07 feb 2014

Una proposta per raggiungere via Meli.


Vorrei fare una piccola considerazione sull’organizzazione della viabilità alternativa attuale intorno piazza San Domenico, e dell’effettiva accessibilità della via Meli in seguito alla chiusura della piazza stessa. Premetto che la mia non vuole in alcun modo essere una polemica verso l’isola pedonale in se, e che l’intervento di chiusura è da me condiviso pienamente. Semplicemente trovo che ad una chiusura debba comunque seguire una seria organizzazione della viabilità circostante, altrimenti si rischia di dare adito alle spesso sterili polemiche di chi vede in quest’isola pedonale l’origine della propria rovina economica.

Come tutti sappiamo, prima la via Meli era percorribile dalla via Roma direzione piazza Fonderia, con biforcazione in via Bambinai verso via Squarcialupo e il Conservatorio di Musica.

Le frecce azzurre la situazione attuale, quelle rosse la soluzione secondo me probabilmente più semplice:

Quando la piazza è stata chiusa si è creduto, o almeno lo credevo io (o probabilmente lo è stato per un breve periodo), che l’alternativa per il raggiungimento della via Meli in automobile (doverosa per carità) fosse percorre la via Valverde a cui era stato nel frattempo cambiato il senso di marcia.
Solo che così non è, attualmente la via Meli è raggiungibile solo dalla via Crispi, con accesso dalla via San Sebastiano.
Secondo logica, visto che il principale problema sollevato era proprio la facile raggiungibilità di questo quartiere dalla via Roma, il percorso di via Valverde avrebbe dovuto proseguire sino a via Bambinai sino a dietro le absidi di San Domenico. Invece giunti all’accesso del Largo Cavalieri di Malta (alla chiesa di Valverde) ci si ritrova un bel divieto che obbliga alla svolta in direzione della via Crispi percorrendo la via Sant’Alessandro. Il risultato, visto che non tutti conoscono a memoria i vicoli del centro storico, è confuso e farraginoso. Inoltre se il cambio di senso di via Valverde aveva come fine il raggiungimento della via Meli, che senso ha avuto allora cambiare tutti gli altri sensi prediligendo l’accesso dal mare?

Questo non creerebbe nemmeno problemi per chi proviene dalla via Crispi, visto che basterebbe svoltare in via Sant’Alessandro per poi dirigersi verso la via Bambinai.

Mah secondo me non ha molto senso, la via Meli non è mai stata direttamente raggiungibile dal mare, quindi piuttosto che stravolgere tutto quanto sarebbe secondo me bastato creare questo percorso dalla via Valverde, mantenendo invariata la situazione intorno piazza Fonderia.
Ora non so cosa preveda il PUT nella sua interezza, ma non credo che questa piccola modifica sia così insensata.


piazza san domenicovia Melivia Valverdeviabilità

4 commenti per “Una proposta per raggiungere via Meli.
  • flegias 83
    07 feb 2014 alle 11:15

    Ma via bambinai non è un po’ stretta per il doppio senso di circolazione?
    Basta fermasi in Via Sant’Alessandro e poi due passi a piedi!(eccetto residenti)

  • MAQVEDA 17489
    07 feb 2014 alle 13:35

    Flegias
    mi sarò spiegato male, non propongo il doppio senso in via Bambinai, ma l’inversione del senso.
    Le frecce blu è il senso attuale, quelle rosse la mia proposta.
    Io i due passi a piedi me li faccio, ma siccome non voglio più sentire polemiche sull’isola pedonale di San Domenico, spero in una soluzione la più semplice possibile per permettere agli automobilisti l’accesso a via Meli, così siamo tutti contenti.


Lascia un Commento