20 nov 2013

Igiene e decoro della città: ecco il piano del Comune


Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa del Comune di Palermo circa il nuovo piano di igiene e decoro affidato alla Rap.

Un piano  in 11 punti per interventi straordinari di pulizia in città, affidato a RAP e dal costo complessivo di circa 2,4 milioni di euro, è stato approvato ieri dalla Giunta Comunale presieduta dal Sindaco. Il Piano, che si articolerà nei prossimi due mesi, prevede una serie di interventi permanenti ed alcuni interventi “una tantum”.

1

 

In particolare sono previsti i seguenti interventi e servizi:

 - Task force per Pulizia straordinarie: un gruppo di 25 addetti, supportati da autocarro con Gru e autocarri con pianali e cassoni incaricato della raccolta di rifiuti ingombranti su strada e pulizia e diserbo di aree pubbliche;

- Rimozione rifiuti abbandonati, le cosiddette discariche abusive, con avvio a smaltimento differenziato dei rifiuti, ove possibile. I lavori saranno condotti anche con impiego di pala meccanica e saranno seguiti dalla pulizia del sedime delle aree interessate; 

- ripasso pomeridiano di svuotamento cestini e pulizia aree a maggiore valenza turistica. Tali aree sono quelle inserite nel piano per l’adozione da parte dell’UNESCO e i relativi assi di collegamento transitati dai turisti, nonché le aree di comune maggior transito turistico come l’ingresso del Porto;

- rimozione rifiuti dalle strade asfaltate carrabili ed interne della riserva della Favorita. Sono comprese anche le aree dei “belvedere”, la Spianata Sacra Grotta e la via Padre Cascini con il belvedere finale.

Il servizio proposto prevede la presenza costante di quattro autocarri a vasca con operatori che intervengono giornalmente nella Riserva; 

- rimozione rifiuti nelle aree interne della riserva della Favorita, con 40 operai supportati da sei mezzi mobili, con la raccolta dei rifiuti e la relativa differenziazione ove possibile; 

-  rimozione rifiuti nelle aree circostanti i Cantieri culturali della Zisa, con tre operatori fissi; 

- raccolta e recupero di imballaggi in cartone nelle aree esterne a quella servita da “Palermo differenzia”; le aree servite saranno quelle a maggiore concentrazione di attività economiche lungo gli assi principali e il cartone sarà conferito alle piattaforme del Comieco per il riciclo. 

- raccolta/recupero e avvio a smaltimento differenziato di ingombranti e RAEE in Scuole e Uffici comunali. Sarà svolto in particolare per la rimozione di vecchio mobilio e per lo svuotamento di magazzini che in atto ospitano apparecchiature elettroniche dismesse non recuperabili; 

- smaltimento di rifiuti ingombranti e rifiuti mercatali, presso le piattaforme autorizzate, anche a seguito delle ordinanze del Commissario Straordinario per i rifiuti che ha vietato lo smaltimento a Bellolampo; si prevede di smaltire complessivamente 1.44 tonnellate di rifiuti e conferirli in modo differenziato; 

- servizio di raccolta e smaltimento ramaglie e fiori. Per ottimizzare il servizio di cura e manutenzione del verde, si ricorrerà ad un supporto per la raccolta e lo smaltimento, con il trasporto fino alle piattaforme autorizzate per il trattamento di questa tipologia di rifiuti. 

Sono infine previsti tre interventi “una tantum” nell’area di Villa Trabia (dove è in corso una profonda azione di manutenzione e pulizia del parco, che ha portato alla produzione di grandi quantitativi di rifiuti); la pulizia straordinaria di tre aree con la presenza di grosse discariche (Contrada Lanzirotti Bagnasco, Via Fichidindia e Via Trabucco) ed infine un intervento straordinario nell’area del Campo Nomadi alla Favorita. 

 

 

Facciamo notare come manca tutt’ora un piano di comunicazione  che coinvolga e sensibilizzi la cittadinanza sul tema del mantenimento del decoro urbano, della pulizia, del rispetto del bene e del patrimonio comune.


amiadecoro urbanopiano igiene e decoro della cittàpulizia palermorap

22 commenti per “Igiene e decoro della città: ecco il piano del Comune

Comment navigation

  • giovanni 4
    21 nov 2013 alle 15:52

    vorrei dire a MAQVEDA che si sbaglia di grosso perchè il borgo vecchio è spazzato ogni giorno, sopratutto per la gran parte di feccia che sporca proprio sotto i nostri occhi. o tu non abiti al borgo oppure fai parte di loro.

  • MAQVEDA 17489
    21 nov 2013 alle 21:22

    Caro Giovanni, non capisco perché qui si debba sempre rispondere in maniera cafona e con una tale supponenza, vorrei capire in base a quale ragionamento se affermo secondo te il falso, in automatico sono una feccia che sporca a terra. Mah. Ho detto Borgo Vecchio per indicare la zona, nella mia via, non vedo uno spazzino da anni, ho chiesto anche a mio padre per maggiore sicurezza, ma la munnizza a terra ne è dimostrazione. Forse elimineranno i rifiuti del mercato, ma lo spazzamento delle strade, per favore, io ci vivo da trent’anni. L’ultima volta che li ho visti è stato almeno 4-5 anni fa. Si davano appuntamento ogni mattina, si sedevano su un muretto, e a fine turno se ne andavano. Le tue sentenze, tientele per te.


Lascia un Commento