03 gen 2014

Il degrado a Villa Giulia


Ritengo opportuno segnalare lo stato di degrado in cui versa Villa Giulia:statue decapitate, arredi imbrattati, panchine distrutte, viali ridotti ad acquitrini, cancellate mancanti, fontane senza acqua, impianto di illuminazione fuori uso… allego alcune foto 

11692701995_82c9150976_c

 

11692690495_c38ce5a759_c

 

11692761555_63ede596cf_c

 

11692870733_54f4996cba_c

 

11693115924_47eb67f776_c

 

11693498916_317386d814_c

 

In passato si era parlato di un bando per il completo recupero. Che fine ha fatto?

4 commenti per “Il degrado a Villa Giulia
  • Luca S. 129
    03 gen 2014 alle 14:37

    Due anni fa in Cambogia (paese considerato del terzo mondo, ranking da rivedere totalmente lo stato di Palermo e dintorni) mi colpirono un numero non precisato e cmq enorme di statue con la testa decapitata. La guida mi disse che era dovuto alla guerra civile e al fatto che in Cambogia per 20 e più anni ha regnato l’anarchia assoluta.
    Non so se cogliete le similitudini…

    PS: le strade erano pulite e ben asfaltate, dove esistevano. Ah, gli hotel delle città non eran circondati da cataste di munnizza…

  • Coriolano 53
    03 gen 2014 alle 19:27

    Signori sappiamo benissimo che il degrado di questa città è essenzialmente figlio del degrado della società palermitana. La sensazione, peraltro confermata dai fatti, è che l’”umanità” di Palermo stia progressivamente ed inesorabilmente scadendo. Le persone civili che si battono quotidianamente per una città migliore sono una sparuta minoranza rispetto alla massa immensa di Palermitani che non ha neanche idea di cosa significhi “civiltà” e di cosa questo implichi a livello di singoli comportamenti. Le amministrazioni comunali, di qualsiasi colore esse siano, non hanno la possibilità di attuare controllo e repressione (a volte, ahimè neanche l’interesse o il coraggio) banalmente perchè non ci sono le risorse, economiche ed umane, per poterlo fare. Bisogna, allora, intervenire alle radici del problema: l’educazione.
    La rinascita “sociale” di questà città non può non passare dalla Scuola e da seri e ragionati programmi di educazione alla legalità, al rispetto dell’ambiente e al rispetto del bene comune. Ci vorrà tempo, ci vorranno anni. Ma è a mio avviso l’unica strada.

  • Athon 854
    03 gen 2014 alle 20:52

    Dovrebbe essere interessata da un serio intervento di recupero. E’ uno dei gioielli di Palermo.

    L’esoterica Villa Giulia spiegata da Jean Paul Barreaud:


Lascia un Commento