30 nov 2012

Parcheggi al posto della corsia preferenziale di via Roma: noi diciamo NO


Il quotidiano La Sicilia riprende la proposta (già bocciata dal Comune) dell’associazione dei commercianti di via Roma per istituire un parcheggio lungo la corsia preferenziale riservata ai bus. Riportata la netta risposta di Mobilita Palermo che non può tollerare una simile proposta aberrante.

Il trasporto pubblico va incentivato, promosso, garantito e non è tollerabile eliminare le corsie preferenziali per renderle parcheggio libero. Non sono gli autobus a dover avere la priorità ma la gente che viaggia all’interno di essi.

 


associazione via roma palermocommercianti via romamicro pedonalizzazioni palermomobilita palermopedonalizzazioni palermotrafficovia roma

Articolo precedente

20 commenti per “Parcheggi al posto della corsia preferenziale di via Roma: noi diciamo NO
  • blackmorpheus 54519
    30 nov 2012 alle 15:48

    gli stupidi rimangono stupidi anche quando, nel tutelare il bene di tutti, ti occupi pure del loro. A certa gente piace proprio darsi la zappa sui piedi. Ma poi parlano di pulizia e decoro e propongono il parcheggio a lisca di pesce? Persino un imbecille capirebbe che in una macchina ci entrano appena 4 persone, e che nel migliore dei casi in realtà ce ne sono solo due dentro….mentre la pedonalizzazione ti porta molti più clienti. Poveri ignoranti

  • Otto Mohr 47
    30 nov 2012 alle 16:07

    Fa bene Mobilita Palermo a dedicare a questi qua articoli nichi nichi proprio per non mettere in risalto troppo il problema. a certa gente, a mio parere, non bisognerebbe neppure dare spazio in un piccolo articoletto di giornale o in un piccolo video trasmesso dal più sperduto blog locale, figuriamoci una convocazione ad un tavolo tecnico del comune.
    Mio padre mi dice sempre che è molto meglio avere a che fare con un malacarne anzichè con un cretino…col primo ci puoi anche ragionare, col secondo non c’è nulla da fare.

    Quando ci si trova dinanzi persone di questo tipo è bene neppure citarli, fiato sprecato…ed è tutto quello che ho da dire.

  • Luca S. 129
    30 nov 2012 alle 16:21

    Ripeto: chiuderanno. Mi spiace, ma certa gente non ha la minima idea di cosa significhi fare business.
    Se si crede che solo tramite il bordello piu’ assoluto si possa raggiungere l’obiettivo delle vendite, non hanno capito nulla!
    Sara’ selezione naturale, molti di questi commercianti spariranno. In bocca al lupo.

  • blackmorpheus 54519
    30 nov 2012 alle 16:27

    ^^^

    poi tanto ci sarà sempre qualche centro commerciale o qualche politico a cui poter dare la colpa. Perché questa è gente abituata a piagnucolare senza neanche chiedersi se si sta sbagliando in qualcosa

  • Metropolitano 3396
    30 nov 2012 alle 16:30

    Ma pure io ci metterei la firma dopo la bocciatura dal comune !
    La bocciamo, ribocciamo e STRAbocciamo questa risibile proposta, così i commercianti da strapazzo possono capirlo all’istante che era una cosa improponibile ed egoistica sacrificare la corsia preferenziale per i volgari parcheggi auto gratis.
    Ora questi commercianti vengano quì e ci spieghino qualcosa in merito a questa assurda richiesta prontamente respinta al mittente, se hanno sufficienti temi per guadagnarsi la nostra attenzione e vincere la loro vergogna. Se vogliono un parcheggio lo realizzino di tasca propria e non coi soldi pubblici.

  • Fulippo1 1357
    30 nov 2012 alle 17:12

    A questo punto, io direi di lasciare tutto per com’è in via Roma.
    La chiusura pedonale farla solo nelle zone in cui i commercianti sono daccordo, penso che cosi facendo in via Roma nei giorni in cui le aree pedonali saranno stracolme, si vedranno passare le palle di fieno per strada.
    Questo è ciò che vogliono, perchè non accontentarli…

    Comunque in quell’articolo una sola cosa ho letto che non sia priva di logica, le strade sporche, e la scarsa illuminazione, lì sono pienamente daccordo con loro.

