11 dic 2013

Anello Ferroviario, via libera dalla Giunta Comunale


Si completano gli ultimi atti amministrativi necessari prima dell’avvio dei lavori dell’Anello Ferroviario. Questa volta la Giunta Comunale ha approvato, su richiesta dell’Assessorato Regionale alla Mobilità, l’approvazione amministrativa del progetto esecutivo.  Sono gli ultimi atti formali prima dell’avvio dei lavori che, come promesso alla recente conferenza stampa, dovrebbero cominciare verso la seconda metà di Gennaio.

 

anello

 

La palla adesso passa alla Regione che, alla luce di questa approvazione, dovrà solo emettere il decreto di cofinanziamento per consentire l’avvio della cantierizzazione.

Insomma, burocrazia che si aggiunge ad ulteriore burocrazia. Ma forse siamo davvero alla fine…


anello ferroviariocomitato viale delle alpimobilita palermopassante ferroviario palermopfprfisan lorenzo colliSISstato dell'artestato lavoritempistichetratta btratta b passante ferroviariotrenitaliavia daidoneviale delle alpiviale delle alpi palermoviale lazio palermo

10 commenti per “Anello Ferroviario, via libera dalla Giunta Comunale
  • Pietro Bolenares 0
    11 dic 2013 alle 11:06

    @ciko

    Proprio inutile no (quantomeno “qualcosa” sembra muoversi), ma alquanto “deludente” sì; a partire, ad esempio, dal binario unico (e non mi convince, francamente, la “spiegazione” secondo la quale… tanto il percorso è breve!) e, a seguire – atteso che mancano le adeguate risorse finanziarie – dalla circostanza che il completamento (“chiusura”) dell’anello non ha tempi certi, cosicché esso resterà un’opera “infinita” (nel significato etimologico del termine) per chissà quanto tempo.

    Capisco che i “signori amministratori” vogliano sfruttare mediaticamente la cantierizzazione dell’anello ferroviario, ma ciò non fa velo sulla verità delle cose: il lavori che (forse) inizieranno a breve riguarderanno quello che – con più aderenza alla realtà – andrebbe definito… moncone dell’auspicabile anello ferroviario! ;-)

  • peppe2994 3143
    11 dic 2013 alle 11:22

    Ogni opera è fondamentale per una città che non ne possiede, quindi nulla va considerato inutile. Qualunque cosa permetta alle persone di spostari va incentivata, nella speranza che la completino con il lotto 2 allora sarebbe perfetto.

    Il singolo binario sulla tratta è una soluzione ottima che abbatte drasticamente i costi. Considerato che ogni fermata sarà a doppio binario per legge ribadisco anch’io che per percorsi così brevi e fermate così vicine tra loro il singolo binario non influenzerà minimamente la frequenza dei treni.

  • ruggys 276
    11 dic 2013 alle 11:25

    ma quanto è lunga la trafila burocratica per far partire un cantiere??????????????????? grazie che nessuno investe piu in italia

  • huge 2221
    11 dic 2013 alle 12:33

    @peppe2994,
    non esiste alcuna legge che imponga delle fermate a doppio binario. Perché mai una soluzione del genere dovrebbe essere obbligatoria?
    E infatti la fermata Politeama sarà l’unica ad avere due binari, mentre tutte le altre, comprese le nuove fermate Lazio e Porto saranno a singolo binario.
    Falso poi che la scelta a singolo binario non influenzerà la frequenza dei treni. Altroché se l’influenzerà. Se non altro per il fatto che presumibilmente il servizio sarà unidirezionale (ad anello completato).
    A mio parere la scelta del singolo binario, certamente dettata da considerazioni economiche, è una scelta miope e che si rivelerà fin da subito inadeguata. Scommetto che appena attiveranno la linea (quando?) s’inizierà a parlare della necessità di un possibile raddoppio, come nelle migliori commedie all’italiana.

  • Fabion54 48954
    11 dic 2013 alle 14:24

    @Huge: Però bisogna anche pensare che con i treni attuali, il singolo binario basta e avanza. Quindi bisognerebbe anche capire le vere intenzioni di Trenitalia.

  • nino0408 1
    09 gen 2014 alle 22:00

    E’ un opera giusta, ma soltanto se affideranno la gestione della metropolitana no più a trenitalia che fa passare i treni ogni mezzora. Nelle vere metrò passano ogni 5 minuti ( e sto andando largo). E avrà un senso se si faranno i lavori direttamente con un doppio binario e che sia adatta per i treni automatici leggeri (quelli che vi sono nelle vere metrò e non per i minuetti che sono troppo ingombrati e lenti. più efficienza e treni veloci piuttosto che treni con poltrone confortevoli che però ti lasciano a destinazione dopo un ora). Altrimenti sarà un’opera inutile. Quella attuale non lo è del tutto perchè cmq collega la città all’aeroporto, ma se fanno delle fermate nel centro storico e trenitalia deve fare passare i treni ogni mezzora sono allora soldi buttati per chè la gente preferirà cmq continuare a prendere il bus. Si provveda a fare da subito dei bandi per affidare a privati la gestione delle tratte (compresa quella che porta dall’aeroporto alla stazione centrale possibilmente).

  • Calò 80
    09 gen 2014 alle 22:12

    Nino, il numero di corse non dipende da Trenitalia, che anzi’ le aumenterebbe. Dipende da quante risorse mette a disposizione la Regione Siciliana. In ogni caso non si tratta di una metropolitana, ma di una normalissima linea ferroviaria, utilizzata anche per gli spostamenti all’interno dell’area urbana.


Lascia un Commento