10 mag 2013

Ma questi GESIP, in realtà, che mansioni hanno?


Anche se in città e a Palazzo delle Aquile non si parla d’altro, molti palermitani disconoscono le cose basilari di questa telenovela “GESIP”.

Tanto se ne parla, tanta è diventata una moda metterci bocca, che molti accomunano il concetto di “azienda”, di “impiegati” e di “vicenda gesip” con il semplice termine “GESIP”.

gesip3_672-458_resize

I Gesip……… come “la pantera di bellolampo”……. senza che nessuno l’avesse mai vista realmente.

A Palermo ci piace sentirci partecipi di qualsiasi vicenda vada di moda in quel momento, seppur la conoscenza sui fatti è pari a ZERO.

Se dobbiamo criticare, facciamolo bene, con cognizione di causa, additando a ogni categoria le giuste responsabilità. In questo modo eviteremo di fare i qualunquisti, come tanti ce ne sono in città.

Ma per criticare (nel bene e nel male) dobbiamo sapere “CHI” critichiamo e “PERCHE‘”. Nella fattispecie, “GESIP” è diventato il girone dell’inferno, il capro espiatorio di tutti i mali della città. Qualsiasi cosa non va per strada è colpa di GESIP….alle volte di AMIA. Ma per adesso la moda dice GESIP.

Chi spera che questo post spari a zero su tutti i problemi (oggettivi) di questa defunta azienda rimarrà deluso. Passo invece al cuore dell’articolo, ovvero:

COSA FARANNO GLI OPERAI DELLA GESIP NEI LORO TURNI DI LAVORO?

Tutti crediamo di saperlo, pochi realmente ne sono pienamente a conoscenza, me compreso prima di consultare qualche documento. Quindi, tanto vale documentarci.

Il Piano di Gestione dei Lavoratori GESIP del Comune di Palermo, tra le altre cose ci riporta una tabella.

Leggetela, memorizzatela, così quando vedrete qualcosa di storto in giro per la città, saprete dargli con sicurezza una paternità, potrete protestare con cognizione presso gli uffici preposti e nessuno potrà obiettarvi nulla.

Anche nella disperazione del momento, evitare il qualunquismo è fondamentale. Saper valutare e giudicare oculatamente significa avere anche maggior peso e influenza davanti un’amministrazione.

Buona lettura:

gesipAgesipB


comune di palermogesipoperai gesipservizi gesip

19 commenti per “Ma questi GESIP, in realtà, che mansioni hanno?
  • grillo79 321
    10 mag 2013 alle 12:51

    Ma che mi dici mai!!!
    Quindi ci sono 79 persone che negli ultimo anni avrebbero dovuto ripulire gli argini del Fiume Oreto e la foce dalle tonnellate di munnizza che invece persistono da sempre?? Ma che cosa hanno fatto fino ad ora???
    Mistero

  • andrea73 27
    10 mag 2013 alle 13:35

    Pulizia e mantenimento parco della Favorita? Io come tanti Palermitani ci corro li dentro e l’unica cosa che posso dire con certezza é l’assoluta mancanza di pulizia , l’erba è alta 1 metro alberi caduti topi zecche insetti di ogni specie escrementi profilattici ecc ecc e non parlo solo dell’ultimo periodo che questi signori erano in cassa integrazione ma da sempre non li ho mai visti pulire e mantenere un certo decoro vengono pagati per non lavorare ed hanno il coraggio di lamentarsi ? La villa adiacente lo stadio Delle Palme era ed è sporchissimo, li ci vanno le mamme con i bimbi dovrebbe essere un gioiellino ed invece escrementi di cani sia randagi che della gente incivile che li porta li, immondizia ,erbacce, altalene e giostre distrutte la rendono un parco della vergogna insomma questi signori non dico tutti ma molti di loro non amano la loro città ed il loro lavoro che oltretutto vengono stipendiati da noi contribuenti. detto ciò penso che da oggi dovremmo tutti denunciare alle autorità competenti la mancanza assoluta o quasi di questi disaggi che codesti signori arrecano alla nostra città ed alle ns tasche. Per una Palermo migliore svegliamoci ragazzi e reagiamo