  • Pietro Bolenares 0
    30 nov 2012 alle 18:01

    Io per Via Roma – col “permesso” (si fa per dire!) dei signori commercianti – farei così: cordolatura dell’intera corsia preferenziale per i mezzi pubblici e dissuasori per impedire anche il pensiero di parcheggiare sui marciapiedi (come avviene – “regolarmente” – quando c’è spettacolo al Teatro Biondo).

  • normand 13
    30 nov 2012 alle 19:15

    ..mah..ogni tanto una parte di me, molto ma molto istintiva, dice ‘..ma il gas nervino su questi commercianti no?..

    Incredibile..ma saranno mica amici di quelli di mondello..?

    Sono tutti una famiglia..?

    Discendono dalla stessa razza?

    Li hanno clonati in laboratorio?

    Li hanno fatti con lo stampino?

    Oppure hanno tutti seguito lo stesso master in coglionaggine acuta ehm..pardon, un lapsus,volevo dire in gestione d’impresa..?

    Boh..

  • ruggys 276
    30 nov 2012 alle 20:34

    quoto luca, la selezione naturale li abbatterà tutti, e non mi importa del disagio sociale che ciò comporterà!!! palermo deve andare avanti verso un’evoluzione che solo qui è allontanata manco fosse un’utopia…parlano di parcheggi, ma si sono accorti che tutto il viale roma da dopo il semaforo con via cavour è desolato, non ci sono piu negozi…gli unici rimasti sono banche o il negozio dell’amplifon….finchè non comprenderanno che solo le pedonalizzazioni e la carta bianca data ai mezzi pubblici li farà rimanere a galla, possono fallire tutti

  • blackmorpheus 54519
    30 nov 2012 alle 20:41

    no, la cosa assurda è che non ho mai visto via Roma piena come durante le domeniche pedonali. Muli coi paraocchi

  • salvuccio 0
    30 nov 2012 alle 21:46

    Invece di rifare i marciapedi con lastroni e il manto stradale con sampietrini una via di scorrimento come via roma che dalla porta d’entrata a Palermo la Stazione Centrale e tutto il quartiere della ferrovia verso il centro di Palermo,questi pensano a ste cagate.bah

  • monte_Pellegrino 597
    02 dic 2012 alle 16:42

    Che schifo, che nausea questo integralismo ecologista di quanti hanno scritto sopra! Che ideologia aberrante, l’integralismo! in tutti i campi! Mi viene la nausea a sentire questi pasdaran figli di papà che pontificano contro quelli che lavorano e cercano di sbarcare il lunario tra mille difficoltà e tasse! Io non sono commerciante e non ho interessi in via Roma, ma a sentire quelli che sputano sentenze mi disgusta profondamente! Neanche vi passa dall’anticamera del cervello mettervi dalla parte di chi ha difficoltà e cercare di capire!

  • normand 13
    02 dic 2012 alle 22:14

    ..gia’..peccato che a fare gli ‘integralisti’ sono proprio loro..i commercianti..e non da adesso..

    ..e non c’ e’ bisogno di essere ne’ un pasdaran ne’ un figlio di papa’ per accorgersene e per esternarlo..

    ‘..sbarcare il lunario e pagare le tasse..’ Solo loro lo fanno? O siamo tutti in questo periodo impegnati a sbarcare il lunario?

  • blackmorpheus 54519
    02 dic 2012 alle 22:39

    @monte_Pellegrino

    te lo chiesi già anni addietro…ma ancora oggi non riesco a spiegarmi cosa tu ci trovi di interessante in un sito come Mobilita Palermo, dato che definisci integralismo la ricerca di un minimo di civiltà. Date le tue posizioni di natura…diciamo…”conservatrice”, ti suggerirei di aprire un blog e intitolarlo “Palermo è magnifica”: un sito dove poter raccogliere tutte le peculiarità e arretratezze del sistema palermitano elogiandole come elemento distintivo e folcloristico del nostro microcosmo. Probabilmente ti sentirai più a tuo agio e troverai molti meno integralisti a supportare le tue tesi.

