10 gen 2014

Svincolo Irosa: Apertura dall’ 11 Gennaio


Finalmente si avvia a conclusione il travagliato iter per questo svincolo autostradale che permetterebbe di raggiungere Piano Battaglia con un risparmio di 20 minuti nei tempi di percorrenza, e una maggiore agevolezza.

Vi parlammo della sua triste inaugurazione e da allora sono stati effettuati tutti i vari lavori e finalmente dopo 7 mesi lo svincolo verrà definitivamente aperto.

foto-1

 

Da Madonielive: Tanto per dare alcuni numeri di questa eterna opera che si appresta ad essere completata:
Inserita nella legge sul turismo del 1975 dall’Assessore Pasquale Macaluso, dopo che l’Ing. Fatta dell’Ufficio tecnico della Provincia coadiuvato dal geologo Pagano ne hanno accertato la fattibilità, da inizio a 30 anni di disavventure tecniche, burocratiche, politiche, finanziarie, che ci ha visto impegnati a:
– realizzare la strada di penetrazione agricola Tre aree verso Irosa per eliminare una opposizione politica;
– Lo stesso Macaluso da Assessore al Bilancio nell’1983 con una variazione di bilancio finanzia 5 miliardi per lo svincolo.
-Il decreto dell’Assessore ai LL.PP. Filippo Fiorino consente al Comune Capofila di affidare l’incarico della progettazione all’Ing. Giuseppe Cappuzzo, che ricordiamo con affetto e stima.
– Appaltato il cavalcavia, la lievitazioni del costo del cemento armato ci ha obbligato nel 1988 a cambiare in ferro la sua realizzazione con la conseguenza di non completare l’opera.
– il comune capofila, dopo aver speso 10 miliardi dei 13 appaltati per il II° lotto fino a Tre aree, per motivi giudiziari ha dovuto rescindere il contratto con l’impresa;
– nel 1994 siamo riusciti a farla assumere dalla Provincia alla quale la legge 9/86, ne attribuiva la competenza
-Il finanziamento della Provincia di 6 milardi e 600 milioni del 996 per il completamento della circonvallazione di Blufi a Tre Aree non poté essere utilizzato perché l’Assessorato Regionale T.A. ha rilevato che l’opera non era conforme agli strumenti urbanistici, impedendone qualsiasi prosecuzione oltre a rischiare la soppressione dal piano triennale, provvedimento che l’esistenza del finanziamento ha impedito e salvato l’opera.
– L’intervento del Segretario Generale della Provincia Dott. Infurnari il 10 febbraio del 999 ha permesso di ottenere la conformità urbanistica in base all’art. 10 della legge 40/95 evitando ai tre comuni perdita di tempi per la variante al piano regolatore oltre a sopportare un onere non indifferente.
-L’Ing. Margiotta, incaricato dei rilievi per ottenere l’autorizzazione dell’Assessorato T. A. avendo rilevato che i lavori già eseguiti col secondo lotto avevano consolidato la zona Marabuto, ritenuta dissestata, consente al Genio civile nel 2002 di esprimere il parere favorevole necessario all’autorizzazione del T. A., nella quale viene sancito che detto provvedimento costituiva variante agli strumenti urbanistici dei tre territori interessati.
-La Provincia prepara il progetto che prevedeva il completamento del cavalcavia, i lavori del secondo lotto interrotti, ed il completamento sino a Trinità per un importo di 36 milioni di euro.
-Per tale realizzazione nel 2006 interviene la Regione con un finanziamento di 17 milioni di euro che la Provincia, previo accordo con L’A.N.A.S. che ha impegnato 1 milione e 900 mila euro e con il comune capofila che doveva utilizzare le somme disponibili , ha realizzato il lotto fino a Tre Aree, sulla provinciale Castellana Resuttano. Nel corso dei lavori l’ufficio Tecnico sotto l’attenta direzione degli Ingegneri Traina e Troja coadiuvati dall’Ing. Schiera, ha utilizzato gli imprevisti per sopperire alle difficoltà economiche di Soprana, ammodernare il tratto di strada Tre Aree- Blufi e prevedere una corsia laterale per i mezzi agricoli, ancora da delimitare. Il Presidente Avanti il giorno prima che lasciasse il suo incarico,14.06.2013 ha voluto festeggiare il fine lavori.


a19anas siciliaanas spaautostradaautostrada palermo-cataniacatifra srlcollegamento palermo madoniecome raggiungere le madoniecomune di blufigangiitalsystem srlmadoniemobilita palermonovus spanuove infrastrutture siciliaOPEREpetraliapetraliepiano battagliaprovincia di palermosvincolo irosatetrapodos arlviabilità madonie

5 commenti per “Svincolo Irosa: Apertura dall’ 11 Gennaio
  • Sizilianisch 74
    10 gen 2014 alle 14:48

    Lo svincolo in questione denominato “Irosa” si trova sulla A/19 “Palermo – Catania” Tra gli svincoli “Tremonzelli” e “Resuttano”.
    Quest’opera ( incompleta poiché concepita per collegare la A/19 alla S.S. n. 120 in localita Madonnuzza Fraz. di Petralia Soprana – PA) consentirà di collegare rapidamente all’arteria autostradale comuni quali Blufi, Bompietro, le Petralie, ecc. ecc. collegamento che risulterebbe ancor più rapido una volta completata sino al Bivio Madonnuzza dove scorre la S.S. n. 120 e dove ha inizio la S.S. n. 290.

  • francesco 0
    12 gen 2014 alle 11:26

    figurati!! per il secondo tratto passeranno altri 30 anni. quando l’uomo andra in treno su marte forse faranno il secondo pezzo di strada


Lascia un Commento

Ultimi commenti