16 nov 2012

Agricoltura Conca D’Oro| Primo workshop, quattro tavoli tematici


Si è svolto presso l’Istituto Sperimentale Zootecnico per la Sicilia a “Fondo Luparello” il primo Workshop del Comitato Civico Concadoro, costituito a Palermo lo scorso mese di settembre.

Del comitato  fanno parte diversi settori dell’Amministrazione comunale, operatori agricoli singoli ed associati, gestori di orti sociali,
fattorie didattiche, Università, enti pubblici e privati, esperti di  settore, associazioni culturali e singoli cittadini ( in tutto una
settantina di soggetti) che, nella consapevolezza delle potenzialità dell’agricoltura della conca d’oro  vogliono confrontarsi, in maniera partecipata, sui possibili scenari di questa importantissima risorsa.

I lavori del Workshop hanno determinato la creazione di quattro tavoli tematici che lavoreranno per affrontare le tematiche di:

  1. produzione agricola e commercio
  2. agricoltura e società
  3. tutela ambientale e sviluppo economico
  4. processo decisionale  partecipato e strumenti di gestione.

L’obiettivo del Comitato, che investe sia soggetti pubblici che privati, è quello di pervenire nei prossimi mesi all’elaborazione di un Piano d’azione integrato, condiviso e sostenibile per lo sviluppo dell’agricoltura periurbana della città di Palermo e di individuare i canali finanziari (comunitari,  pubblici e privati) necessari alla sua attuazione.


agricoltura palermoconca d'oro palermogiuseppe barberapiano azione integratoworkshop agricoltura palermo

5 commenti per “Agricoltura Conca D’Oro| Primo workshop, quattro tavoli tematici
  • giosafat 306
    16 nov 2012 alle 13:22

    Potrebbe essere bello se questi piani (sempre nella speranza non rimangano solo tali) riguardassero anche la bonifica e l’utilizzo della valle dell’Oreto da Altofonte a valle

  • Luca S. 129
    16 nov 2012 alle 14:14

    Ragazzi, scusate la mia ignoranza, ma vorrei capire di che area si parla. Fondo Luparello, ok, ma Agricoltura come mezzo di sviluppo implica sicuramente un’area piu’ grande per potere realmente parlare di sviluppo industriale della EX Conca d’Oro, oggi semplicemente un ammasso di cemento.
    Ci sono idee, proposte di riallocazione delle aree oggi edificate, di cosa si parla?
    Si posso veramente produrre arance/limoni o pesche in quantita’ rilevanti, tali da poterle vendere, soprattutto all’estero?

    E’ un tema a me carissimo, in cui vedo il futuro di questa citta’. Sara’ trasmesso in streaming?

  • Portacarbone 70808
    16 nov 2012 alle 14:42

    @Luca S.:
    l’area di riferimento credo sia l’intera conca d’oro con tutti i territori a essa limitrofa, spingendosi nei territori provinciali vicini.

    Credo che all’interno di questo piano vadano inserite tematiche importanti come l’esito del Progetto Life a Ciaculli, le problematiche diffuse sulla produzione e il commercio degli agrumi e una serie capillare di argomenti (tra cui quelli da te suggeriti) che comprendano il problema a 360°.

    Ricordo che fino a qualche anno fa la produzione del tardivo di Ciaculli avveniva in un capannone semidistrutto e (forse) abusivo nei pressi dell’area.

    Parlare con le associazioni di categoria, in tal senso, sarebbe decisamente esaustivo.


Lascia un Commento