18 nov 2013

Amat: Al via i controllori in borghese


Riportiamo un comunicato del Comune di Palermo che riguarda una recente delibera Amat sull’autorizzazione di controlli sui vari autobus di personale in borghese per scoraggiare tutti coloro che non pagano i biglietti.

E’ giusto sanzionare chi non paga il biglietto, ma non sarebbe giusto dare la possibilità a tutti di poter acquistare il biglietto a bordo? Non sarebbe corretto mettere in pratica ciò che era stato deliberato qualche mese fa, dove si invitavano tutti gli autisti ad aprire la sola porta anteriore a chi sale sull’autobus?

Queste sono solo alcune degli aspetti negativi di chi quotidianamente utilizza il mezzo pubblico per spostarsi

13062009704

 

Ecco il comunicato:

Il Consiglio d’Amministrazione dell’Amat ha deliberato, nel corso della sua ultima seduta, di autorizzare il personale addetto al controllo dei biglietti ad operare in borghese a bordo dei mezzi al fine di individuare e sanzionare più facilmente coloro che non pagano il biglietto e quindi scoraggiare l’evasione.

Secondo le stime dell’azienda, la percentuale di evasione è pari a circa il 50% con un danno economico di 9 milioni di euro annui.

“Si tratta di una somma enorme – spiega il Presidente dell’Amat Giuseppe Modica – che ha un impatto estremamente negativo sulla qualità del servizio, con un circolo vizioso dove l’evasione fa abbassare la qualità e la bassa qualità spinge all’evasione.”

“Così come siamo impegnati ad intervenire sul primo anello della catena – spiega Modica – per ridare slancio al trasporto pubblico anche con investimenti cospicui e l’acquisto di nuovi mezzi, non possiamo non essere ugualmente determinati ad incidere in modo deciso sul secondo anello, quello appunto dell’evasione.”


amatborghesecontrollori

22 commenti per “Amat: Al via i controllori in borghese

Comment navigation

  • peppe2994 2876
    21 nov 2013 alle 8:05

    Gli orari sono stabiliti in base ai mezzi disponibili e sono quelli indicati sul sito. Solitamente vanno bene ma se si guasta per esempio un bus tutti gli orari slittano ed una corsa salta in modo da mettersi in regola a quella successiva e rispettare il tabellino.

    Poi, dove hai letto il numero di vetture disponibili in una linea? O chi te lo ha riferito?


Lascia un Commento