06 nov 2012

Il caos “sotto il controllo” della Polizia Municipale: chi è la mente?


Non vogliamo discutere stavolta nè di vigili al bar nè di omissione di interventi per i posteggiatori, ma dell’organizzazione che questo corpo ha quando è impegnato nel gestire giornate particolari, come quella dell’1-2 Novembre nei pressi dei cimiteri.

Vogliamo capire quale logica (se c’è) sta dietro a determinate situazioni a cui si può assistere, per esempio, per il giorno di Ognissanti appena trascorso. La zona è quella del cimitero di Sant’Orsola, a ridosso dell’Ospedale Civico e dell’Ismett.

Nell’immagine, ho inserito a memoria con i quadratini rossi i punti in cui ho avvistato i vigili urbani che oggettivamente presidiavano la strada. In totale saranno stati una decina, o poco più. Tutti erano comunque fermi, soltanto uno di loro cercava di far scorrere il traffico…

Nell’immagine ho anche segnato il senso unico di via Parlavecchio che, solitamente è a doppio senso. Visto l’afflusso si è sacrificato un senso di percorrenza per delimitare con del nastro una corsia per i pedoni che, sostanzialmente occupava metà della carreggiata.

Nonostante tutto la gente trasbordava da questo percorso senza che i vigili facessero nulla per agevolare anche il traffico veicolare. Erano fermi appunto.

Inoltre, sempre nella stessa strada, era stata apposta una segnaletica verticale mobile che sanciva il divieto di sosta nel marciapiede opposto al percorso pedonale (immaginiamo per recuperare parte di carreggiata da destinare al flusso veicolare). Bene, qui le macchine erano parcheggiate tranquillamente, anche al di sotto del nastro che “univa” la segnaletica mobile.

Il colmo era la presenza di un paio di parcheggiatori abusivi e di un camion che, appena difronte l’ingresso del cimitero, preparava panini piastrati e bevande!!!! Per assicurarsi quel posto, sarà giunto sulla via almeno un giorno prima della festività senza che nessuno lo abbia fatto sloggiare. Il tutto davanti ad almeno dieci vigili che, con le mani conserte sulla schiena, guardavano il lungo serpentone di gente affollare la strada. Perfino gli autobus trovavano difficoltà a passare e, testimone io, nessun operatore della municipale si faceva carico di far rispettare le aree dove poter camminare e quelle dove vietare il parcheggio. Erano le 11:15 circa del 1 Novembre.

Ora, con me c’erano tantissimi testimoni che, chi più chi meno, sono andati su tutte le furie strombazzando con clacson per diversi minuti. Alla faccia del vicino cimitero e del rispetto per i cari defunti.

Quando si assiste a scene del genere, si ripensa facilmente alla tiritera (seppur vera) che spesso comandanti e politici ci rifilano come giustificativo di tutti i problemi “il corpo della Municipale è sotto organico”. Ma qui eravamo difronte ad almeno DIECI vigili urbani, in un tratto di strada che non misura nemmeno 400m!

Da quello che ho visto, sembrava che nessuno avesse l’ordine di agevolare il traffico, bensì di presenziare quasi fosse una parata, in un giorno di festa nazionale. Tante belle statuine. Ma allora qual’era la funzione di questa massiccia presenza di vigili????

Che qualcuno me lo spieghi e lo spieghi ai tanti palermitani che, in un giorno di ricordo e di riflessione, si sono ritrovati in mezzo al caos di clacson e tubi di scappamento.

Chi è la mente di tutto questo all’interno del comando? Si faccia avanti che abbiamo di che discutere. Vergogna!

 


cimitero sant'orsolafesta dei mortiognissantipolizia municipale palermotrafficoVIGILI URBANI PALERMO

23 commenti per “Il caos “sotto il controllo” della Polizia Municipale: chi è la mente?

Comment navigation

  • Otto Mohr 47
    08 nov 2012 alle 15:15

    Questa mattina dalle ore 11:55 alle 12:28 due vigili urbani stazionavano con la propria auto nei pressi del teatro Massimo senza che muovessero mezzo dito. Intorno a loro tre maccihne parcheggiate nell’area pedonale, 5 macchine sulle strisce pedonali, 8 in divieto di sosta e 4 bancarelle abusive in piazza verdi (si ricorda che apposita ordinanza impone agli ambulanti di non poter stazionare in Piazza Verdi. E loro..completamente nulla! Dentro la propria scatoletta di metallo prima a chiacchierare, poi a parlare al telefono, ma rigorosamente senza scendere mai dall’auto.
    Ecco il corpo di polizia municipale più inutile di Italia! E mi assumo in pieno quello che dico. Il corpo di polizia municipale più inutile di Italia!

  • Bart 8
    08 nov 2012 alle 16:33

    bisogna agire tutti tolleranza zero sia per i cittadini non osservanti sia per i vigili ……. come si può procedere?


Lascia un Commento