17 giu 2014

Quello che il Comune di Palermo non vi dirà mai…


bandiera_bianca_1

Se c’è una cosa che funziona bene al Comune di Palermo è l’ufficio stampa via email. Per chi si abbona gratuitamente al servizio impiegherà pochissimo tempo a riempire la propria casella di posta di dichiarazioni e comunicazioni da parte di Sala delle Lapidi e del Sindaco e rimanere sempre aggiornato su quello che accade in città.

La cosa “interessante” è che almeno il 30-40% di queste comunicazioni sono report, eventi a cui partecipa il Sindaco o la giunta, innumerevoli incontri con ambasciatori esteri… un servizio utile a volte, ma destinato soprattutto a quella categoria di stampa che fa copia/incolla per compilare le colonne del proprio giornale. In certi giorni mi sembra quasi di vivere a Londra o a New York per la quantità di summit con personalità estere in programma nella nostra città…

Ma per una cosa che funziona, c’è un’intero quartiere fuori dai pc che NON funziona e un sistema governativo che non ne parla nè se ne cura, nemmeno nei suoi comunicati stampa “efficientissimi”. Qualcosa che cozza terribilmente con quella sensazione di precisione e puntualità che trasuda da queste comunicazioni istituzionali e solenni.

rest4

Qualcosa che per onestà intellettuale andrebbe comunicato ogni giorno a tutti i cittadini, non solo di Palermo. Stiamo parlando di quel tipo di problema che nemmeno la candidatura a Capitale dello Sport o della Cultura può nascondere perchè è lì ogni giorno e vuoi o non vuoi, lo vedi, c’è!

C’è sempre! C’è nonostante qualche “tempo” fa qualcuno aveva annunciato che sarebbero arrivati provvedimenti risolutivi. Ma appunto….era solo un comunicato per la cartella stampa, mica corrispondeva a realtà. Poi accadeva che tra un incontro istituzionale e una candidatura, questo problema veniva messo nel dimenticatoio e molti palermitani lo dimenticavano.

rest3

Quelli che lo ricordano benissimo invece sono gli abitanti del quartiere che vivono ogni giorno questa drammatica realtà, questa invasione di illegalità e di prepotenza. Ma ce lo ricordiamo anche noi che assistiamo impotenti allo stupro di un pezzo di storia della nostra città, giornalmente abbandonata da tutti tra il pattume e l’immondizia. E se lo ricorderanno anche i turisti che avranno sperato per un minuto di visitare un mercato storico anzichè una discarica.

Problemi del genere sono atavici quanto ardui da affrontare perchè richiedono volontà, costanza, impopolarità da parte dei governatori che, anche questa volta, sembrano fortemente intenzionati a sorvolare sulla vicenda.

Così accade che nonostante “arrivino le Ztl nei mercati storici“, l’illegalità e il libero arbitrio si perpetuano per tutti i giorni della settimana senza soluzione di continuità. Ma ovviamente le ZTL lì sono l’ultimo problema, visto che la lista delle priorità sociali e di ordine pubblico è ben lunga. Così è più facile alzare bandiera bianca, accantonare il problema e parlare di altro.

rest2

I più saggi ci consigliano sempre di giudicare un’amministrazione dall’operato, non dagli annunci, e noi stiamo provando a farlo. Così dopo Cammarata, Orlando si candida a essere “degno” successore.

La sindacatura è ancora in corso e ci sarebbe il tempo per dare i primi segnali. Ma dopo due anni, priorità come queste andavano già prese di petto. Un giudizio fortemente negativo è d’obbligo. Questo nei comunicati non ve lo scriveranno mai.

rest

Così, quando riceverete l’ennesimo comunicato stampa, l’ennesimo tentativo di fumo negli occhi, ricordatevi che là fuori qualcosa di più importante è ancora irrisolto e dimenticato.

Ovviamente, il mercato di cui parliamo è BALLARO’!

 


Ballaròdegrado ballaròillegalitàinciviltàmercati storici palermopolizia municipale palermosindaco palermo orlandostrade sporche

Articolo precedente

13 commenti per “Quello che il Comune di Palermo non vi dirà mai…
  • walter 51
    17 giu 2014 alle 8:53

    Salve, quello di cui avete parlato egregiamente succede ogni giorno in ogni angolo di questa città, chiunque governi non cambierà mai niente, orlando è stato votato grazie ai voti dei gesip che speravano gli risolvesse la causa, ma così non è stato, vedremo chi sarà il prossimo buffone!!!!!

  • Fulippo1 1356
    17 giu 2014 alle 9:07

    Articolo non condivisibile pienamente.

    Il problema c’è ed è molto serio e grave, ed in effetti gli interventi sono stati pressochè nulli e senza nessuna efficacia.
    Sotto questo punto di vista, le carenze dell’amministrazione nell’interesse della città sono impressionanti.

    Però non per questo bisogna criticare anche quello che di buono è stato fatto.
    Io ritengo che le comunicazione fatte per mail, siano molto utili per chi come me si interessa a ciò che succede in città.
    Ed onestamente leggendole non mi sento ne a New York ne a Londra.

  • Portacarbone 70788
    17 giu 2014 alle 9:23

    @fulippo1
    L’accostamento al servizio email è una provocazione per coloro i quali non si rendono conto che ancorandosi a ciò che comunica il Comune, si rischia di perder di vista la realtà, che come mostrato nelle foto, è ben diversa.
    Inoltre, nell’articolo stesso è ritenuto un servizio “utile a volte”.
    Ma il senso, ripeto, è un altro.

