07 giu 2013

Viale Regione Siciliana: Riprendono i controlli con lo Street Control


Verranno riattivati i controlli con lo Street Control lungo viale Regione per tutti gli automobilisti che tentano di fare i furbi sorpassando o addirittura percorrendo l’intera tratta di Viale Regione Siciliana in corsia preferenziale o d’emergenza.

Il comandate Vincenzo Messina ha di fatto ampliato quelli che sono gli usi abituali dello Street Control: sosta in doppia fila, sosta sulle strisce pedonali, sosta nelle zone adibite alle fermate degli autobus, sosta sui marciapiedi e da oggi anche transito in corsia riservata.

Le sanzioni applicabili partono da 60€ e comportano anche la perdita di due punti della patente.

Auspichiamo che questi controlli siano estesi all’intera tratta di Viale Regione proprio per regolamentare quella che ormai è diventata un’abitudine del palermitano stufo di stare preziosi minuti in coda e che preferisce quindi infrangere il codice della strada incurante di ciò che sta facendo.

L’azione di controllo riprenderà quindi dopo che era stata interrotta a causa del rifacimento del manto stradale e della segnaletica orizzontale in un tratto di Viale Regione.

 


corsie preferenzialipolizia municipalesistema street controlstreet control palermoviale regione sicilianavigili urbani

17 commenti per “Viale Regione Siciliana: Riprendono i controlli con lo Street Control
  • pepposki 310
    07 giu 2013 alle 7:21

    Forse sarebbe stato più corretto dire che riprenderanno su un altro fronte i controlli, perchè anzi in questi giorni ho visto sia di mattina che di pomeriggio la volante della P.M. ferma al semaforo di via perpignano lato monte…….finiti i lavori del manto stradale lato valle, forse si riposizioneranno prima dell’immissione dalla laterale alla centrale proprio sotto il sovrapasso chiuso. Mi auguro che in qualche modo si tenti di presidiare altri posti, i furbetti conoscono questo “rischio” e sistematicamente liberano la corsia d’emergenza…..un punto critico che si dovrebbe tentare di presidiare è in corrispondenza del sottopassaggio di piazza Einstein, dove, a causa di frequenti piccole code, i furbetti sfruttano la corsia d’emergenza. E’ pensabile sfruttare il modello americano? telecamere controllate da remoto…ciò permetterebbe di controllare in sicurezza tratti dove per mancanza di spazio non è possibile appostare una volante…

  • Fulippo1 1354
    07 giu 2013 alle 15:33

    ok sono assolutamente daccordo con questo genere di repressione.

    Ma perchè nessuno mai parla di snellimento del traffico?
    Basterebbero 4 fesserie per ridurre al 50 % il traffico su viale regione, ma si parla sempre e solo di sautovelox e street control che per carità sono utilissimi, ma soluzioni per evitrare di trattarci come bestie in mezzo al traffico?

  • andrewg87 13
    07 giu 2013 alle 20:18

    @Fulippo1 Concordo in pieno con te. Per esempio i sovrappassi pedonali che fine hanno fatto? Il primo è abbandonato a se stesso, il secondo è ancora chiuso e il terzo è parcheggiato…

  • cescopugli 5
    08 giu 2013 alle 11:03

    Ok i controlli ma l’assurdità degli attraversamenti pedonali va risolto subito! In alcune grandi città europee strade anche di media larghezza vengono attraversate in 2 tempi, ovvero con 2 attraversamenti e 2 semafori. Probabilmente è esagerato. Ma è paradossale come in viale Regione Siciliana 4 carreggiate vengano bloccate contemporaneamente per il passaggio anche di un solo pedone. E’ proprio il caso del semaforo di piazzale Giotto. Basterebbe fare come già è stato fatto in via Perpignano e le code sarebbero quantomeno ridotte. E magari sarebbe anche smorzata la tentazione di occupare la corsia preferenziale.

  • Fabion54 48748
    09 giu 2013 alle 15:24

    @cescopugli: Quello di Piazzale Giotto è l’ultimo semaforo che andrebbe spezzato e non so ancora come mai non sia stato fatto, considerato che è un lavoro di pochi minuti e non credo sia necessari chissà quali milioni di euro. A volte i piccoli interventi portano enormi benefici :) Ci faremo portavoci per cercare di porre l’attenzione anche su questi problemi.

