12 dic 2012

PFP Tommaso Natale, aggiornamento lavori Dicembre 2012


Aggiornamento fotografico dal cantiere del Passante ferroviario presso la stazione di Tommaso Natale. Si continua a scavare su entrambi i lati della nuova galleria, in direzione Cardillo e Sferracavallo. Ricordiamo infatti che la nuova stazione sarà in trincea a cielo aperto, proprio come Notarbartolo.

E’ in corso l’ultimazione dei lavori della nuova banchina d’attesa viaggiatori. Ciò consentierà di eseguire i lavori  davanti l’edificio stazione, per la futura trincea.
Ringraziamo G.Sparacio per gli scatti.

Lo scavo in direzione Cardillo. Sullo sfondo il p.l. Marinella.

Sempre l’imbocco della nuova galleria in direzione Cardillo. Sulla sinistra si nota l’attuale fermata provvisoria  Tommaso Natale. A lavori terminati, i treni verranno definitivamente deviati sulla nuova linea interrata e gli attuali p.l. di zona soppressi. Previsto un parcheggio d’interscambio nell’attuale area della fermata provvisoria.

Visuale dal p.l. Crocetta in direzione Tommaso Natale. Si scava sotto l’ex sede ferroviaria. Anche qui è già stata realizzata la soletta della nuova galleria. L’attuale binario provvisorio infatti, scorre sopra di essa.


comitato cardillolavori passante ferroviario tommaso natalepassante ferroviariopiazza tommaso nataletommaso natalevia guastella palermo

19 commenti per “PFP Tommaso Natale, aggiornamento lavori Dicembre 2012
  • cirasadesigner 1010
    12 dic 2012 alle 12:09

    ragazzi, non capisco il perché del tunnel se la stazione e il passante sarà in trincea? Non sarebbe più logico fare passare il treno sotto così’ come stanno facendo a Capaci e recuperare l’area soprastante per attrezzarla a verde senza dover fare vedere i convogli, non capisco quelle logica ci sta dietro il progetto, che comunque credo non sia valido se dovessero proseguire nell’idea della trincea, sono interventi che non si fanno manco in ambiti non urbani, figuriamoci qui….

  • riccardo e laura 0
    12 dic 2012 alle 14:32

    Ti do perfettamente ragione sul tuo commento quoto in pieno,anche se penso che il discorso della trincea e’ dovuto ad un risparmio economico :)

  • cirasadesigner 1010
    12 dic 2012 alle 14:49

    la cosa incredibile che il solettone esiste già , vedi tunnel nelle foto, poi dovrebbe essere smontato e dove sta l’economia

  • Saro 58
    12 dic 2012 alle 16:19

    @ cirasadesigner

    …non vorrei sbagliare ma il solettone già fatto da entrambi i lati (sferracavallo e cardillo) resta… la trincea aperta è proprio quella che si vede attualmente…

  • francesco 0
    12 dic 2012 alle 18:47

    NOTIZIE CIRCA L’APERTURA DEI LAVORI NELL’IMPORTANTISSIMA TRATTA B NOTARBARTOLO- FRANCIA. NON VORREI CHE SE NE FOSSERO DIMENTICATI DI QUESTA TRATTA ANCORA FERMA NEI LAVORI E ANCORA A MONO BINARIO. NON S NE PARLA PIU’ DA CIRCA UN ANNO. MA E’ STATA APPALTATA?? INIZIERANNO MAI I LAVORI??? RESTERA’ A MONO BINARIO A VITA??? NOTIZIE PERFAVORE. IO ABITO IN VIALE LAZIO E MI INTERESSA PARTICOLARMENTE.

  • xemet 427
    12 dic 2012 alle 19:07

    @francesco

    a quanto pare non viene considerata importante quanto le altre tratte.
    Secondo me il passante senza tratta B fallisce miseramente tutti i suoi obiettivi, non tanto per il doppio binario ma soprattutto per la mancanza di due stazioni fondamnetali come Lazio e Belgio.

  • francesco 0
    12 dic 2012 alle 19:37

    appunto. ma anche un raddoppio monco in una tratta con 3 passaggi a livello senza la stazione san lorenzo ristrutturata e da definire un opera morta. quindi si risparmiano grandi tempi pr percorrere da brancaccio a notarbartolo e poi si perdono altrettanti tempi per fare 7 km da notarbartolo a san lorenzo colli. (coincidenze passaggi a livello e linea del periodo fascista. mi viene da dire. ma siamo in italia paese europeo o nel terzo mondo??? si spendono miliardi di euro per non utilizzare come si dovrebbe un opera??? questa e’ pura follia!!!!

