30 mag 2014

Aperta ufficialmente via Lodato


E’ stata ufficialmente aperta al traffico automobilistico la via Lodato. Ricavata dallo spazio della vecchia linea ferroviaria che scorreva in superficie, consentirà un rapido collegamentofra piazza Indipendenza, Corso Tukory e il Polo Ospedaliero. La strada scorre fra il Policlinico e l’Ospedale Civico fino ad arrivare presso l’ex passaggio a livello Vespri. Notevoli vantaggi anche per i residenti che vorranno recarsi verso piazza Montegrappa/via Basile: fino a ieri costretti a fare il giro per piazza Indipendenza, da oggi grazie alla riapertura di via Monfenera potranno raggiungere più celermente la parte a monte del quartiere.

 

IMAG0078

L’ingresso della via Lodato lato fermata Vespri. Sullo sfondo la nuova area parcheggio adiacente la fermata e da oggi aperta al pubblico.

IMAG0079

Visuale della rotonda in corrispondenza di via C. Lazzaro.

IMAG0080

 

Altre grosse novità sono previste la prossima settimana per la nuova strada U. La Malfa-Lanza Di Scalea, dove probabilmente verrà aperta mercoledì al traffico.


corso re ruggerocorso tukory palermofermata orleansfermata vespri policlinico palermoinaugurazione via lodatolavori passante ferroviario via lodatolavori via lodatoPASSANTE FERROVIARIO DI PALERMOpassante ferroviario palermopiazza indipendenza palermoSISvia del vesprovia lodatovia lodato palermovia monfenera

22 commenti per “Aperta ufficialmente via Lodato
  • Dahfu 137
    30 mag 2014 alle 9:20

    Brindo all’apertura di un asse viario di importanza strategica per decongestionare un’area satura di autoveicoli.
    Esprimo, tuttavia, il rammarico per l’occasione persa: ovvero il mancato prolungamento dell’asse viario lungo la parte restante della trincea ferroviaria sino alla Guadagna.
    Ciò, a mio avviso, sarebbe servito a decongestionare la via Oreto, creando un nuovo collegamento fondamentale con via dell’Orsa Minore.
    Peccato! Forse si poteva fare di più.
    Chiedo i Vostri pareri tecnici in proposito.
    Ciao e Buona giornata a tutti.

  • ciccio76 12
    30 mag 2014 alle 9:38

    Ottima e intelligente la soluzione del verde nelle rotatorie. Le pietrine infatti non consentono alle erbacce di crescere. Spero adottino la stessa soluzione nelle rotatoria della strada U. La Malfa-Lanza Di Scalea.

  • Irexia 717
    30 mag 2014 alle 9:58

    Peccato sia stata aperta ancora senza illuminazione… Perchè a questo punto, forse poteva essere paerta al traffico già qualche mese fa…
    Questo il link di repubblica.it che ne parla
    http://palermo.repubblica.it/cronaca/2014/05/29/foto/bretella_corso_tukory-87598165/1/#1

    Vi prego di notare dalle foto la presenza delle strisce per terra, pedonali, tra le corsie, dei parcheggi e delle carreggiate! Esattamente come in ogni città civile d’Italia! E come dovremmo pretendere di avere anche a Palermo!

  • antony977 166208
    30 mag 2014 alle 10:05

    Ma soprattutto le caditoie perfettamente in linea col manto stradale. Non come certi “fossi” di via Roma o corso Alberto Amedeo

  • peppe2994 3120
    30 mag 2014 alle 10:11

    Finalmente!
    Questa strada porterà enormi benefici. Chi da via Del Vespro dovrà raggiungere piazza Indipendenza lo potrà fare in maniera semplice e veloce senza giri da folli :)
    Ovviamente spero non si adagino sugli allori per quanto riguarda l’installazione dell’illuminazione…

    Per il resto aspettiamo buone nuove per la strada Lanza di Scalea – Ugo la Malfa ed a proposito, come si chiamerà?

  • rasputin 162
    30 mag 2014 alle 10:21

    @ Dahfu
    premetto che non sono nè un ingegnere nè geometra, credo che questo possibile asse viario non si sia potuto fare perchè la trincea, dalla via del vespro fin quasi alla fine del cimitero, va salendo sempre di più per poi passare sul nuovo ponte dell’Oreto. E a guardare bene non è che ci sia tanto spazio per ricavare una strada parallela ai binari, tanto più che questa ipotetica strada l’avrebbero dovuto far confluire in via G. Sergi che, se non ricordo male, è una strada un po stretta e non avrebbe potuto sostenere un traffico di quella portata, non escludendo poi il fattore più importante e cioè i finanziamenti.

  • saverioragusa 75
    30 mag 2014 alle 10:48

    sapete se lungo la via lodato c’è qualche varco di ingresso laterale per il policlinico?invece vedo l’ingresso del binario 2 completamente sprangato…peccato

  • Fabion54 48894
    30 mag 2014 alle 11:05

    @saverioragusa: L’ingresso alla fermata è da sempre così, le ferrovie hanno specificato che è per evitare atti vandalici e seppur esteticamente orribile, sembra che la cosa funzioni.

    Per quanto riguarda il varco per il policlinico no, non vi è alcun varco di accesso alla struttura ospedaliera

  • saverioragusa 75
    30 mag 2014 alle 11:28

    @fabion54 invece per l’ascensore del binario 1 sapete qualcosa? prendo il treno ogni giorno e non è ancora entrato in funzione, è un peccato che in una fermata vicina a due ospedali l’ascensore non sia attivo, ho visto molte persone anziane faticare per salire le scale.

