25 gen 2013

Bus notturni vuoti? A Vicenza arriva il bus “a richiesta” tramite sms


Riportiamo una notizia dal Veneto che potrebbe essere adottata a Palermo, nell’ottica di una razionalizzazione dei servizi pubblici e del risparmio di risorse:

<<Un bando di gara per trasformare il trasporto bus notturno in un servizio a chiamata. Lo sta predisponendo il Comune di Vicenza per ovviare al problema  dei viaggi a vuoto del servizio notturno, che a Vicenza equivale al 50 percento dei 105mila chilometri all’anno. 
“Riteniamo che – spiega il Sindaco di Vicenza, Achille Variati – con questa innovazione, apripista in Veneto e forse anche a livello nazionale, potremo migliorare il servizio e ridurre i costi.

Non sarà più l’utente a doversi adeguare agli orari di passaggio stabiliti dall’azienda ma viceversa; e c’è di più: mentre oggi una volta saliti a bordo del bus si deve rigidamente percorrere il tragitto della rispettiva linea con il nuovo servizio si potrà scendere direttamente in una delle qualsiasi 217 fermate della rete“.

A questi vantaggi per l’utente saranno abbinati vantaggi importanti per l’ambiente e per le finanze: i bus da dieci metri in servizio di notte infatti saranno sostituiti con mezzi più piccoli e ecologici.

Il servizio funzionerà dalle 20.50 alle 23.30 e lo si potrà contattare via sms: in breve si avrà sul proprio cellulare un sms che conferma il servizio e stima il tempo di attesa, così come accade per i taxi; il trasporto serale costerà 2 euro oppure sarà disponibile in abbonamento. Il risparmio che il Comune punta a raggiungere è di circa 120mila euro (Trasporti-Italia.com) >>.

 


autobusbus notturnoprenotazione bus smsservizio notturno amatservizio sms

6 commenti per “Bus notturni vuoti? A Vicenza arriva il bus “a richiesta” tramite sms
  • cirasadesigner 1021
    25 gen 2013 alle 9:07

    Credo che il problema della mobilità notturna sia importante, sopratutto alla luce di quello che succede per le strade la notte, con tasso alcolemici alle stelle per non parlare di altre schifezze nel sangue.
    Qui a Bruxelles, dove il problema dell’alcool è davvero serio, ci stanno due alternative, delle linee di bus notturno esattamente 7 linee (Noctisbus) che coprono gran parte della città, sopratutto in relazione ai luoghi di ritrovo dei ragazzi e un servizio taxi che si chiama “Avec nous”, che la prezzo di 5 euro ti porta dove vuoi tu. Sono taxi modello Viano mercedes, 9 posti compreso l’autista, che si muovono in giro per la città, portandoti dove desideri. Li trovi sempre pronti all’uscita dei locali e devo dire il servizio è apprezzato, visto quanto bevono qui, l’unica limitazione è legata al livello di sbronza che hai, se sei completamente fatto, non ti fanno salire per paura di …. conseguenze lungo il tragitto, ma nello stesso tempo avvertono la croce rossa che corre in soccorso del ragazzo sbronzo. Sembra fantascienza, ma credo invece che sia più semplice di quanto possa sembrare e sviluppa pure un indotto.
    Idee, progetti da sviluppare

  • miguel orlando 20
    25 gen 2013 alle 9:16

    in effetti il problema dei mezzi pubblici notturni è grave. a palermo dalle 9 di sera in poi gli autobus sono praticamente vuoti, per cui è pure inutile che circolino soprattutto nelle periferie. . .è uno spreco di soldi.

  • 4canti 101
    25 gen 2013 alle 11:42

    Qualcosa del genere l’ho già vista a Parma diversi anni fa solo che non c’era la prenotazione via sms. In pratica lì la notte girano solo pochi autobus di piccole dimensioni però in compenso ti lasciano e ti prendono dove vuoi tu tipo taxi, risparmiando così enormi risorse visto che gli autobus la sera girano vuoti e non ha senso mantenere tutte le linee che ci sono di giorno.
    Poi non vi dico la gentilezza del conducente..abbiamo chiesto se conosceva un pub in zona e lui ha chiamato con il suo cellulare alla centrale, si è fatto dare l’indirizzo e ci ha portato direttamente là.. da noi sarebbe fantascienza!! Invece questa è cultura dell’accoglienza ed in una città come la nostra che vorrebbe vivere di turismo dovrebbe essere la normalità.

  • andreod91 16
    25 gen 2013 alle 13:43

    vabbè adesso Parma è diventata più accogliente di Palermo.. questa città non la ama più nessuno! Comunque, polemiche a parte, a Pavia esiste un servizio del genere da tre anni: praticamente l’utente prenota il noctibus nel pomeriggio indicando orario e fermata dove si farà trovare e dove vuole andare.. il servizio dura fino all’una ed è comodo per gli studenti fuori sede che magari abitano in periferia e sono sprovvisti di automobile propria. Costo: 1,50 euro.

  • Irexia 697
    25 gen 2013 alle 20:42

    Anch’io avevo sebtito anni fa di progetti di questo genere in alcune città del nord, allora erano progetti pilota, poi come al solito, i giornali non ci dicono mai come vadano a finire…
    A Londra ho ususfruito dell’autobus notturno che fa una tratta molto più lunga del solito in modo da coprire più linee. Ci portò dal centro alla periferia: siamo saliti con il biglietto giornaliero timbrato di mattina e c’era il controllore: un ragazzo completamente ubriaco ha dormito sul sedile e nessuno si è sognato di rubargli alcunchè, inoltre si è tolto un guidatore pericoloso dalla strada, e noi, invece, ci siamo risparmiati l’ingresso nel centro della city con relativa ricerca del parcheggio.
    Anche a Palermo si potrebbe fare, però credo che per convincere i palermitani, che usano posare le loro chiappette sulle proprie auto anche per andare dai chiavetteri al montevergini, sarebbe opportuno provvedere a chiudere il centro e predisporre grandi parcheggi per le auto private in modo che i bus notturni facciano da navetta tra le vie principali dove si trovano i locali e questi parcheggi di interscambio…
    Sarebbe, poi veramente una gran cosa che il parcheggio del Tribunale adottasse la stessa politica di piazzale Ungheria, cioè 1€ dalle 20 fino alle 8, e che quindi anche da qui partisse la mia teorica navetta.
    In città, infine, c’è lo shuttle che fa proprio questo servizio, e a giudicare dal fatto che dopo anni lo vedo girare alle ore piccole, ritengo che viene utilizzato dalle persone.


Lascia un Commento