04 ott 2013

Chiusura via Maqueda: perchè pedonalizzarla


Ancora una decina di giorni prima della riapertura di via Maqueda, e ripristinare il normale transito veicolare. Chiusura che, come ricordiamo, si è resa necessaria per i lavori di messa in sicurezza di una parte della copertura del  Collegio San Rocco. Numerose le lamentele in questi giorni da parte dei commercianti che lamentano cali d’incassi di oltre il 50% e l’imminente fallimento, così come avvenne per la chiusura di Porta Nuova. Evidentemente qualcuno preferiva qualche calcinaccio in testa sui turisti piuttosto che dei lavori di messa in sicurezza (?).

 

20130904_121744

Eppure il traffico non è diminuito ma nemmeno aumentato. I flussi di traffico si sono concentrati su via Cavour e corso A. Amedeo, ma l’impatto dopo i primi giorni non è stato così catastrofico, come alcuni paventavano. E così anche la stessa situazione che si era creata durante la chiusura di Porta Nuova.

 

20130904_121756

20130920_185353

20130904_122049

 

Le immagini vogliono lanciare un chiaro messaggio:  meno inquinamento, più sicurezza per l’utenza debole quali pedoni e ciclisti, maggiore vivibilità con una strada che diventa un luogo dove è possibile godersi gli spazi aperti, socializzare, aggregarsi e giocare.

Tutto ciò prescinde da determinati interventi, e in primis sulla mobilità.

Caro Assessore, ci stiamo già pensando?

 

 


chiusura via maquedacollegio san roccolavori collegio san roccopedonalizzazione via maquedavia maqueda

10 commenti per “Chiusura via Maqueda: perchè pedonalizzarla
  • huge 2138
    04 ott 2013 alle 12:23

    Pedonalizzare via Maqueda (così come gran parte del centro storico) dovrebbe essere una priorità per l’amministrazione comunale.
    Andrebbe però inserita all’interno di un piano complessivo di recupero e riqualificazione della via, che al momento si trova secondo me in uno stato di degrado inaccettabile.
    E’ chiaro che nel caso in futuro si decidesse di pedonalizzarla davvero, bisognerebbe ripensare completamente la sede stradale e trasformarla in passeggiata urbana, aggiungendo l’opportuno arredo urbano.
    Bisognerebbe poi imporrere delle regole rigide su insegne e vetrine, che devono avere tutte un certo standard, decoro e uniformità.
    Anche l’illuminazione pubblica dovrebbe essere soggetta a un’opera di riqualificazione, garantendo sicurezza nelle ore serali.

    Ancora di più un intervento del genere andrebbe pensato e fatto per il cassaro. corso Vittorio Emanuele è ormai una strada morta. Squallida e priva di qualsiasi attrattiva. Lì l’intervento dovrebbe essere ancora più radicale.
    Fossi un grande investitore, anziché puntare su un nuovo CC, investirei nell’acquisto di quanti più esercizi commerciali è possibile lungo il cassaro, da Piazza Marina alla Cattedrale, e creerei una sorta di CC naturale con il pieno controllo sull’intera via e un necessario dialogo con l’amministrazione comunale.
    Si verrebbe a creare un marchio, associato con la via, che darebbe prestigio agli esercizi commerciali stessi.

    Cosa ne pensate?

  • mediomen 1137
    04 ott 2013 alle 13:41

    Concordo per la pedonalizzazione, e come esempio non c’è bisogno di andare lontano, via Etnea a Catania

  • Prometeus 152
    04 ott 2013 alle 13:44

    @Huge: Sarebbe meraviglioso!
    Io ci metterei un tram retrò che colleghi piazza Ruggero Settimo (Politeama) con piazza Giulio Cesare (Stazione)…
    Ho dato un’occhiata all’articolo che hai linkato e, a parte Regent Street a Londra, il mio pensiero va a Liverpool dove pochissimi anni fà il degradato centro storico è stato totalemente recuperato creando il L’pool One, un centro commerciale all’aperto.
    Immagino via Maqeda e corso vittorio Emanuele così e trovo l’idea entusiasmante!
    Propongo ai ragazzi di mobilita di dar vita ad una iniziativa per progerttare questo tipo di intervento, da proporre poi al comune per l’approvazione e il reperimento di fondi pubblici e privati. Potrebbe essere l’occasione che Palermo attende per rinascere economicamente e culturalmente proprio nel cuore della città…

  • Metropolitano 3231
    05 ott 2013 alle 0:58

    In effetti non c’è niente di male nel pedonalizzarla, lasciando almeno la corsia degli autobus aperta. Se il problema è l’invasione possibile di auto in corsia riservata suggerite all’assessore quel sistema bevettato in altre città in cui si alza un paletto retrattile subito dopo che un autobus o un mezzo di soccorso è passato.
    Tanto via Maqueda è stretta e non ci saranno problemi nel chiuderla ai mezzi privati.

  • Massi 39
    07 ott 2013 alle 20:38

    A mio parere chi scrive questi post non capisce niente di commercio. I negozi chiudono e i proprietari vanno sul lastrico. A voi non interessa perché non avete mai avuto un negozio e pensate che tutti i commercianti siano ignoranti cafoni e imbroglioni

  • antony977 165953
    08 ott 2013 alle 0:37

    @massi, non è necessario essere proprietari di un negozio per capire che non è la pedonalizzazione la causa della chiusura di molti negozi e della crisi del settore.
    Anzi, può essere un valore aggiungo per aiutare l’economia.
    Il resto mi sembra una polemica davvero sterile.


Lascia un Commento