01 ott 2013

Nuovo appello da Piazza Vittorio Veneto degradata


Circa un anno fa avevamo raccolto l’appello di alcuni residenti della zona di piazza Vittorio Veneto su una situazione paradossale che si era venuta a creare: il verde che aveva letteralmente offuscato l’intero complesso monumentale dedicato ai caduti della prima guerra mondiale. Tutto si risolse poi con un massiccio intervento del Settore Verde del Comune di Palermo. Oggi ci giunge una nuova richiesta che condividiamo, alla luce delle immagini che ci sono giunte. Questo e tanti altri diventano purtroppo paesaggi normali davanti agli occhi di chi si abitua;  frutto di incuria e politica inconsistente.

 

budapest-Piazza-degli-Eroi-

Spett.le MobilitaPalermo,

ancora una volta faccio appello a voi per segnalare una situazione veramente al limite della sopportazione.

Dopo avere conquistato, prima del natale 2012 , grazie alle vostre segnalazioni e quelle di Repubblica,  la potatura degli alberi circoscritta solo alla piazza Vittorio Veneto , ancora oggi le strade limitrofe non hanno gli alberi potati e i rami sono arrivati quasi a terra.

Ma la cosa più grave è uno spazio dietro la Statua ridotto a una bomba ecologica (topi, scarafaggi, sacchi di spazzatura, erba secca, zecche, escrementi di cani), il tutto sotto gli occhi dei vigili che  durante le partite di calcio stazionano accanto a questo spazio all’inizio del viale Croce Rossa, senza fare alcuna segnalazione al comune.  Allego una foto per dare un’idea di come è ridotto il luogo, contestualmente allego una foto della “piazza degli Eroi” di Budapest per fare un parallelismo con la nostra , data la somiglianza  con piazza Vittorio Veneto, Notiamo come è valorizzata quella di Budapest e com’è ridotta la nostra. A voi la sentenza!

Grazie sempre per l’opera che svolgete per questa martoriata città.

Cordiali saluti.

Gianni Li Vigni

 

Ecco alcune immagini di Piazza Degli Eroi a Budapest.

Budapest -Piazza degli eroi

 

piazza_eroi2

E qui infine come si presenta oggi l’area adiacente Piazza Vittorio Veneto.

Statua- degrado

 

Rap, se ci sei batti un colpo.

Ma anche qui, è possibile un progetto di recupero e riqualificazione come per via Volturno?


degrado urbanoopere pubblichepiazza vittorio venetorapstatuaViale Croce Rossa

10 commenti per “Nuovo appello da Piazza Vittorio Veneto degradata
  • peppe2994 2858
    01 ott 2013 alle 9:06

    Tra effettivi e lavoratori a tempo determinato per i progetti regionali ci sono centinaia di giardinieri disponibili, ma cosa cavolo fanno tutto il giorno tutti i giorni??

    Per quanto riguarda la RAP la disorganizzazione regna sovrana sopra ogni altra cosa, che senso ha che sotto casa mia passano ben due volte al giorno, due volte! È mezza città pagherebbe per vederli passare anche una sola volta. Potrebbero razionalizzare e migliorare la pianificazione degli interventi ordinari e straordinari.
    Esiste sempre il numero per la segnalazione delle discariche abusive, usatelo in massa, io due risultati li ho ottenuti.

  • maikko 106
    01 ott 2013 alle 14:52

    mi permetto di segnalare che, il 31 Maggio, avevo appunto scritto su MobilitaPalermo in merito a questa problematica.

    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2013/05/31/24465/

    In quella sede si evinceva che trattasi di un’area dell’ENEL e quindi paradossalmente il Comune non ci può fare (???) nulla…
    Ma mi chiedo, siamo sicuri che la nostra amministrazione non possa mettere in mora una società che detiene la proprietà di un’area in questo stato?
    Se io facessi una mini discarica davanti casa mia, all’interno della mia proprietà, scommettiamo che il comune mi verrebbe a bussare alla porta intimendomi di levare tutto lo schifo che ho creato?

  • Fulippo1 1343
    01 ott 2013 alle 15:00

    Ma se non si riesce a mantenere decente un monumento del genere, come dovrebbero riuscire a mantenere decente l’area addirittura dietro….

  • peppe2994 2858
    01 ott 2013 alle 15:47

    La legge prevede l’intervento delle forze dell’ordine per il sequestro di beni privati in questi casi quindi possono sequestrare il terreno.

  • ultimo82 113
    01 ott 2013 alle 16:18

    Se non ricordo male l’intera area ( compresa la cabina elettrica ) è di proprietà dell’ Enel. Non vi è alcuna competenza del Comune di Palermo.

  • Celeste 9
    01 ott 2013 alle 17:23

    Scusatemi, ma chiedendo a chi appartiene lo spazio in questione a qualcuno dei residenti, pare che sia lo stesso proprietario dello spazio recintato accanto alla farmacia. Dove qualche tempo fa, in base a un progetto finanziato, doveva essere realizzato un piccolo albergo e nello spazio oggetto dell’articolo di Mobilita Palermo, un giardinetto pubblico (molto curato). Fallito quel progetto, oggi vediamo ambedue gli spazi abbandonati e preda dell’incuria più totale. Peccato!

  • fabdel 989
    01 ott 2013 alle 19:19

    nessuna segnalazione su come è ridotto il monumento imbrattato vergognosamente fino all’inverosimile??? è una cosa normale??

  • maikko 106
    02 ott 2013 alle 8:25

    @ultimo82… che fosse di proprietà dell’ENEL era chiaro già da un po!
    sul fatto che il comune non possa fare nulla ho dei forti dubbi. Il comune può mettere in mora l’ENEL.
    Ti ripeto l’esempio fatto prima…. prova a mettere davanti casa tua o di qualche tuo conoscente (possibilmente a piano terra) un po di munnizza e di robe vecchie, rifiuti ingombranti etc.
    Anche se si tratta di proprietà privata, se qualcuno fa una segnalazione, vedi i vigili urbani come te le fanno levare subito…

  • Roberto1 517
    04 ott 2013 alle 8:18

    Il comune non riesce neppure a tenere puliti gli spazi verdi comunali, figuriamoci quelli privati. Provate a fare un giro nel tratto che dall’incrocio con via Sanpolo arriva fino a quello con via Montepellegrino (piazza Giachery). Le aree “verdi” sono ormai diventate discariche e latrine per i lavavetri e accattoni. Uno schifo!


Lascia un Commento