13 giu 2013

Concorso per la riqualificazione isola spartitraffico via Volturno: il vincitore


Pubblichiamo le immagini del progetto vincitore relativamente al concorso per la riqualificazione dell’isola spartitraffico via Volturno- via S.Balsamo a cura del Comitato di cittadini per il bene collettivo, Ordine degli Architetti di Palermo,Comune di Palermo (Assessorato Mobilità e Pianificazione territoriale, Assessorato Ambiente e Verde urbano). RECYCLE PARK di Dario Tulone

 

profilo 1

 

 

planivolumetrico

 

 

profilo 2

Tale progetto è stato consegnato alla Amministrazione comunale per la sua realizzazione.

E’ in fase di organizzazione la premiazione ufficiale del concorso di cui vi daremo presto comunicazione e alla quale  invitiamo tutti a partecipare


bando di concorso riqualificazione isola spartitrafficobene collettivoconcorso via volturnoordine degli architettivia balsamo

13 commenti per “Concorso per la riqualificazione isola spartitraffico via Volturno: il vincitore
  • MAQVEDA 17489
    13 giu 2013 alle 12:31

    Mi piace, effettivamente quello spartitraffico era un pugno, un isola infelice in mezzo alla città. Spero che concorsi di idee del genere, ovviamente se seguiti dal cantiere, si possano estendere ad altre zone della città che non hanno una forma definitiva e decorosa. Io proporrei un concorso di idee per la riqualificazione e il ridisegno del giardino con fontana in piazza XIII Vittime.

  • phrantsvotsa 465
    13 giu 2013 alle 13:07

    Ma….secondo me andava bene anche una semplice aiuola. Magari con lo stesso costo di questo, se pur valido, progetto, si riempivano 5 spartitraffico di terra e piante

  • Panormos 37
    13 giu 2013 alle 15:35

    Io sarei anche favorevole a modificare piazza Vittorio Emanuele Orlando, in modo da ricongiungere Corso Olivuzza con Via Volturno (com’era un tempo), evitando quell’inutile giro, che causa solo traffico.

  • Effettivo 169
    13 giu 2013 alle 15:48

    Ottima iniziativa, convengo con MAQVEDA, ce ne vorrebbero di questi interventi seguiti da concorsi… speriamo divenga la norma.
    …@phrantsvotsa perché accontentarsi di una cosa mediocre quando si può avere di meglio…@Panormos abbiamo poche isole pedonali e vuoi tornare al via vai di auto anche no !!!

    p.s. non capisco perché non mi spunta più il mio nickname Real…e viene fuori questo Effetivo !?

  • Panormos 37
    13 giu 2013 alle 17:05

    Real, penso solo che sia meglio snellire il traffico, riducendo un po’ l’area pedonale di Piazza V. E. Orlando, piuttosto che preservare la sua area, ingorgando inutilmente Via Nicolò Turrisi…

  • punteruolorosso 1933
    13 giu 2013 alle 19:11

    @panormos
    assolutamente d’accordo, hanno rovinato via nicolò turrisi. sarebbe bastata una sola corsia su piazza v.e. orlando. quest’ultima non poteva essere fatta peggio di così. alberi secchi e materiali incoerenti con il contesto. esistono tecniche per creare giardini sopra i palazzi. sarebbe costato di più, ma un prato e degli alberi avrebbero dato tutt’altro tocco.

  • phrantsvotsa 465
    14 giu 2013 alle 7:33

    @ Effettivo
    Ma io sono favorevole ad interventi di qualità, assolutamente, e non voglio fare “u nemicu ra cuntitizza”, però Palermo è una città particolare, completamente abbandonata a se stessa, che necessita di tanti piccoli interventi di ripristino. Secondo me, utilizzando il personale del comune (tipo gesip) si potrebbero aggiustare tutti gli spartitraffico a bassissimo costo (terra, piante e aiuole) come del resto hanno già fatto nella rotonda di Villa Sofia. Io dico, prima voliamo basso e rendiamo Palermo una città quantomeno normale, poi pensiamo ad interventi innovativi, moderni, magari anche azzardati. Così rischiamo di avere un bellissimo triangolo moderno al livello di molte città europee, e poco distante degrado, abbandono e marciapiedi divelti.

    @punteruolorosso
    Non dimentichiamoci che questo squallore di piazza Orlando è solo il frutto di speculazione e latrocinio :-;

  • gomez 122
    14 giu 2013 alle 8:59

    Un progetto bello estenticamente, che riqualiferebbe sicuramente l’aiuola, progetto moderno, artistico con molto verde all’altezza di citta europee e quindi sicuramente non verrà preso in cosiderazione, il nostro sindaco preferisce riqualificare cosi le aiuole e i giardini:

    http://download.kataweb.it/mediaweb/image/brand_reppalermo/2009/08/28/1251465100991_00fcd594.jpg

    http://3.bp.blogspot.com/_wgi4nnVtOJ0/TB-ai4MazPI/AAAAAAAABmQ/99L5QlI9DpU/s1600/Via+BARLETTA+erba+su+quella+che+dovrebbe+essere+l+area+verde+prevista+nella+lottizzazione.JPG

    Peccato che in Sicilia e in generale in Italia ormai prendono solo in considerazione solo questi progetti:

    http://cdn-2.faidatemania.it/o/j/come-costruire-un-muro-in-cemento-armato_726617b4dbd1197766005c172f7ef0de.jpg

  • Kowalski 39
    14 giu 2013 alle 9:01

    Avevo visto anche gli altri progetti in concorso, alcuni non erano affatto male e forse (mia opinione) anche migliori di questo. Però va bene così. Speriamo di non dover aspettare 15/20 anni per vederlo realizzato!
    Attualmente, a ridosso del marciapiede dello spartitraffico, stazionano 3 cassonetti della spazzatura….

  • Athon 879
    14 giu 2013 alle 14:35

    Sottoscrivo ciò che dice MAQVEDA. Anche a me piacerebbe che l’intera zona di Piazza XIII Vittime venisse riqualificata.

    Oltre il ridisegno del giardino con fontana, si potrebbero ricavare nuove zone verdi: c’è l’area con sterpaglie tra Piazza XIII Vittime e la Chiesa di San Giorgio dei Genovesi, e poi il grande “quadrato” (anche in questo caso con sterpaglie), sempre in Via Francesco Crispi, davanti il Mercato Ittico, tra Via Castello e Via Fratelli Cianciolo. Perchè non se ne ricavano spazi verdi?!?

  • Irexia 717
    15 giu 2013 alle 12:03

    @Athon
    se ho capito bene l’area cui tu ti riferisci, quella compresa tra piazza XIII vittime e la chiesa di S.Giorgio ai Genovesi è una zona archeologica mi sembra sia un antico quartiere o un cimitero arabo. Ovviamente dovrebbe essere trattato ben meglio di come noi sia ad oggi. Sterpaglie tagliate (immaginate cosa succede se qualcuno butta una sigaretta accesa, magari dalla macchina?!) e magari aperta al pubblico…

    Anch’io come Kowalski avevo reputato un altro progetto migliore di questo, ma l’importante è che si faccia qualcosa per non lasciare quel triangolo di città nell’abbandono più totale. Inoltre avrei preferito che il triangolo in oggetto fosse stato ampliato fino ad arrivare alla cancellata della scuola: quella bretella di asfalto non la vedo per nulla fondamentale per la circolazione stradale…


Lascia un Commento