  • Luca S. 129
    17 giu 2014 alle 9:27

    Finalmente lo scrivete!
    Non credevo si potesse far peggio di Cammarata. E invece e’ successo. Francamente tra i mille annunci dell’ufficio stampa di questo Sindaco non ho trovato mai riscontro effettivo nei fatti della citta’.
    Non si tratta di simpatie politiche, ma credo che un Sindaco di Palermo debba avere due priorita’ su tutte: immondizia e pedonalizzazioni (per il rilancio del turismo/commercio in citta’).

    E queste erano le priorita’ di Orlando.
    Ambedue questi obiettivi si sono rivelati assolutamente falliti. In aggiunta direi che il nuovo corso dei vigili urbani non e’ mai avvenuto. Il controllo del territorio e’ penosamente carente e francamente mi sembra che ci sia stata una non-auspicabile continuazione con la precedente gestione.

    Ma come accade nel resto d’Italia, parlare di dimissioni e’ un’utopia.

  • Fulippo1 1356
    17 giu 2014 alle 9:39

    @Portacarbone, ok la provocazione, però più che ben diversa io direi completamente trascurata.

    Nel senso che non mi è mai capitato di leggere che la città è completamte pulita, semmai il problema è stato in parte trascurato.

    @Luca S.

    Fare peggio di Cammarata, credo che allo stato attuale sia quasi impossibile, ci vorrebbe molto ma molto impegno.

  • trinakria 13
    17 giu 2014 alle 11:40

    ……..fosse solo Ballarò il problema…un giro per i quartieri di Palermo e si scopre la realtà…….da Ciaculli a Bonagia, dalla Zisa a Borgo Vecchio la situazione è la stessa:immondizia e abbandono,marciapiedi infestati dalle erbacce,cartacce,rifiuti in ogni angolo,cassonetti che straripano e un olezzo disgustoso che si spande per le strade….Si ha l’impressione (e non solo)che a Palermo tutto sia lecito e tutto sia permesso…..VENGHINO SIGNORI TURISTI E…….FUGGITE!Prima PALERMO era anche questo,adesso è solo questo!

  • walter 51
    17 giu 2014 alle 11:43

    Fulippo1, scusa ma dove vivi? luca S ha perfettamente ragione, bisognerebbe avere il coraggio di andare via.

  • piero68 117
    17 giu 2014 alle 11:49

    Ieri sera ho fatto quel tratto a piedi e non potevo credere ai miei occhi.Una discarica a cielo aperto:corso Tukory,traverse e zone limitrofe, un letamaio immondo,puzza dappertutto,un tappeto di immondizie di ogni genere,una zona completamente soggetta al degrado e all’incivilta’ piu’ bieca.Questa citta’ quando si pensa che abbia gia’ toccato il fondo, invece continua a precipitare sempre piu’ in basso ed ha raggiunto ormai livelli inaccettabili,insopportabili.A proposito, mi scuso se forse esulo un po’ dal post, anche se sempre di munnizza si parla,ma chi cavolo deve svuotare i cestini di questa citta’, perche’ dovunque vai, sono stracarichi.E’ vero che i panormosauri sono incivili ,ma se non si svuotano……..

  • palermoimprenditrice 84
    17 giu 2014 alle 13:19

    anch’io ci sono passato ieri e anch’io non ci potevo credere. Cammarata in confronto dovrebbe vincere il premio del sindaco migliore d’italia.

  • Nio 156
    17 giu 2014 alle 14:43

    Articolo che cade a faggiolo…proprio ieri parlavo di Ballarò è una vergogna una cosa veramente schifosa….sapete perché ci sn andato? Per “recuperare” qualcosa….e la dritta me l’hanno data proprio i carabinieri, è inaudito….cioè devo andarci io perché loro nn si avvicinano…basta entrare la mattina presto e si notano i furgoni con dentro le facce da galera che hanno “lavorato” tutta la notte per Palermo…si scarica di tutto, dai motorini per l’acqua, alle biciclette ai pezzi di ricambio….viva i mercati di Palermo e bravo sindaco Ollando!….disgustato

  • franziscobranca 19
    17 giu 2014 alle 16:15

    è vero palermo e molto sporca per tanti motivi ma è anche vero che un secondo dopo che io personalmente ho svuotato 3 cassonetti (si sono uno di quei fannulloni della rap) è arrivato il classico palrrmitano a buttare un grosso sacco per terra davanti il cassonetto vuoto, quando gli ho fatto notare che poteva buttarlo dentro il cassonetto mi ha risposto “picchi tu un a fari nianti” e vi assicuro che questa non è l’eccezione ma è la regola. è uno schifo quello a cui mi tocca assistere giornalmente è veramente avvilente

  • gaetano73 47
    18 giu 2014 alle 6:56

    approfitto del commento di franziscobranca per sottolineare anche il lavoro che l’operatore rap fa sul prato della Cala ogni mattina. Un tappeto di bottiglie e carta sporca lasciate sul prato la sera prima dai panormosauri della movida raccolte puntualmente ogni mattina. E’ vero che lui fa il suo lavoro ma e’ anche vero che l’incivilta’ dei palermitani non ha confini!


Lascia un Commento