  • cirasadesigner 1021
    10 mag 2013 alle 14:33

    la cosa assurda e che si continua a rinnovare i contratti a società che non solo sono decotte ma che hanno in maniera palese fregato soldi. Io sono proveniente dal bacino degli LSU ma mi sono sempre messo in gioco e negli anni ho lavorato per varie Amministrazioni pubbliche, facendo sempre in modo che ogni esperienza di lavoro potesse diventare un bagaglio di esperienze di cui andare fiero. Comincia nel 97 con la Provincia di Palermo con la quelle sviluppammo un progetto per la realizzazione di percorsi turistici in tre lingue, dopo di che ci occupammo per 6 mesi di una mostra al Palazzo Branciforte, di arte contemporanea con Achille Bonito Oliva come organizzatore e fare la guardia a dei Mondrian , dei Picasso o dei Klimt non è cosa da poco. Poi passai al Comune di Capaci per organizzare lo sportello Giovani e la gestione della Biblioteca comunale con la catalogazione dei libri secondi i criteri internazionali, ed infine entrai alla regione dove ricoprii vari ruoli nei 10 anni di permanenza, da esperto del Centro Elaborazione Dati, al Servizio di Pianificazione Territoriale dove partecipai alla stesura del Piano Territoriale Regionale, Poi divenni responsabile della Cartoteca Regionale, dove insieme ad un mio collega con il mio stesso percorso, informatizzammo e masterizzammo tutte le foto aeree della regione, inerenti i voli dal 70 al 97… E finii la mia carriera in Regione occupandomi di Conferenze di servizio in giro per la Regione facendo anche migliaia di km al mese, per lavoro e ben 250 Conferenze di servizio sul Fotovoltaico… E leggo che questi non vogliono lavorare perché non hanno i guanti??? Tutti a casa VERGOGNAAAAAAA

  • Luca S. 129
    10 mag 2013 alle 14:55

    Non mi sembra che la gente sparasse a zero.
    - La piscina comunale ha iniziato un declino inarrestabile e insopportabile per l’utenza a seguito del loro ingresso. Le mansioni che dovevano svolgere sono state spesso disattese.
    - la pulizia delle ville e dei giarfini , ne vogliamo parlare?
    E ci sarebbe altro da annoverare…

  • cirasadesigner 1021
    10 mag 2013 alle 15:08

    Poi vorrei dire, basta guardare quella foto, ci sta un esempio reale di quello che in gran parte costituisce il bacino GESIP, guadate le loro facce, sono li solo per “fottersi” i soldi pretendendo di non lavorare e fare i loro porci comodi… Guardate le loro facce, e i loro gesti con le mani, mi sembra di sentirli pure e ne ho disgusto… Se poi Palermo va a rotoli, questo ne è un esempio concreto…

  • Portacarbone 70788
    10 mag 2013 alle 15:33

    @cirasadesigner:
    non vorrei alimentare ulteriori pregiudizi sui lavoratori Gesip, limitiamoci a giudicarli per quello che fanno, non per le loro espressioni in foto.
    ;)

  • cirasadesigner 1021
    10 mag 2013 alle 15:51

    Hai perfettamente ragione, ma mi limitavo semplicemente ad osservare la foto, credo che chi si comporta in questo modo, prima di tutto deve imparare la buona educazione.
    Chi di noi non ha mai manifestato, ma credo che nessuno, si sogni di fare questo e di gridare schifezze al megafono.
    Io credo che l’unica cosa in cui davvero gli operai della GESOP hanno dimostrato professionalità e perfezione svizzera e organizzazione da servizi segreti israeliani… sia stato nel mettere in ostaggio la città e te o dice uno che l’ama tantissimo e per non vederla soffrire in questo modo inconcepibile, ha deciso di andar via… Purtroppo…
    Spero un giorno di tornare di trovare una Palermo senza questi individui, ma con chi interpreta il suo ruolo in società nel rispetto delle regole. Vivo a Bruxelles, dove tanta gente vive di comare, ovvero di disoccupazione, e molti invece lavorano per la comunità svolgendo un servizio… Ma lo svolgono davvero, c’è chi pulisce le strade, chi le pensiline del bus o del tram, chi sorveglia i quartieri, chi si occupa dei parchi, chi delle strade.
    Non vedo perché questo esercito di persone a Palermo, non voglia fare nulla, tranne che stare al sole , fumare e prendersi il caffè leggendosi il giornale.
    Ho lavorato alla Regione con qualcuno di questi, (non tutti lo facevano, ma un buon 75%), e credimi era davvero un incubo, anche perché se ti permettevi di dire qualcosa, sistematicamente trovavi un regalino sulla macchina… anche questa è mafia e poi non ci scandalizziamo se Ferrara dice certe cose e lo dice uno che detesta il personaggio e il suo giornale

  • fabdel 989
    10 mag 2013 alle 16:18

    questi sono capacissimi di mettere personale gesip in avanzo a fare trapianti di staminali nel nuovo centro al Cervello

  • Andrea 0
    11 mag 2013 alle 9:02

    ciao, avevo scritto un commento a riguardo su livesicilia qualche giorno fa, riporto: “posso proporre uno strumento di controllo per tutti noi che paghiamo questi signori? i lavori di queste persone sono tabellati? si sa chi fa cosa, quando e come? se la risposta è no, perchè non creare un database online consultabile da chiunque sul lavoro svolto nella città di Palermo? faccio un esempio

    se io vedo che nel giardinetto di casa mia il verde non è curato, posso in qualche modo controllare se era mansione di qualcuno? posso prendermela con qualcuno??? POSSO CONTROLLARE COSA FANNO QUESTI SIGNORI? O NO????”

    sono stato subissato di critiche, di estendere questo servizio a tutti i dipendenti della pubblica amministrazione.. criticato perchè il metodo sarebbe troppo “costoso”. A mio avviso non lo sarebbe assolutamente, basterebbe una persona (esterna alla GESIP) a cui consegnare i turni quotidiani o settimanali con i nomi delle squadre che si occuperanno del proprio lavoro. Tutto in un database consultabile online liberamente da chiunque. Insomma questi signori sono pagati con fondi che dovrebbero essere utili per tutta la città di Palermo, curano il verde che appartiene anche a noi cittadini che paghiamo le tasse, curano i cimiteri dove riposano i nostri cari. E’ assurdo pretendere che lor signori facciano solo ed esclusivamente quello per cui sono pagati? IL LORO LAVORO?

