11 apr 2014

Degrado Villa Romana a Piazza Vittoria


Vorrei segnalarvi il profondo degrado di un sito archeologico nel pieno centro della nostra città, quale la Villa Romana di piazza Vittoria. Mentre all’interno di villa Bonanno esiste un verde relativamente curato e con lavori di sistemazione che stanno risvegliando l’intera zona, entrando nella Villa si nota un profondo degrado e un’incuria nella manutenzione del sito che rasenta la sua completa distruzione. Sembra che qui il decoro urbano faccia parte di un ente assestante che esuli dal resto della città.

007_zps7cc376f1

Chi gestisce questo sito non solo dovrebbe essere licenziato immediatamente, ma dovrebbe essere denunciato penalmente. Tutto è abbandonato, addirittura si denotano sacchi di immondizia di abbandonati da epoche remote. Questo è intollerabile in una città che l’unica fonte di guadagno è rimasto solo il turismo.

 

009_zps00244678


degradopiazza della vittoria palermoromanavillaVilla Bonanno

7 commenti per “Degrado Villa Romana a Piazza Vittoria
  • Massi 39
    11 apr 2014 alle 9:44

    Caro Mediomen,
    siamo alle solite. Questo stupendo sito artistico non interessa a nessuno, per questo è abbandonato. Piuttosto che informare il comune di Palermo bisognerebbe mandare questa tua intelligente comunicazione a Prada, Armani, Della Valle. Ti ricordo che Della Valle sta finanziando il restauro del colosseo a Roma. Tra l’altro io l’ho visitato ma credo che la maggior parte dei palermitani, anche quelli colti, non c’hanno mai messo piede. Sono sicuro che sono piu’ i nostri cittadini ad avere messo piede da Prada in piazza Politeama che in questo sito.
    Condivido il tuo punto di vista. Coraggio

  • lumilit 44
    11 apr 2014 alle 11:50

    Carissimo mediomen, dovremmo inviare questa documentazione al sindaco Prof. Leoluca Orlando, che si è a suo tempo battuto per la nomina a Palermo quale citta capitale europea della cultura….

  • mediomen 1136
    11 apr 2014 alle 14:19

    @lumilit secondo me dare la colpa al Sindaco significa dare la colpa a nessuno, capisco che essendo al capo di un’organizzazione abbia le sue colpe ma per risolvere il problema bisogna partire dalla base. E’ la base che è sorda e non sente gli stimoli per una risoluzione e miglioramento delle attuali condizioni che si sono venute a creare.
    Partire dal custode che vi lavora, fa tutto quello che la sua mansione prescrive? Ha una procedura che indichi quello che deve fare? Ha segnalato a chi di dovere le anomalie? e così sempre più in alto nella scala gerarchica. Come nelle ditte private è stato imposto a rispettare alcune norme, anche nel pubblico devono essere rispettate anzi in maniera più rigida, questo non succede per il lassismo di chi deve legiferare e non lo fa.

  • Irexia 670
    11 apr 2014 alle 14:42

    @ mediomen
    Non è che l’ente a sè stante è l’assessorato regionale ai beni culturali? Bisognerebbe capire quale ente ne è proprietario e non è detto sia il Comune…
    E’ comunque un sito molto interessante, anche perché, per quanto ne so io, sono le uniche vestigia di presenza romana in città, e sono sempre state pochissimo segnalate e curate.
    Purtroppo credo che un custode abbia come mansione la custodia cioè stare a guardare, ci dovrebbe poi essere un responsabile che invece dovrebbe avere il compito di curare la fruibilità del sito, la sciurezza per i visitatori nonchè il mantenimento dei preziosi tesori che si rinvengono! Se ben ricordo, tra l’altro, l’ingresso è gratuito! O sbaglio?

  • mediomen 1136
    11 apr 2014 alle 16:15

    Si l’ingresso è gratuito e durante la mia visita non ho incontrato ne custodi ne visitatori.
    Sarebbe bello e necessario che il Comune mettesse on line il mansionario dei dipendenti, anche non nominativo.


Lascia un Commento