  • francesco 0
    12 dic 2012 alle 19:40

    senza raddoppio e senza la stazione lazio la meta’ dei citttadini palermitani non prendera’ mai quest’opera continuando a prendere la macchina. MAGARI LA CONCORRENZA DEI BUS NON VUOLE QUEST’OPERA??? COME NON VUOLE IL RADDOPPIO COMPLETATO DELLA TRATTA FERROVIARIA CEFALU’ -OGLIASTRILLO DELLA DORSALE PALERMO MESSINA. RIFLETTETE CARI AMICI. QUI CI SONO MILIONI DI EURO IN BALLO.

  • francesco 0
    12 dic 2012 alle 19:44

    Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per la realizzazione della nuova sede ferroviaria, del raddoppio del tratto Cefalù Ogliastrillo (i) – Castelbuono (i), della linea Palermo – Messina, di lunghezza di km. 12,3 circa, interamente in variante su doppio binario, compresa la costruzione delle gallerie Cefalù, S. Ambrogio e Malpertugio.

    Importo complessivo dell’appalto: 422 061 831,74 EUR

    categoria prevalente OG4

    Termine per il ricevimento delle offerte: 15.9.2011 (12:00).
    SI SPENDONO MILIONI DI EURO PER INIZIARE UN OPERA SENZA AVER FINITO QUELLA PRECEDENTE(CEFALU’-OGLIASTRILLO). QUI SIAMO DAVVERO AL COMICO.

  • Metropolitano 3231
    12 dic 2012 alle 20:04

    La tratta B si dovrà fare, o quantomeno riappaltare se i contratti sono stati rescissi. Non ha senso una ferrovia o una metro con una strozzatura.

  • francesco 0
    12 dic 2012 alle 20:45

    a palermo purtroppo non ha senzo niente. dimmi un opera che ha un senzo??? qui tutto e’ approssimazione e spreco. dal 2008 ad oggi aspettiamo un opera che sarebbe dovuta essere pronta per i mondiali del 1990. AMEN!!!!!!!!

  • huge 2138
    12 dic 2012 alle 21:14

    @francesco, c’avrai anche ragione, ma direi che ce l’hai fatta alquanto a tarallo con sta storia.

    Non è che se scrivi duemila post al giorno su MobPA Rfi o chi per lei s’impietosisce e da domani si rimette a lavoro.

  • Metropolitano 3231
    12 dic 2012 alle 21:15

    “senso” si dice. Comunque non è condivisibile questa “approssimazione” e penso che i lavori dell’intera metro saranno finiti anche se non sappiamo quando. Altrimenti come per il raddoppio Cefalù-Fiumetorto (ammesso che sia veramente fermo), ci saranno proteste da parte dei residenti e degli assessori per l’eterna incompiuta.

  • Metropolitano 3231
    12 dic 2012 alle 21:20

    Se non sbaglio Ollanno ha detto due settimane fa che per la tratta B, oggetto di rescissione parziale, avremo un progetto esecutivo entro l’inzio del 2013.

  • Templare 447
    13 dic 2012 alle 10:09

    @Metropolitano: ma Orlando non aveva detto che i lavori (compresi quelli dell’anello) dovevano iniziare entro ottobre? E ancora si parla di progetto esecutivo? Delle due l’una: o hai sentito male oppure hai sentito fin troppo bene…

  • Templare 447
    13 dic 2012 alle 11:58

    @Metropolitano: hai visto che hai sentito fin troppo bene!

    Guarda, io ormai alle date vado poco dietro, mi accontenterei che i lavori iniziassero e finissero in tempi umani e basta.

    Certo, con le dichiarazioni su ottobre forse erano stati fin troppo ottimisti, ma sempre di politici vecchia razza si tratta, non son mica alieni…

  • Metropolitano 3231
    13 dic 2012 alle 14:39

    Tempi umani a Palermo non ce ne sono, ma a malapena bensì tempi a livelli bestiali, basti pensare che non si fa niente per rendere percorribili le vie principali che trapassano la città (Viale Regione e Via Crispi), il piano traffico, i mezzi pubblici in esercizio, etc…

    Io non ho sentito né male nè bene, anzi non ho sentito affatto perchè è una notizietta che ho letto su un quotidiano web. Dico solo di tenere presenti queste date, stavolta mensionate dalla giunta Orlando, non più da Cammarata. La differenza è questa, anche per fare un confronto tra i due amministratori del presente e del passato. Ovviamente non diamo quelle date per scontato.


Lascia un Commento