17 mag 2013

Orlando: Tram a un bivio cruciale. La conferenza integrale


Postiamo qui di seguito la conferenza integrale tenutasi oggi pomeriggio a villa Niscemi, durante la quale il sindaco Orlando ha esposto le ragioni dell’amministrazione e fatto il punto sulla situazione del tram a Palermo. Leoluca Orlando: “questo è il momento della verità”. Il sindaco ha rilanciato le accuse alla SIS e ha rimarcato l’impegno per portare avanti l’opera. La data di scadenza del 24 maggio però incombe, e la Corte dei Conti potrebbe arrivare troppo tardi. Il destino del tram a Palermo sembra sospeso sul filo di un rasoio. Seguiremo con ansia gli ultimi sviluppi di questa incresciosa vicenda, che rischia di tramutarsi nell’ennesimo scandalo all’italiana; questa volta però si tratta di un treno che non possiamo permetterci di perdere. Pardon, un tram. Perdonate la qualità del video dovuta a mezzi di fortuna, ma l’importanza dei contenuti giustifica abbondantemente questa pecca. Buona visione.

Ps: viste le versioni diametralmente opposte di SIS e Comune, proveremo a vederci chiaro. Consulteremo anche i sindacati per capire dove stia la verità



amatblocco lavori tram palermocomune di palermoconferenza stampa villa niscemidecreto ingiuntivolavori tram palermoleoluca orlandolicenziamentimobilita palermoprefetto di palermosindacatiSISTramtram palermoVilla niscemi

12 commenti per “Orlando: Tram a un bivio cruciale. La conferenza integrale
  • Gr.685 7
    17 mag 2013 alle 23:11

    La verità sulla necessità della perizia di variante suppletiva e sui tempi di presentazione per l’approvazione della stessa si trova a pag 4 della delibera di giunta municipale n. 64 del 7 maggio che si può scaricare dal sito del comune:
    La perizia di variante è stata trasmessa dall’Amat per l’approvazione il 12/12/2011
    Il Ministero Infrastrutture e Trasporti ha approvato la Perizia in data 1 agosto 2012
    Il Consiglio Comunale ha espresso parere positivo sulla variante urbanistica in data 26 settembre 2012
    L’assessorato regionale Urbanistica ha emesso il decreto di approvazione il 20 febbraio 2013 pubblicato sulla GURS il 22 marzo 2013
    il 9 gennaio 2013 la Commissione Regionale LP ha trasmesso il parere favorevole
    Il 10 aprile 2013 è stata siglata la convenzione fra Comune e Regione di euro 87.767.670,00 sui fondi FESR 2007-2013
    Come si vede ogni Ente con i propri comodi ha contributo “celermente” a ritardare quanto possibile l’adempimento dei vari atti.

  • Fabion54 48728
    18 mag 2013 alle 2:10

    Che c’entra…Ognuno purtroppo ha avuto impegni più importanti da risolvere…E se il 24 scade il contratto e l’azienda vanta dei crediti la colpa non è sicuramente di questi Enti o di questa politica!

  • mediomen 1140
    18 mag 2013 alle 8:22

    Ho apprezzato il Sindaco Orlando quando ha detto “Se l’impresa decidesse, nonostante l’impegno profuso da tutte le istituzioni per mettere ordine in questa vicenda e per garantire i pagamenti, di abbandonare i cantieri, se ne assumerà tutte le responsabilità ed il Comune non potrà che chiedere i danni, certamente superiori ai crediti vantati dalla SIS” non credo che la SIS voglia abbandonare i cantieri, perché se era questa la volontà già lo avrebbe fatto da tempo, ma è un monito a chiunque per non mettere i bastoni fra le ruote anche fra le istituzioni stesse

  • blackmorpheus 54519
    18 mag 2013 alle 8:28

    @mediomen

    personalmente penso che Orlando dovrebbe chiacchierare di meno e fare di più. Le accuse della SIS sono pesanti…si parla di più di 100 solleciti a cui non è stata data alcuna risposta. Non parliamo di ipotesi…sono tutte carte documentate. Orlando rigira l’accusa alla SIS, affermando che sono loro che non hanno risposto ai solleciti dell’ammistrazione. E’ inutile che va a minacciare cause, perché credo che da questa vicenda il Comune uscirebbe con le ossa rotte…e la SIS non può certo farci il tram mettendo soldi propri. Quindi o si paga, oppure l’opera si ferma…i vomitevoli giochetti politici lasciamoli a casa, che il tram è troppo importante…persino più importante del signor Orlando in persona

  • federicoII 41
    18 mag 2013 alle 9:12

    Siamo alla commedia dell’assurdo. Un sindaco ormai alla frutta che da la colpa alla migliore azienda privata che Palermo abbia mai avuto; anziché ringraziare per la pazienza avuta malgrado avanzi decine di milioni di euro di arretrati si accanisce così. Ma rossore nella faccia ne ha?

  • loggico 383
    18 mag 2013 alle 10:20

    difendere orlando e` un delitto.. a lui non importa della salute dei cittadini… a me da palermitano non importa della sua salute..

  • Gr.685 7
    18 mag 2013 alle 10:33

    Inoltre, con la sua supponenza che l’ha sempre distinto, addossa alla SIS l’avere fatto lavori in maniera difforme a quanto previsto in progetto, e da questo scaturisce la necessità della perizia di variante.

  • huge 2192
    18 mag 2013 alle 11:20

    Insomma, andiamo alle cose concrete.
    Sembra che lunedì la corte dei conti inizierà ad analizzare la documentazione per il finanziamento da 87mln atteso dalla SiS. La risposta deve arrivare entro 50 giorni, ossia i primi di luglio.
    A quanto pare il comune s’è impegnato a coprire economicamente il periodo 24 maggio-primi di luglio. La palla adesso passa alla SiS, che deve decidere se accettare o meno questa soluzione temporanea.
    Logica vuole che dicano di sì.
    Vedremo cosa uscirà fuori dall’ulteriore (e probabilmente ultima) riunione in prefettura di lunedì 20.

  • fg 1
    18 mag 2013 alle 17:10

    Non mi sembra che il Sindaco Orlando abbia spiegato cosa intende per applicare la legge (è la sua legge o la legge normalmente applicata nel continente (come dicono in Sicilia) ?).
    L’assessore (credo al bilancio) che ha partecipato alla riunione presso la Prefettura non poteva dire che la documentazione alla Corte dei conti è stata presentata a mano dopo l’inizio della riunione in Prefettura ?
    L’atteggiamento del Sindaco mi è comunque sembrato “impacciato”, il quale avendo davanti un quadro esatto dei tempi (comodi) impiegati ai vari Enti ed Uffici, ha messo in risalto solo la “tardiva” risposta della SIS alla richiesta del funzionario comunale (ma detta richiesta era pertinente o “dilatoria” ?!)


Lascia un Commento