  • punk87 8
    11 mag 2013 alle 9:44

    Finalmente la verità è venuta a galla,cosi ora si sa realmente quello che realmente questi operai della gesip hanno fatto in tutti questi o anni o meglio dire quello che non hanno mai fatto… onestamente non ho mai visto all’opera a questi della gesip.. ma durante l’orario di lavoro questi cosa facevano? cortei,manifestazioni vari, per giorni hanno paralizzato il traffico di mezza città ma per cosa? ho visto la tabella dei lavori è i servizi che loro in teoria dovevano effettuare,peccato che la teoria è una cosa e la Patrica e tutt’altra cosa. ma fino adesso che che cavolo hanno fatto? Vogliamo parlare dei cimiteri tra qui quello di Vergine Maria “Rotoli” ? con quale faccia protestano? il cimitero e in stato di degrado assoluto che servizi hanno fatto in tutti questi anni sul cimitero Rotoli? ve lo dico io nulla non hanno fatto nulla è quelli a parlare non sono le parole ma i fatti guardare la spazzatura che sta ricoprendo tutto il cimitero. tra le altre cose che non sapevo che un servizio che in teoria che dovevano effettuare appare la pulizia del fiume oreto è del verde urbano? ma stiamo scherzando? il fiume oreto pulito? ma per carità la sporcizia che c’è in quel fiume non a limiti è il verde urbano? un disastro mai pulito. in tutti questi anni ma per che cosa sono stati pagati? Quali servizi hanno effettuato? Quelli elencati? non credo proprio altrimenti i cimiteri o il verde urbano il fiume oreto ecc non sarebbe in questo stato di degrado.. Mi piace che fanno manifestazioni ma per che cosa? per ritornare ad non fare nulla come facevano prima? CHE VERGOGNA!!!

  • drigo 404
    11 mag 2013 alle 14:23

    Già la voglia di lavorare è poca, e quella poca che hanno se la fanno passare appendendosi ai cavilli tecnicistici come quello dei guanti per tirare via le erbacce.
    Qui ci colpano i sindacati che li difendono a spada tratta. Già vi hanno restituito il lavoro e garantito la retribuzione: che ne dite di comprarveli voi un paio di guanti da 1€?

  • Metropolitano 3324
    11 mag 2013 alle 19:31

    GESIP è in liquidazione se non sbaglio. Mi chiedo solo come il Comune faccia a trovare i soldi per pagare il carozzone senza aumentare tasse ai cittadini. Alcuni di questi “operai” “curavano” il verde della villa Tricoli (posta tra via Campolo e Viale Leonardo da Vinci, dietro il benzinaio Q8). Ma francamente spero di non vederli mai ritornare e ovviamente che non si buttino soldi in questa maniera cioè regalandoli a 1800 mantenuti a pubblico contributo. Sarebbe ora di finirla con sta vicenda, ma grazie al sinacollanno che ancora sta barcollanno sulla faccenda, la questione rimane accesa. Grazie anche al sostegno del “grillino” Crocetto Laqualunque. Ahinoi !

  • piero82 503
    11 mag 2013 alle 20:50

    ALLORA:
    gesip è in liquidazione, dovrebbe avvenire l’accorpamento con altre società comunali, un’pò come è avvenuto alla regione con l’accorpamento di parecchie società(in modo da creare un’unica azienda consortile)! Da queste avviene il risparmio sui Cda che ovviamente vengono ridotti…e con il risparmio dell’iva(poichè legalmente le società consortili sono esenti dal pagamento di iva)!

    Per quanto riguarda Gesip, crocetta e orlando sono volati a roma il mese scorso,riuscendo a trovare i soldi per garantire un contratto di 20 ore settimanali a questi “lavoratori”

    Per il resto…è inutile stare quì a farsi il fegato marcio cercando di capire quali siano le mansioni di questi lavoratori, si sa….a palermo se sei un ex detenuto puoi lavorare al comune tramite gesip o alla regione come pip!

  • zavardino 226
    17 mag 2013 alle 23:03

    non vi preoccupate tra pochi anni saranno loro gli unici contribuenti della città di palemmo.
    Resta una città laida da far schifo, pessimo biglietto da visita per quei pochi che ancora si avventurano.
    che vergogna!


Lascia un Commento