26 gen 2013

Educazione stradale nelle scuole di Roma. Palermo, attivati!


Tornando a parlare di mobilità e di educazione civica, apprendo che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, socio fondatore di TTS Italia, e l’Assessorato alla Mobilità di Roma Capitale, hanno promosso un’iniziativa dal nome “Studenti di oggi, cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada“.

Il titolo anticipa ampiamente tutto. In particolare, come si legge su un articolo di Trasporti-Italia.com…

“[...] destinatari delle iniziative sono i ragazzi in età scolare, l’obiettivo, infatti, è quello di diffondere presso le nuove generazioni la cultura della sicurezza e dell’osservanza delle buone regole in strada, della mobilità sostenibile, dell’innovazione e degli strumenti che determinano una mobilità più intelligente.
Il progetto si propone di indurre nei ragazzi la riflessione approfondita sui concetti di Sicurezza, Sostenibilità, Intelligenza ed Economicità del trasporto urbano, che rappresentano la “base consapevole” di tutte le scelte successive: personali, solidali, istituzionali [...]“

Spesso parliamo di opere e di cantieri, ma altrettanto sovente ci dimeniamo in critiche feroci alle cattivi abitudini dei palermitani sulle strade. Per cominciare ad affrontare il problema, così come per tanti altri temi sociali, si dovrebbe partire dalle future generazioni, dai più giovani, avvicinandoli alla legalità e al rispetto delle regole attraverso un’educazione mirata e costante.

Tutto ciò, ahinoi, non avviene, mentre ben vengano iniziative come questa promosse dal Ministero.

Al momento si partirà in via sperimentale con 7 scuole di Roma, alle quali sarà consentita la visita della Centrale dell’Agenzia per la Mobilità.

Però si legge anche:

Nell’anno scolastico 2013 – 2014, il progetto, a valle della prevista fase di monitoraggio e valutazione, potrà essere sviluppato in altre scuole romane e in altre città italiane.

Dunque sembrano esserci fondi anche per altre città italiane. Palermo è la città con più bisogno di “istruzione stradale”, quindi l’invito all’amministrazione è quello di attivarsi immediatamente per rientrare in questo circuito di eventi.

L’Assessore alla Scuola di Palermo, Barbara Evola, è avvisata.

Un’occasione da non perdere e da perpetuare anche al di fuori del finanziamento ministeriale.


Agenzia per la mobilitàAssessore alla Scuola PalermoBarbara Evolacittadini di domanicomune palermolezioni di mobilità e sicurezza in stradaministero dei trasportiroma capitalestudenti di oggitrasporti comune palermo

4 commenti per “Educazione stradale nelle scuole di Roma. Palermo, attivati!
  • rasputin 162
    26 gen 2013 alle 9:47

    Bene, molto bene.
    Sarebbe auspicabile, piuttosto che un’iniziativa “una tantum”, si riproponesse l’educazione civica (ma quella seria però) come materia fissa alle elementari così come è stato nelle nostre scuole fino agli anni ’70. E’ innegabile infatti che l’apprendimento migliore avviene nell’età adolescenziale e si ricorda fino alla vecchiaia.

  • Fabion54 48894
    26 gen 2013 alle 12:50

    Da annotare pure che a causa delle nuove patenti, non potranno più essere organizzati i corsi di educazione stradale a scuola e questo è una grossa perdita, perché ricordo bene che tanti ragazzi frequentavano il corso per prendersi il patentino a scuola perchè era gratuito e perchè si era in compagnia anche se non avevano il necessario bisogno di prenderlo.

  • antony977 166208
    26 gen 2013 alle 20:29

    Forse la P.M. effettua già questo servizio in alcune scuole…ma andrebbe esteso.
    A certuni poi, un bel corso intensificato farebbe solo bene.

  • Otto Mohr 47
    26 gen 2013 alle 21:09

    io quando andavo a scuola l’ho fatto, sia alle elementari che alle medie. Secondo me il servizio esiste ancora….


Lascia un Commento