i binari dove ci sono le barriere sono poggiati su una base sterrata e cresce erba spontanea (sembra una linea di un treno, perchè in quelli parti i binari sono più scoperti). A parte l’erba che a Palermo secca in estate, le parti con barriere non potevano essere sterrate anche a Palermo al limite con pietrisco, invece di tutto quel cemento e asfalto, come se non ci fosse abbastanza asfalto a Palermo.

    Così:
    http://www.mondotram.it/torino_in_tram/lavori/lavori_in_corso_019.jpg

    Insomma il Tram non ha bisogno per muoversi di avere i binari completamente coperti da cemento e asfalto. Coperti servono solo con gli incroci con le auto.


Lascia un Commento