  • Metropolitano 3316
    10 giu 2013 alle 2:08

    Ve l’ho detto che se ne sbattono della viabilità ? Inoltre alcuni confondono ancora l’importanza delle corsie laterali del viale Regione con l’importanza di quelle centrali che servono la viabilità autostradale e per l’aeroporto e tutto il terriotorio nel Palermitano. Se hanno fallito ad aprire il sovrappasso Nazario Sauro figuriamoci il resto. Basterebbe solo spegnerli tutti e 4 …se nessuno ha più nostalgia nel dismetterli. E l’arteria è tutta percorribile senza tappi in tutto il tracciato.

  • ivan306 54
    10 giu 2013 alle 9:11

    Oggi si sono messi prima del sottopassaggio di via L. Da Vinci per essere “imprevedibili”… Morale della favola: la fila iniziava poco prima del corso Calatafimi e finiva dopo via Lazio a causa anche di lavori all’altezza di via p.pe di Paternò. Questi lavori ovviamente sulla corsia laterale, forse rifacimento del manto, si ripercuotono sul traffico della corsia centrale.
    Purtroppo faccio tutta via regione ogni mattina e non cambia mai niente in meglio. Inutile parlare dei sovrappassi: non si vuole renderli operativi e come se non bastasse i semafori sono permanentemente funzionanti con tempi biblici (vedi piazzale Giotto).
    E’ vero di viabilità non se ne parla mai e figuriamoci se si fa qualcosa. Il comune pensa solo ad incrementare le entrate con le multe: poi non sono neanche furbi a mettere più pattuglie così, coloro che superano lo street control si rimettono sulla corsia preferenziale…
    Il palermitano medio in mezzo al traffico sarà “bestia” ma coloro che dovrebbero amministrare il rispetto delle regole e migliorare la civiltà non è da meno anzi è più animale… vedi comune e polizia municipale!

  • Fulippo1 1354
    10 giu 2013 alle 9:59

    Il problema sovrapassi è relativo, anche se quello di via N.Sauro si potrebbe mettere tranquillamente in funzione.

    Per esempio I semafori di Via Perpignano e Via Di Blasi, perchè non abolirli entrambi ed istituirne uno solo perfettamente al centro tra via De Blasi e via Perpignano?? La distanza è ridottissima, ed in più si abolirebbe un semaforo.

    Poi P.le Giotto, perchè non creare un tunnel/galleria pedonale che colleghi il capolinea AMAT con l’altro fronte di carregiata? Magari gestito proprio da AMAT con orari di apertura/chiusura.

    Si pensa sempre che tutto ciò sia impensabile, ma sono cose realizzabili con neanche chissà quele sforzo.

  • cirasadesigner 1021
    10 giu 2013 alle 11:18

    Fino a quando si discute di questi argomenti, si dimostra davvero come Palermo, sia sconnessa con la realtà.
    Non credo esita da nessuna parte al mondo che una autostrada urbana, perché questa è la funzione di Viale Regione Siciliana nel tratto urbano, sia bloccata da semafori pedonali, siamo davvero all’assurdo.
    Io credo che i semafori siano assolutamente irregolari, io credo che un asse viario di questa importanza e con questo volume di traffico (tra i più intasati d’Europa), debba per forza di cose rimanere sempre libero da altri flussi di traffico, siano essi pedonali che carrabili.
    Io ricordo come il sottopasso di Migliore funzionasse quando il magazzino era aperto, non capisco davvero perché non possano funzionare gli altri.
    Ci sono opere realizzate che non vengono utilizzate, vedi i ponti pedonali, quelle progettate che non partono mai, mi riferisco ai sovrappassi Lennon, che fine hanno fatto, dove sono finiti i soldi.
    I tanto famosi progetti delle grandi firme dell’architettura…
    Se all’indomani di una chiusura si torna indietro perché qualche scemo protesta, se all’indomani di una chiusura al traffico si torna indietro.
    Perpignano è un esempio lampante, hanno chiuso la strada e non riescono a chiudere un semaforo, con il risultato che è pieno di lavavetri, arroganti che infastidiscono sopratutto donne e vecchietti.
    La circonvallazione deve essere sempre fluida, del resto è così difficile spiegare a questi scienziati che il traffico veicolare risponde alla scienza dei fluidi.
    Se crei un tappo, prima o poi si intasa e fuoriesce da qualche altra parte il liquido…
    In realtà se si parlasse di una città normale, si discuterebbe solo dell’interramento del tratto urbano per liberare in superficie tutto quello spazio per il verde e i percorsi pedonali, ma siccome questo sembra impossibile a Palermo, che almeno si prendano delle decisioni che abbiamo un senso…

  • Metropolitano 3316
    10 giu 2013 alle 16:16

    @Fulippo1
    “Per esempio I semafori di Via Perpignano e Via Di Blasi, perchè non abolirli entrambi ed istituirne uno solo perfettamente al centro tra via De Blasi e via Perpignano?? La distanza è ridottissima, ed in più si abolirebbe un semaforo.”

