23 feb 2013

Gli escrementi dei cani nei marciapiedi? Trasformiamola in WIFI free


E’ inutile dire che a Palermo una delle cose che ci da più fastidio è zigzagare tra gli escrementi dei cani mentre camminiamo su un marciapiede.

(foto by tuttogreen.it)

E ancora più fastidio ci da la faccia del padrone non curante che passeggia il proprio animale senza preoccuparsi di sporcare un suolo pubblico dove lui stesso sta camminando. 

Siccome in questo mondo spesso bisogna ingegnarsi per garantire anche il minimo livello di civiltà, ecco l’ultima trovata in materia di “green”: il raccoglitore di escrementi che eroga connessione wireless.

La società messicana “TERRA” che si occupa della diffusione del wifi nei luoghi pubblici, ha proposto all’utenza questo baratto:

più popò raccogli, più godi della connessione!

Cosa ci guadagna l’azienda?

Con il “raccolto” si produce metano o comunque lo si converte in energia.

Si instaura così un circolo virtuoso che muove l’economia e garantisce un pizzico di pulizia in più nelle città e un servizio in più per i cittadini.

 


energia rinnovabileescrementi animaliproduzione metanowifi free

6 commenti per “Gli escrementi dei cani nei marciapiedi? Trasformiamola in WIFI free
  • pepposki 310
    23 feb 2013 alle 9:24

    Mah…iniziativa di sicuro “innovativa” ma secondo me a rischio fallimento… Soprattutto a Palermo, dove se ricordate qualche anno fa fu lanciata l’iniziativa della raccolta differenziata da passaggio….i famosi cassonetti piazzati da AMIA in via libertà con 3 fori…ben presto diventarono ricettacolo di immondizia varia… o come non ricordare i cassonetti per la raccolta degli escrementi dei cani convertiti ben presto in cestini getta carta…insomma qualsiasi iniziativa è lodevole, ma bisogna prima di tutto insegnare i palermitani……. erogandogli MULTE…

  • The.Byfolk 43
    24 feb 2013 alle 14:25

    Non si capisce come ne usufruiscono quelli che non hanno cani..
    CMQ secondo me quello che manca a Palermo è la perseveranza nelle decisioni prese…

  • ing.giacomo 4
    24 feb 2013 alle 21:27

    @the.Byfolk raccogli un po di cacca qua e la…:-) mi viene da ridere, l’iniziativa non è male ma bisogna dire alla gente che non devono portarsela da casa…ah ah ah

  • franziscobranca 19
    25 feb 2013 alle 17:14

    iniziativa lodevole come molte altre a palermo, chi si ricorda dei famosi cassonetti a scomparsa? che la gente ha distrutto infilandoci spesso dentro mobilio vario? è sempre la stessa cosa, il progresso avanza nel mondo e il palermitano retrocede. la cacca la si dovrebbe raccogliere comunque per puro e semplice senso civico…….questo illustre sconosciuto a palermo.


Lascia un Commento