12 dic 2013

ATTENZIONE: Trenitalia applica sovrapprezzo! Vi spetta rimborso


Io e Trenitalia ci amiamo. E’ un amore di lunga data, che ebbi modo di decantare già tre anni fa a seguito di questa tragi-comica esperienza. Se da un lato è vero che ormai non c’è più da stupirsi di nulla, soprattutto quando si parla di ferrovie siciliane, dall’altro è altrettanto vero che trovano sempre il modo di stupirti.

Il servizio “metropolitano” negli anni è colato a picco, scaraventato impietosamente verso una parabola discendente: treni soppressi, continui ritardi, dismissione del biglietto unico Amat-Trenitalia, carrozze fatiscenti, stazioni e fermate vandalizzate, ticket-machine la maggior parte delle volte guaste, etc.

Trenitalia non sembra affatto dispiaciuta della cosa, la voce registrata in filodiffusione nelle stazioni fa ammenda per loro: “ci scusiamo per il ritardo”.

C’è da precisare che il costo di un biglietto metropolitano Trenitalia non è diverso da quello di tutte le altre città di Italia dove i servizi funzionano decisamente meglio (seppur lontani dagli standard europei).

Risultato? La gente evita il treno, e la maggior parte delle volte utilizza mezzi di trasporto alternativi. Qualsiasi azienda che abbia a cuore la sostenibilità economica del proprio modello di business a questo punto prenderebbe atto della situazione e cercherebbe di migliorare il servizio, possibilmente venendo incontro alle esigenze dei clienti – almeno, i privati ragionano così, forse per il pubblico la questione è diversa. Sta di fatto che il più delle volte si è invece mostrato disinteresse totale.

Ma parliamo del servizio di trasporto verso l’aeroporto di Punta Raisi. Tralasciando la dubbia correttezza nel mantenere una tariffa fissa, indipendentemente dalla stazione di partenza – il costo è di 5,75€ che si parta dalla stazione centrale di Palermo o da Piraineto (la fermata prima di arrivare a destinazione) – ho notato che il costo del biglietto ha un sovrapprezzo di ben 2€ se si parte da un qualsiasi stazione che non corrisponda a quella Centrale: per la precisione 7,25€.

Essendo la cosa assolutamente ingiustificata, considerato soprattutto per la distanza da tutte le altre stazioni è minore, quindi tuttalpiù il prezzo dovrebbe scendere e non aumentare, chiamo la direzione generale per ricevere spiegazioni.

Faccio presente il tutto e la signorina al telefono mi risponde di non esserne assolutamente al corrente e che il prezzo da tutta l’area metropolitana di Palermo è fisso a 5,75€. Insisto che non è così, anche perché il sovrapprezzo non risulta soltanto dal sito web, ma anche dalle ticket-machine. Mi chiede di lasciarle il numero per essere ricontattato.

Pochi minuti dopo arriva la spiegazione: “è un problema delle macchinette e del sito web, probabilmente dovuto al nuovo orario invernale. Il problema è già stato segnalato, quindi se lei vuole partire da qualcuna di quelle stazioni dove è indicato il sovrapprezzo conservi il biglietto, perché abbiamo già previsto il rimborso della differenza”

Alché chiedo: “ma Trenitalia ha dato comunicazione ufficiale del problema ai propri clienti?”

Risposta: “no, il problema è stato segnalato ma ancora non è stata data comunicazione”.

Ottimo, e tutti quelli che nel frattempo hanno pagato 7,25€ e non sanno nemmeno che possono chiedere il rimborso??? Fate il piacere di divulgare questo articolo, per evitare che altra gente perda i propri soldi


mobilita palermopunta raisirimborso bigliettotrenitalia

4 commenti per “ATTENZIONE: Trenitalia applica sovrapprezzo! Vi spetta rimborso
  • peppe2994 3062
    12 dic 2013 alle 11:02

    Però il personale trenitalia è informato.
    Se compro un biglietto ad Orleans per Punta Raisi ma lo compro come se partissi dalla stazione il persolale addetto al controllo dei biglietti non dice nulla perchè sa del problema.

    Insomma la solita disorganizzazione, anche se il problema si è verificato da poco, bisogna vedere in quanto risolvono.

  • emanuele262 30
    12 dic 2013 alle 14:15

    ottima informazione. Sulla frase “Tralasciando la dubbia correttezza nel mantenere una tariffa fissa, indipendentemente dalla stazione di partenza” sono d’accordo ma purtroppo è un trucco che trenitalia fa spesso. A Roma, ad esempio, si può andare all’aeroporto Fiumicino anche in treno: partire da centrale o partire da “parco leonardo” (appena UNA fermata prima di fiumicino” costa comunque qualcosa come 8 euro…

  • blackmorpheus 54519
    12 dic 2013 alle 14:23

    @emanuele262 in realtà nemmeno, perché se ti fermi a Roma Tiburtina il biglietto costa 8 euro…ma se ti fermi a Roma Termini paghi 15 euro

  • mediomen 1142
    17 dic 2013 alle 8:49

    Trenitalia fa di tutto pur di non aver passeggeri sui propri treni, e ci riesce! Fino a quando queste aziende pseudo private vengono considerate solo stipendifici sarà sempre così.


Lascia un Commento