    VANNO ABOLITI TUTTI ! Chiaro ?? Non esiste che un’arteria di tale importanza sia ostaggio del continuo susseguirsi malamministrativo. Ne va della percorribilità dell’intero asse e della fluidità sulla circolazione.
    Considera dei viaggiatori come “globuli rossi” che vanno verso l’aeroporto (il cervello) perchè devono prendere l’aereo e viaggiano lungo “l’arteria” (autostradale). Se provengono da Cefalù, Termini Imeerese e o anche solo da Bonagia non arrivano in tempo all’aeroporto per colpa di quei dannati “coaguli” cioè i semafori pedonali in serie, perchè basta perdere anche un solo minuto perchè essi possano perdere l’aero.
    UN PO COME L’ICTUS, QUANDO NON ARRIVA SANGUE AL CERVELLO.
    Tutto per quel kilometro tra Perpignano e Giotto dove sono concentrati i 4 semafori, mentre in tutto il resto dell’arteria si viaggia come in autostrada. Insomma è una cosa grave ! Questa analogia valla a spiegare al sinnacollanno !

    Io nemmeno mi fermo più se la percorro e non trovo tappi davanti al semaforo che hanno fatto scattare i pedoni o i lavavetri. Al massimo rallento. Circolazione compromess.a Questi semafori stanno bene SOLO in città e sulle vie principali di carattere non autostradale o di grande comunicazione.

  • Fulippo1 1354
    10 giu 2013 alle 16:36

    @ Metropolitano

    Io sono uno di quei “globuli rossi” che attraversano 4 volte al giorno ormai da circa 10 anni la circonvallazione da Bonagia a via Belgio, ogni giorno non ti dico quanto maledico i “coaguli” che mi fanno perdere ore e ore che accumulate negli anni diventano mesi…

    Nonostante tutto capisco che in questa situazione (per lo meno quella attuale), senza sottopassagi, senza interramenti, e senza passerelle pedonali, l’unica soluzione è quella del semaforo, almenochè non ti armi di santa pasienza, acquisti un elicottero, e fai attraversare tutti coloro che ne abbiano bisogno, da un lato all’altro della strada.

    Ti è chiaro adesso qual’è il problema? ;)

  • Metropolitano 3316
    10 giu 2013 alle 19:11

    Guarda.
    Hanno già realizzato un sovrappasso vicino via Perpignano, ma il semaforo è ancora acceso. Come mai ?
    Escludo che tu possa pensare che abbia senso realizzare passerelle ogni 10-50-100 metri.

  • The.Byfolk 43
    11 giu 2013 alle 8:33

    Credo che finchè si sognano soluzioni che tagliano le gambe ad altre persone non si farà mai niente…
    I semafori sono assurdi ma necessari perchè la vera assurdità è una autostrada a raso in mezzo alle case!! Fino a ieri è stata considerata solo una circonvallazione e si è data la possibilità di sviluppare interessi, tessuto urbano e commerciale dove meglio si voleva. Ora come per magia questa è diventata autostrada? Pazienza, tagliamo fuori da tutti i servizi chi abita a monte e finora si è servito a valle…

  • ivan306 54
    11 giu 2013 alle 13:26

    Stamattina nessun street control in via regione siciliana: oggi si sono riposati!
    E infatti non c’era fila asfissiante. Solo poco prima del semaforo di via perpignano c’era la fila e non a partire dal sottopassaggio di c.so calatafimi.
    Purtroppo è triste dirlo ma c’è meno traffico perchè molti sfruttano la “terza corsia” ovvero quella preferenziale e il traffico si distribuisce meglio. L’unica soluzione sarebbe eliminare i semafori ma è solo un sogno che non si avvererà mai…

  • The.Byfolk 43
    11 giu 2013 alle 17:05

    Senza i vigili c’è più traffico è una fesseria! Senza i vigili la fila è più corta e le auto sono tutte bloccate ed ammassate agli svincoli..
    Con i viglili la fila è più lunga e si procede in maniera lenta, ordinata e scorrevole, senza che ci si esibisca in vastasarie…
    Ma siccome il palermitano preferisce correre per 100 metri e poi fottere il fesso che stà in fila da 5 minuti allora è meglio senza vigili


Lascia un Commento

Ultimi commenti