  • franz 200
    03 dic 2012 alle 11:01

    @monte_Pellegrino forse non vivi in questa città e non hai memoria storica di quanto danno la categoria dei commercianti (con politici conniventi) ha arrecato. Pronti a far fuoco su qualunque ipotesi di miglioramento del traffico e inquinamento perchè avrebbe avuto ripercussioni negative sui loro affari, come se la salute dei cittadini potesse essere quantificabile col denaro non incamerato. Parli di loro come gli unici che cercano di sbarcare il lunario e quindi giustificati nella loro ostinazione a non voler cambiamenti e non pensi ai tanti lavoratori che non hanno più alcun diritto e neanche un lavoro e di cui nessuno più si occupa. La gente si è ormai rotta di dovere sempre subire da quelle lobbies che fanno il bello e il cattivo tempo per i propri interessi; ma come in ogni paese civile, quando si opera per il bene comune c’è sempre una piccola parte che non è d’accordo. In un periodo come questo, dove i cambiamenti sono imposti perchè soluzione ai problemi, pensare di lasciare tutto immutato, mi sembra di tornare nel passato più buio.

  • monte_Pellegrino 597
    05 dic 2012 alle 23:38

    blackmorpheus, quanto hai scritto mi rafforza l’idea che ci si trovi davanti a vari integralismi! E’ un tipico modo di pensare integralista credere di avere per sè la verità , tutta la verità, senza cercare di avere spirito critico e senza pensare che magari anche gli altri, che la pensano diversamente possano avere ragione. E’ tipico di un modo di pensare poco aperto, dire all’altra persona, che non la pensa allo stesso modo, di non partecipare alla discussione, mentre io penso che è tipico del metodo democratico, consentire a tutti di esporre un punto di vista diverso, perchè è proprio nel confronto delle idee, che si progredisce.

  • blackmorpheus 54519
    06 dic 2012 alle 7:55

    @monte_Pellegrino

    Dal dizionario:

    integralismo
    [in-te-gra-lì-?mo]
    nome maschile
    tendenza ad applicare in modo rigoroso, talvolta eccessivo, i princìpi di una dottrina, di un’ideologia.

    Ora ti ripeto, se pensi che la ricerca di un minimo di civiltà possa essere definita integralismo, ti faccio notare che sei tu quello votato all’automobile e al proprio capriccio personale. Sei tu quello che ADORA l’automobile e che rivendica il diritto di utilizzo in modo incontrollato, senza porsi alcuno scrupolo riguardo alle conseguenze ambientali, all’aria che respiri, o che respirano i tuoi figli (se ne hai). E’ curioso che mi accusi di mentalità poco aperta, quando io parlo di pedonalizzazione, piste ciclabili, trasporto pubblico e ztl, che sono concetti rivoluzionari per una città come Palermo, oscurata da una mentalità gretta e conservatrice…mentre ti definisci aperto tu per il fatto di voler mantenere il traffico, i parcheggi in ogni angolo di strada, solo perché vuoi sentirti libero di prendere la macchina quando vuoi senza che nessuno possa esprimere un parere contrario e sollevare legittimi dubbi. Ti faccio anche notare che qui l’unico integralista sei tu, perché sei l’unico con queste posizioni, e sei l’unico che, come gli integralisti, ha tappato la bocca alla discussione sin dall’inizio affibbiando un’etichetta ai tuoi interlocutori. Con gli integralisti non si può discutere…sono semplicemente votati alla causa, e la tua causa è l’automobile. Quindi io non è che ti invito a non discutere, anzi…magari tu lo facessi! Mi stavo appunto chiedendo che cosa ci trovi di interessante in un blog come questo, proiettato al futuro della mobilità di questa città per adeguarsi alla civiltà europea…visto che sei molto più affezionato alla tua automobile e l’adori a tal punto da fregartene di passare ore in mezzo al traffico ogni giorno, o di respirare schifezze che potrebbero farti ammalare in qualsiasi momento, o vista da questo punto di vista ancora peggio: di emettere schifezze dalla tua marmitta che potrebbero far ammalare gli altri e che inquinano l’ambiente in cui vivi. A te di tutti questi discorsi non te ne frega evidentemente nulla, quindi non mi parlare di integralismo. Io sarò un integralista della mobilità sostenibile, può darsi…ma almeno io guardo al futuro di questa città e al bene di tutti, pure il tuo – anche se non te ne rendi conto. Io almeno credo in questa causa, tu non hai un causa. La tua causa è “non voglio che cambi nulla”. Spiegami tu che discussione dovremmo intavolare quindi


Lascia un Commento