09 giu 2014

“L’arte rinnova i popoli..” e ti fa sparire la zona rimozione: panormosauri in azione!


3099183

Quando pensi di averle viste tutte, ecco che l’artista di turno esce il coniglio dal cilindro e “risolve” (si fa per dire) il problema del parcheggio a Palermo.

Cosa farebbe un comune cittadino ligio alle leggi quando non trova un’area di parcheggio disponibile? Semplice, o continua a cercare un parcheggio oppure si trasforma in panormosauro rex e ti “fa sparire” la zona rimozione: è accaduto a Palermo, in zona Porto.

Siamo precisamente in via Crispi.

immag1

Sul lato monte della via, adiacente ai portici, vige la zona a rimozione regolata da apposita segnaletica verticale. Ma se la segnaletica verticale non è più visibile…….. la zona rimozione sparisce improvvisamente e i vigili non potranno fare multe alle auto parcheggiate. Perchè lo ricordiamo, il Codice della Strada prevede che le sanzioni siano applicate laddove vi è una comunicazione chiara del divieto.

immag2

E quindi l’artista panormosauro che ti fa? Vernice bianca fresca sul cartello e rotazione del palo verso il marciapiede.

Per fortuna, le auto sono state comunque multate dai vigili urbani.

Quindi, quando parcheggiate la vostra auto, attenti agli attacchi d’arte dei vostri concittadini!


comune di palermomobilita palermopanormosauriparcheggi palermopolizia municipale palermososta selvaggia palermotraffico palermo

3 commenti per ““L’arte rinnova i popoli..” e ti fa sparire la zona rimozione: panormosauri in azione!
  • lorenzo80 582
    09 giu 2014 alle 15:35

    Senza contare tutti i segnali di senso vietato sradicati dal marciapiede perché a qualcuno dava fastidio.

  • @serenatudisco 17
    10 giu 2014 alle 9:21

    ….io ho di meglio, via del Parlamento a Palermo, una piccola “vanellina” a senso unico poco prima di piazza Marina, entro dalla parte corretta e spunta la solita persona in senso opposto, al quale faccio notare è entrato in un divieto d’accesso, il cartello era visibile.
    Sapete cosa mi ha risposto, per non ammettere l’errore o la sua “furbizia”? “Lo hanno messo ora!…..”
    C’erano gli operai, di venerdì sera ….tutti lì a mettere il cartello. TRISTEZZA.


Lascia un Commento