    • Fabion54 48894
      30 mag 2014 alle 13:39

      @saverioragusa: Questa problematica mi è nuova. Sapevamo della presenza dell’ascensore, ma non sapevo fosse ancora “fuori uso”. Non è che stanno aspettando la nomina, anche qui, di un responsabile? O di una ditta per la manutenzione? Chiederemo informazioni.

  • danielc 36
    30 mag 2014 alle 12:49

    Ormai che hanno aperto la strada é un peccato che non aprano il binario 2. È quasi completato (mancano solo qualche luce e i cestini per la differenziata) e sarebbe molto comodo per effettuare lo scambio perché alcune volte di mattina, viaggiando in direzione staz. centrale, è costretto ad aspettare ad Orleans che arrivi l’altro treno (quasi sempre in ritardo nelle ore di punta mattutine) in direzione Trapani per fare lo scambio, perdendo minuti preziosi che si accumulano di tratta in tratta.

    • Fabion54 48894
      30 mag 2014 alle 13:37

      @danielc: L’apertura del secondo binario è prevista per fine anno, con l’entrata in vigore del nuovo orario invernale, purtroppo non si può aprire una singola fermata e quindi si dovrà aspettare che l’intera tratta A sia ultimata per aprire le fermate già pronte da mesi

  • Franco 1 11
    30 mag 2014 alle 14:54

    Il binario 2 si potrebbe aprire il motivo è che RFI non vuole prendere impegni perché basterebbe attivarlo fino ad Orleans. Purtroppo devono
    fare le cose lentamente.

  • peppe2994 3120
    30 mag 2014 alle 15:31

    No, come ho già scritto mille volte, un binario non si attiva togliendo le transenne dalle scale.
    Per attivare il doppio binario devono modificare un mondo e con questo intendo che tutti i sistemi per il controllo della circolazione vanno modificati. Nello specifico va modificato il programma degli scambi in uscita dalla stazione centrale e quelli della stazione Orleans, si deve abilitare il binario 9 al servizio metropolitano, ma soprattutto deve essere attivato il nuovo sistema di sicurezza per il controllo della marcia del treno. Tutte queste cose richiedono interventi costosi per adeguare i sistemi informatici. Perché spendere i soldi due volte?
    Un binario rivoluziona il mondo dei controlli e nessuno si sognerebbe mai di fare un lavoro del genere due volte, anche perché non finisce mica qui.
    A parte il controllo si pone il problema dell’alimentazione della linea.
    Collegare i fili non basta. Ci vogliono i giusti accorgimenti contro le dispersioni, le messe a terra ed un sistema di fornitura dell’energia elettrica sottodimensionato che andrebbe rifatto da capo per tutto il lotto A.
    Nessuno si sognerebbe mai di aprire la linea allo stato attuale.

  • rudi gi 103
    30 mag 2014 alle 23:05

    Buonasera, visto che sono stati portati a termine i lavori di via Lodato,non è che le maestranze prima di inziare un altro lavoro potrebbero essere spostati per dare una mano al cantiere che si sta occupando del sottopasso della statale 113 nel territorio di Isola d. Femmine? Il fatto è che il sottopasso è stato realizzato, è stato aperto al traffico, ma chiuso subito dopo. Forse perche’ mancava il collegamento fognario, che stanno realizzando. Ma ora dico è normale non averlo realizzato in contemporanea al sottopasso. Ma se ne fregano dei disagi che creano?…..: TIR, pulman, serpentoni di auto etc. che attraversano il paese di Isola D. Femmine quando spesso (purtroppo) chiudono l’autostrada per incidenti. Ma poi perche’ nessuna autorità alza la voce per questi ritardi e disagi, ad esempio la società dei bus che collega la città con l’aeroporto, gli autotrasportatori, che si trovano a manovrare i tir in stradine strette e tortuose, e i tanti pendolari. Quanto ancora dobbiamo pazietare?

  • monte_Pellegrino 597
    01 giu 2014 alle 21:11

    Ma non si doveva fare la rotonda in corso Tukory davanti via Lodato? Chi sale da corso Tukory, per andare in via Monfenera e poi piazza Montegrappa e quindi non passare dal calvario di piazza Indipendenza che strada deve fare? Prima i due tronconi di via Monfenera, a valle e a monte di via Lodato erano in comunicazione, ma ora come si fa?

  • giuseppe83 88
    02 giu 2014 alle 21:33

    Con immenso rammarico, ma per nulla sorpreso, registro la presa in carico a tempo pieno, da parte della ditta “abusivi&co”, del parcheggio accanto alla stazione Vespri…La tariffa varia da 1 a 2 euro a parcheggio, a discrezione dell’utente, che sarà ben lieto di contribuire al remunero delle casse della “famigghia”. Grazie Sindaco dei provvedimenti presi fino adesso per la custodia dei nostri auto e motoveicoli!

  • Franco 1 11
    03 giu 2014 alle 8:18

    peppe2994 commento veramente molto inutile,
    attivare un tratto del doppio binario si ci sono da fare delle modifiche ma non complicato come descrivi. E poi dici una fesseria che si spenderebbero i soldi due volte.

  • peppe2994 3120
    03 giu 2014 alle 9:41

    Pensala come vuoi, ma stai sicuro che se scrivo una cosa mi baso su determinati fatti.

    Vai alla centrale di controllo circolazione treni se ne hai la possibilità e tutto sarà più chiaro.
    C’è un mondo che non si vede dietro i servizi ferroviari.


Lascia un Commento