19 feb 2013

Stazione Notarbartolo: qualcosa si muove


Da qualche giorno nei locali rimasti a lungo tempo sfitti all’interno della stazione Notarbartolo, qualcosa si muove.

Negli spazi commerciali a fianco il tabacchi e prospicienti piazza Boiardo sono infatti in corso lavori dei lavori. Dai teloni di può vedere che si stanno creando pareti divisorie e controsoffitti. Inoltre entrando in stazione si nota come i lavori comprendano anche il piano rialzato della stazione, rimasto vuoto ed inutilizzato dalla sua realizzazione. Che sia la prevista apertura di Piazza Italia o un supermercato?

xojvqg

Attualmente nei nuovi locali vi sono: un tabacchi, Mc Donald’s,un bar,un ufficio promozione turistica, Agenzia di Viaggi, Parafarmacia oltre i già esistenti tre nolo-auto e cappella.

1euhsk

2d6k3o9

 

A voi la parola su possibili negozi/attività in apertura.

 


aperture noterbartoloattività commercialinotarbartolonotarbartolo palermonuove aperture palermopiazza boiardo palermospazi commerciali palermostazione notarbartolo

5 commenti per “Stazione Notarbartolo: qualcosa si muove
  • punteruolorosso 1880
    19 feb 2013 alle 8:25

    in germania, ma l’ho visto anche in giappone, le stazioni sono grandi centri commerciali, con supermercati, negozi ecc. si va a fare shopping nelle stazoni, a portata di mezzi pubblici, parcheggi, giardini. sarebbe bello capire che le stazioni potrebbero essere luoghi di aggregazione e di rilancio dell’economia.

  • joyce973 134
    19 feb 2013 alle 9:26

    ma anche in Italia. Se avete visto la stazione Termini di Roma, ultimamente, a parte il supermercato, vi è praticamente di tutto.
    Mah… Sono luoghi di forte aggregazione, quindi è normale che il commercio, cercando sempre nuovi spazi di espansione, vi si rivolga con attenzione.
    C’è da capire come, però, la stazione Notarbartolo possa essere “attraente” in questi termini. Sono perplesso.

  • Otto Mohr 47
    19 feb 2013 alle 9:48

    Un supermercato ci starebbe a pennello…non solo per i viaggiatori in transito che dalle linee del tram entreranno in stazione, ma anche per tutti i residenti della zona….

  • cirasadesigner 1021
    19 feb 2013 alle 16:27

    E’ ormai appurato che le stazioni, gli aereoporti, siano delle potenziali eccezionali gallerie commerciali, un pò ovunque, sopratutto in Europa, sono diventate degli eccezionali spazi commerciali, la recente apertura, a seguito del restauro della Stazione di San Pancrazio a Londra, luogo di arrivo del treno TGV per Parigi, ne è un esempio splendido, anche perchè sembrano diventare luoghi di sperimentazione commerciale, ovvero non si trovano gli stessi brands che si trovano in un comune centro commerciale, almeno all’estero intendo.
    Quella della Notarbartolo, è l’ennesima conferma dell’importanza nel credere di sviluppare un idea di centro commercile diversa da quella che abbiamo sempre avuto.
    Se solo realizzassero il progetto che inevece, penso rimarrà come sempre solo sulla carta, si accorgerebbero che pensare di fare qualcosa al centro della città, e che a questo qualcosa potrai accedere semplicemente con una scala mobile dalla sottostante stazione, non credo sia fantascienza.
    Dall’intera città, ma anche dalla provincia lato Trapani, potrebbero arrivare migliaia di potenziali clienti, che non avrebbero lo stress del parcheggi, ma che potrebbero arrivare e ripartire in treno, comprando e mangiando qualcosa in stazione.
    Purtroppo sono sempre relegati a pensare a cose che nel resto del mondo sono la quotidianità e qui ci sembrano sogni.
    In questo si nota la distanza siderale tra Palermo e il resto d’Europa

  • pepposki 310
    21 feb 2013 alle 10:08

    Ieri passando dalla piazza Boiardo, le vetrate della stazione erano coperte dal marchio di Piazza Italia ….se non erro riportava la dicitura apertura entro marzo…


Lascia un Commento