20 ago 2013

Foro Italico, da Settembre parcheggi e zone blu


Parcheggi a spina di pesce e zone blu, sono le novità che il Comune di Palermo ha annunciato e che partiranno da metà Settembre al Foro Italico. Le modifiche più importanti riguardano il tratto compreso tra via Lincoln e Porta Felice, dove in entrambe le direzioni di marcia, sarà consentita la sosta a spina di pesce. Contestualmente  verranno istituite le zone blu e che saranno interamente gestite da Amat. Possibilità per i residenti di usufruire di pass grauiti, come già avviene per altre zone.  La tariffazione si applicherà dalle ore 08:00 alle ore 14:00 e dalle ore 16:00 alle ore 20: 00 di tutti i giorni feriali, ma molto probabilmente verrà rivista questa fascia oraria all’interno del P.G.T.U.

foro italico

Un provvedimento che da un lato dovrebbe compensare la carenza di parcheggi durante i weekend, specialmente in prossimità delle aree movida (via Chiavettieri, piazza Marina, piazza Magione); da un altro lato invece, il conseguente restringimento della carreggiata sarà un deterrente affinchè possa diminuire la velocità delle auto in questo tratto di strada. Sicuramente quattro passi a piedi non faranno di certo male a nessuno.

Ma come la mettiamo coi posteggiatori abusivi? Sappiamo già che in alcune zone si propongono di vendere le schede parcheggio, ma già adesso fanno da padroni.

Ad ogni modo, quanto avevamo proposto mesi fa durante un tavolo tecnico (parcheggio a spina di pesce), ha trovato parere favorevole in questo provvedimento. Attendiamo adesso l’individuazione di nuove aree parcheggio per il Centro Storico, e il tanto famigerato piano di ristrutturazione della rete Amat, con la speranza che possa migliorare il servizio.


foro italicoforo italico palermoParcheggiZone blu

8 commenti per “Foro Italico, da Settembre parcheggi e zone blu
  • pikacciu 182
    20 ago 2013 alle 11:46

    Un provvedimento totalmente inutile. 1. Provano a vendetti le schede tarocche negli orari di parcheggio. 2. Dopo le 20:00 parte l’assalto degli abusivi come in via Libertà e via xx Settembre. Siamo amministrati da chi questa città non la conosce per niente!

  • Luca S. 129
    20 ago 2013 alle 13:26

    Credo che sia largamente provato che il parcheggio abusivo non e’ legato alle zone blu.
    Non so a cosa serve questa ordinanza.

    La butto li’, giusto per farneticare: Io sarei per eliminare del tutto le auto dalla zona. Farei passare le auto sottoterra, in un sottopasso, per rendere totalmente pedonale e ciclabile l’area, creando un vero e proprio parco in mezzo ai monumenti fronte mare. Magari in superficie giusto una linea di tram. Bello vero?

  • capricorno 60
    20 ago 2013 alle 13:27

    Ma quali zone blu? La giornalista del GdS che ha pubblicato la notizia ha preso frasche per fiaschi. L’ordinanza n° 250 del Centro Storico parla di parcheggi a spina di pesce (ma da quale codice della strada ha tirato fuori questa dizione?) nel tratto Porta Felice Via Lincoln, lato monte e lato mare. Ma parcheggi bianchi, cioè liberi. Non blu.
    Il Centro Storico mi ha confermato ciò, l’AMAT anche…

  • punteruolorosso 1910
    20 ago 2013 alle 14:47

    concordo pienamente con luca. in germania i lungofiume sono tutti liberi dalle auto e con tunnel. qualcuno su questo sito ha già obbiettato che non si può fare per via della stazione di pompaggio di porta felice, ma penso che le due cose possano essere conciliate. vi rimando ai commenti di questo vecchio articolo pubblicato su questo sito, dove già ci confrontavamo sulla questione.

    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2010/07/09/illuminare-di-antico-il-foro-italico-e-la-cala/

    in ogni caso, credo che il provvedimento vada messo alla prova. giudicheremo dai fatti. togliere spazio alla carreggiata con la lisca di pesce dovrebbe servire a far rallentare le auto, che scambiano quella strada per la circonvallazione.

  • thesearcher 163
    20 ago 2013 alle 20:13

    Zona blu o bianca, il provvedimento è una grandissima IDIOZIA.

    Il Foro Italico è una pista di formula 1 per molti.

    Già la mancanza di delimitazione delle corsie, cioè non esiste segnaletica orizzontale in tal senso, come del resto in tutta Palermo, fa sì che la “corsia” di destra diventi una di rallentata marcia per le auto che desiderino trovare parcheggio, in quanto quello a lisca di pesce non si identifica immediatamente.
    Trovato il parcheggio, l’auto si arresta quasi del tutto, dunque ponendo chi sta dietro ad altrettanta azione di arresto o rallentamento, causando lo stesso alla generale marcia del traffico che, essendo a Palermo, si ripercuota su tutta la carreggiata.

    Es. quello che ti supera perchè sei mezzo fermo alla ricerca di parcheggio, non potendo superare perchè le altre auto sulla Sx procedono a velocità superiore comunque tenta di superarti e col muso dell’auto di traverso riesce alla fine a farlo ma causando un arresto delle auto a Sx.

    Moltiplicate questo per tutti i parcheggi lungo l’asse viario e avrete un continuo stop & go di almeno due file di auto…

    NON CI VUOLE MOLTO A CAPIRE LE DINAMICHE DEL TRAFFICO.
    SOLO I CIECHI NON VEDONO QUESTE COSE.

    Veramente complimenti al genio che si è uscito questa cretinata…questa è la qualità dell’amministrazione e dei suoi tecnici. Complimenti!

  • The.Byfolk 43
    21 ago 2013 alle 9:13

    Boh.. io direi che bisogna provare e vedere come va! Ovviamente prima bisogna fare la segnaletica orizzontale come Dio comanda!
    Inoltre la lisca io la farei sullo spartitraffico centrale per entrambe le direzioni di marcia, mentre sull’altro lato sempre su entrambe le direzioni una bella striscia continua a delimitare una pista ciclabile. Il divieto di sosta è già ovvio.
    Nessuno si dovrebbe lamentare visto che i posti auto aumentano.


Lascia un Commento