04 set 2013

Manifesto pubblicitario sulla cattedrale: Fastweb risponde


1243992_712757912071694_1475991187_o

Fastweb ha comunicato attraverso il nostro gruppo facebook che:

In merito all’affissione del mega cartellone con la pubblicità di FASTWEB sul lato della cattedrale di Palermo, FASTWEB precisa che non ha mai acquistato quello spazio ed è stato intimato alla concessionaria inadempiente di rimuovere l`impianto pubblicitario entro domani.

Il Comune ha rilasciato un comunicato:

L’Assessore alle attività produttive Marco Di Marco, di concerto con il Sindaco, ha chiesto poco fa agli Uffici competenti una urgente relazione di verifica sulla legittimità degli impianti pubblicitari realizzati sulla facciata della Cattedrale, disponendo “l’immediata revoca di eventuali autorizzazioni rilasciate in violazione del Regolamento comunale e/o prive del Nulla Osta della Sovrintendenza per i beni culturali.”

Una vicenda incresciosa che lascia non pochi dubbi: se Fastweb non ha commissionato la pubblicità, chi lo ha fatto?


cattedralecattedrale di palermodecoro urbanofastwebmanifesto fastwebmobilita palermopubblicità

9 commenti per “Manifesto pubblicitario sulla cattedrale: Fastweb risponde
  • Otto Mohr 47
    04 set 2013 alle 20:01

    come al solito non è colpa di nessuno…anzi si, è il parcheggiatore di piazza Sett’Angeli! LA colpa è tutta sua! E’ lui che stanotte ha suonato a casa del proprietario della concessionaria inadempiente e che lo ha minacciato di mettere il cartellone abusivo. Dai su, andiamolo a prendere…farabrutto!!

  • peppe2994 2919
    04 set 2013 alle 20:01

    Ogni tanto le compagnie pubblicitarie sbagliano, come la pubblicità sparsa per la città di un negozio di Catania.

  • antony977 165977
    04 set 2013 alle 20:09

    ma poi dico: avessero messo un cartello in multilingua, dove spiegavano (soprattutto ai turisti) che grazie a questo sponsor si avviavano i lavori di restauro.
    Ma anche con gusto: vedi per esempio quei cartelli/teli che coprono i restauri a Roma!
    E invece è tutta l’operazione a essere messa in dubbio dal solito rimpallo. E’ vergognoso!

  • ligeiro 248
    05 set 2013 alle 12:57

    preferisco la pubblicità che paga il restauro e poi sloggia , che avere la cattedrale che cade a pezzi perchè l’italia se ne fotte!!
    l’alternativa qual’è??? vedere l’impalcatura arrugginire??? ma finiamola

  • Metropolitano 3251
    05 set 2013 alle 13:26

    L’unica curiosità è sapere se quel mega-manifesto era stato autorizzato. Per il resto dobbiamo meravigliarci come mai a Nuovobellolampo la RAP non abbia chiesto l’intervento dell’esercito per bonificare quella discarica. Il vero problema di Palermo sono le discariche a cielo aperto.

  • di benedetto59 1
    05 set 2013 alle 17:19

    …prima di togliere la pubblicità!!! c’è da ripulire tutti marciapiedi e le aiuole della città!!!!!!! che schifo!!!!!!!!!!


Lascia un Commento