01 ago 2013

Lavori Aeroporto “Falcone-Borsellino”: prove di drenaggio sul piano arrivi


Sebbene apparentemente a rilento, nuovi movimenti si registrano nei cantieri dell’aeroporto di Palermo.In questi giorni infatti sono in corso alcune prove di drenaggio lungo la futura corsia che servirà il piano delle partenze.

C

 

Come si evince dalle immagini, sono state allagate le sedi della pavimentazione per consentire l’individuazione di eventuali perdite o cedimenti.

B

Non siamo a conoscenza del motivo per cui l’acqua assuma questa colorazione diversa sui vari stagni, ma abbiamo motivo di credere che sia un fenomeno voluto e controllato durante l’esecuzione dei lavori.

a

 


aeroporto falcone borsellinoaeroporto palermocantieri aeroporto falcone borsellinogesapprove drenaggio

6 commenti per “Lavori Aeroporto “Falcone-Borsellino”: prove di drenaggio sul piano arrivi
  • cirasadesigner 1025
    01 ago 2013 alle 12:54

    Se uno dovesse giudicare la celerità dei lavori in base alla corrosione dei pilastri che reggono la copertura… Siamo messi male….

  • Irexia 723
    01 ago 2013 alle 13:45

    E allora se a giugno stavano già facendo queste prove, forse in quell’occasione trovarono perdite… Speriamo fili tutto per il meglio e che il cantiere si chiuda con celerità, ma con la vori fatti bene!

  • phrantsvotsa 465
    02 ago 2013 alle 8:53

    Ragazzi, sono stato recentemente al Falcone Borsellino.
    Io non vorrei essere critico, ma i lavori sono troppo, ma troppo troppo lenti. Non vorrei che finisse come il teatro Massimo con i suoi 25 anni di lavori, per poi non fare nulla tranne una sabbiatura risolta in un mesetto.
    Queste prove di drenaggio erano state già fatte a giugno…ma insomma, ho visto io stesso delle prove di drenaggio a Monaco di Baviera…praticamente in una settimana avevano finito (ovviamente senza alcune perdite).
    Lo spazio degli arrivi è stato solo delimitato, ma nella fase attuale non sembrano esserci lavori, se si esclude una montagnetta di detriti sul lato sinistro. Il pavimento provvisorio (modello “patronato”) così come il controsoffitto provvisorio, sono osceni (ma poi perché mettere un pavimento provvisorio..non era meglio lasciare quello che c’era?). E’ tutto in stato di abbandono e davvero non si ha l’impressione di efficienza e celerità…sembra piuttosto un posto abbandonato da dio e dagli uomini, dove l’unica cosa efficiente e la ronda della polizia municipale.
    Se analizziamo la storia di questo nuovo aeroporto, non c’ da stare allegri. I lavori sono iniziati nel 1987 (dopo anni di discussioni e progettazioni) e di fatto anche dopo l’apertura del 1994 sono continuati senza soluzione di continuità. Non ricordo un solo periodo senza lavori di ammodernamento.
    Finiranno un giorno? Io dico che dovremo fare sentire la nostra voce; la voce di tutti gli utenti costretti per partire ad utilizzare uno scalo in queste condizioni, la voce di tutti gli utenti che si vergognano quando vanno a prendere un amico appena atterrato.
    E basta, insomma, noh?


Lascia un Commento