09 apr 2014

Tram linea 2: via Casalini chiusa…anzi riaperta


Nuova ordinanza dell’ufficio traffico e questa volta viene riaperto il varco semaforico in via L. Da Vinci, all’altezza di via Casalini. L’incrocio è stato infatti oggetto di contestazioni fra politici, residenti, commercianti e detrattori della linea tranviaria. Con risultato che è stata generata una gran confusione.

 

Ma ricapitoliamo:

in data 10 Marzo 2014 si è svolta una conferenza di servizi presso la sede della V Circoscrizione per discutere la ridefinizione del varco di via Casalini, a seguito di alcune criticità da parte di alcuni commercianti. Nella stessa sede si è chiesto quindi lo spegnimento del relativo semaforo che a quanto pare generava lunghe code. A tal proposito, è presente un video che circola su facebook e che mostra  la fila di auto in prossimità di questo semaforo…ma nessuno ad accorgersi delle tante auto lasciate in sosta vietata davanti ai bar.

A seguito di questa riunione, in data 12 Marzo 2014 viene decisa la chiusura in via sperimentale del varco all’altezza di via Casalini con barriere new jersey (per impedire l’inversione di marcia alle auto), e l’attivazione del semaforo solo  con prenotazione della chiamata per salvaguardare i pedoni.

Ma giorni dopo arrivano ulteriori lamentele, questa volta da Passo di Rigano. E in data 27 Marzo 2014 la Circoscrizione chiede l’immediata apertura del varco di via Casalini.

Il 3 Aprile 2014 quindi viene emessa una nuova ordinanza dove viene ripristinato il semaforo e riaperto il varco. Qui l’ordinanza che riassume  questa vicenda dai contorni assurdi.

casalini

 

Proposte: accorciare i marciapiedi alle volte non basta. Perchè non rivalutare il prolungamento delle incomplete via Ur10 e via Aci? Ne avevamo già parlato ed è un’ottima soluzione per dare uno sfogo all’intera via Casalini.

Infine: perché istituzioni come le Circoscrizioni, a diretto contatto con il territorio, non cominciano a portare avanti un serio piano di comunicazione sulla nuova opera?  La gente ha fame di informazione, voglia di sapere e conoscere i percorsi e le future fermate. Si illustrino i vantaggi che ne può beneficiare il territorio e le borgate, la concreta possibilità di poter lasciare la propria auto per certi spostamenti, piuttosto che dare ascolto a chi parla di attività commerciali chiuse per colpa della tranvia.


canale passo di riganolinea 2passo di riganosemafori palermoSISTramtram linea 2tram palermoviavia casalini palermoVia L. Da Vincivia leonardo da vinci

7 commenti per “Tram linea 2: via Casalini chiusa…anzi riaperta
  • Luca S. 129
    09 apr 2014 alle 8:58

    O.T.
    Certo che a vedere sta foto viene il ribrezzo. Una macchina sul marciapiede e in prossimita’ delle striscie, dove c’e’ lo scivolo.
    Un cassonetto quasi all’incrocio, un camioncino sul marciapiede.
    Mamma mia, ma nemmeno in Siria al momento c’e’ tanta anarchia.

    Chieso scusa per l’off-topic.

  • gomez 121
    09 apr 2014 alle 10:23

    Fa ridere un comune che non sa prendere decisioni. Un “Ufficio Traffico” o comunque chi si occupa di gestire il traffico non dovrebbe prendere decisioni solo in base ai “suggerimenti” dei residenti ma dovrebbe conoscere il suo mestiere, vero siamo in Italia non esiste il concetto di “impare un mestiere” ma solo di “occupare un posto”. :(

  • Fulippo1 1343
    09 apr 2014 alle 16:17

    Sono passato oggi proprio da quell’incrocio, dopo aver letto l’articolo e mi sono soffermato un attimo sui particolari.
    Innanzi tutto è ancora chiuso, ma poi in entrambe le direzioni le corsie lato marciapiede, che dovrebbero essere quelle dedicate alla svolta a destra ed a proseguire la marcia con semaforo indipendente da quello per svoltare a sinistra, sono completamente impraticabili.
    In entrambi i lati macchine parcheggiate ovunque e addirittura sempre in entrambi i sensi i cassonetti della spazzatura quasi all’angolo con l’incrocio.

    Per cui delle due corsie di preselezione per lato di fatto se ne può utilizzare solamente una, e di conseguenza i veicoli che devono proseguire dritto, anche a semaforo verde, rimangono imbottigliati.
    Ci credo che si vengono a creare le lunghe code…

  • salvatore84 4
    08 mag 2014 alle 20:03

    Io penso che qui il problema sia dettato da 2, 3 politi, bisognerebbe fare una petizione tra tutti i commercianti, sono i cittadini che devono avere voce in capitolo, bosogna vederci chiaro, una volta fatta una petizione commerciante per commerciante e abitanti della zona, carta canta!!!


Lascia un Commento