04 dic 2013

Al via il Passante Ferroviario-tratta B- e Anello Ferroviario: conferenza stampa e dettagli


Nel corso di una conferenza stampa tenutasi Lunedì 2 Dicembre presso la sede della SiS sono stati presentati i lavori per la realizzazione della cosiddetta “Variante Tratta B” per il raddoppio del passante ferroviario nel Nodo di Palermo.
All’incontro, che si è svolto nell’ex Magazzino Stampati di Lolli, hanno partecipato l’Assessore Regionale Trasporti, Nino Bartolotta e il Sindaco, Leoluca Orlando, accolti dal Presidente di Rete Ferroviaria Italiana, Dario Lo Bosco.
Agli ospiti è stato mostrato il progetto, i cui aspetti tecnici ed economici sono stati illustrati dal Responsabile della Direzione Investimenti di RFI, Michele Del Principe.
Il progetto esecutivo prevede interventi della durata di poco inferiore ai cinque anni, per un impegno economico complessivo di oltre 218 milioni di euro.

3S0B1717

 

Rispetto al progetto originario, la soluzione in “Variante” adottata in seguito alle richiesta del Comune di Palermo di procedere all’interramento profondo dei binari, presenta un cambiamento sostanziale costituito dalla galleria naturale che si estenderà, per oltre 2 km, dalla stazione di Notarbartolo fino alla futura fermata Belgio.
Oltre a interventi di trasformazione delle stazioni di Palermo Notarbartolo, Francia e San Lorenzo, è inclusa la realizzazione delle nuove fermate Lazio e Belgio/De Gasperi.
Il tracciato, quindi, si svilupperà secondo il seguente percorso:

Notarbartolo – Belgio/De Gasperi (lunghezza circa 2,5 km)
Dopo un primo tratto realizzato sotto via Daidone, la linea curverà in corrispondenza dell’incrocio con via Principe di Paternò, disponendosi lungo viale delle Alpi, in asse alla galleria esistente, ad una quota di circa 15 metri inferiore. Subito dopo l’attraversamento di viale Lazio, sarà realizzata la futura fermata Lazio, dove il tracciato raggiungerà le quote più profonde, poste a circa 25 metri sotto il piano stradale.

Belgio/De Gasperi – La Malfa (lunghezza circa 2,5 km)
Il tratto successivo, dalla fermata Francia fino alla stazione San Lorenzo, per effetto dell’abbassamento in trincea profonda della stazione, sarà realizzato in galleria artificiale così da garantire anche il mantenimento a raso degli assi viari esistenti. Il tratto finale dalla stazione di San Lorenzo fino a La Malfa/EMS è in trincea che gradualmente si riduce di profondità fino a raggiungere l’attuale quota di superfice nel segmento finale del tratto in variante.

3S0B1716

 

3S0B1715

 

3S0B1718

3S0B1720

3S0B1721

 

Il programma aggiornato sui tempi di consegna.

3S0B1722

 

Particolari degli interventi sulla tratta B.

3S0B1723

3S0B1724

3S0B1725

3S0B1726

 

Infine l’Anello Ferroviario. I relatori hanno confermato confermato la consegna dei lavori prevista entro fine Gennaio 2014.

3S0B1727

3S0B1728

3S0B1729

3S0B1730

3S0B1731

3S0B1732

3S0B1733

3S0B1740

 

Qui tutti i particolari sui lavori dell’Anello Ferroviario, con le fermate e le aree interessate dai futuri cantieri:

http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2013/03/06/anello-ferroviario-verso-lavvio-dei-lavori/


anello ferroviariocomitato viale delle alpimobilita palermopassante ferroviario palermopfprfisan lorenzo colliSISstato dell'artestato lavoritempistichetratta btratta b passante ferroviariotrenitaliavia daidoneviale delle alpiviale delle alpi palermoviale lazio palermo

29 commenti per “Al via il Passante Ferroviario-tratta B- e Anello Ferroviario: conferenza stampa e dettagli

Comment navigation

  • Fabion54 48788
    05 dic 2013 alle 16:28

    @zavardino: Per quanto riguarda l’anello, il primo lotto com’è scritto nell’articolo si pensa sarà completato entro tre anni dall’apertura dei cantieri che si prevede inizieranno nel 2014 quindi entro il 2017 dovrebbero essere conclusi.

  • drigo 404
    05 dic 2013 alle 17:06

    Sono stato frainteso. Io intendevo dire che trasformare viale Francia in un accesso all’autostrada sarebbe una iattura. Sarebbe molto più sensato renderla una via d’accesso da e per via Ugo la Malfa, mentre il vero svincolo dovrebbe essere via De Gasperi, con conseguente chiusura e abbattimento della rampa di via Belgio.

  • Fabion54 48788
    05 dic 2013 alle 21:56

    @drigo: Ma c’è già la Maxi-Strada per collegare via Ugo La Malfa, invece ritengo che questo nuovo svincolo Francia migliorerà proprio la viabilità dello svincolo Belgio, che verrà notevolmente sfoltito visto che tutti coloro che provengono da Viale Strasburgo non dovranno necessariamente immettersi in autostrada da Via Belgio, ma potranno farlo da Francia

  • drigo 404
    06 dic 2013 alle 12:00

    Si fabion, infatti io contesto proprio l’utilità di svincoli autostradali concepiti come via belgio, che in uscita producono soltanto tappi alla circolazione. Molto più sensato aprire via De Gasperi.

  • Fabion54 48788
    06 dic 2013 alle 17:17

    @drigo: Sensato sicuramente, ma il problema è sempre uno, i soldi. Quindi dobbiamo sfruttare al massimo quello che abbiamo cercando le migliori soluzioni ;)


Lascia un Commento