29 ott 2012

Ridefinizione e interventi nell’area del Mercato Ortofrutticolo


Il 22 Ottobre la Giunta ha approvato la delibera di gestione e ridefinizione dell’area Mercato ortofrutticolo. La rivalutazione passa attraverso un piano di manutenzione straordinaria che tende a mettere in sicurezza tutti i luoghi di lavoro, gli accessi al mercato e chi lavora all´interno del complesso commerciale e comprende anche una rivisitazione e un rinnovamento del Regolamento del Mercato, fermo da oltre 42 anni.

Nel dettaglio, ecco alcuni fra gli interventi in programma:
l’installazione di sistemi di videosorveglianza, la ridefinizione degli spazi interni attualmente adibiti a parcheggio, il ripristino del manto stradale, l’ancoraggio di dissuasori, il ripristino del muro perimetrale, la dotazione di segnaletica stradale e orizzontale, il
rifacimento dei servizi igienico sanitari e, attraverso potenziali altri fondi comunitari, il possibile studio della riprogettazione
dell’intera area.


mercato ortofrutticolo palermorivalutazione urbanascarovia montepellegrino

9 commenti per “Ridefinizione e interventi nell’area del Mercato Ortofrutticolo
  • salvuccio 0
    29 ott 2012 alle 8:48

    Un altra occasione sprecata per Palermo,si parla da secoli di spostare il mercato e’un avergogna per i turisti dell’Astoria Palace Hotel affacciarsi e vedere quello sconcio,perche’ non spostare il mercato alle porte di Palermo,a Villabate per esempio? si libererebbe anche Palermo dal traffico di camion,bah
    Per rimanere sempre a Sud a Napoli e’ stato portato fuori Napoli nel vicino Cmune di Volla (Na) perche’ a Palermo non si potrebbe fare lo stesso in un comune limotrofo? bah

  • Portacarbone 70788
    29 ott 2012 alle 9:16

    Sono d’accordo Salvuccio, avere il mercato dentro la città è assurdo.
    Oltre alla questione logistica, è vergognoso il modo in cui viene tenuto da tutti gli operatori, mi sembra uno dei mercatini rionali allargato.
    Chi entra, ha la sensazione di camminare all’interno di un immondezzaio perchè tutti lo usano come tale.

    In altre città forse potrebbe essere un luogo tipico da visitare per i turisti, ma qui vive tra l’inciviltà e l’incuria.

    A questo punto meglio spostarlo e donare alla città un’area nuova sulla quale progettare un nuovo spazio, magari in continuità con l’area congressuale prevista alla fiera.

  • federicoII 41
    29 ott 2012 alle 10:00

    Mentre a Vittoria hanno recentemente inaugurato un’opera strategica, da noi in pompa magna dichiariamo come grande risultato il rifacimento del muro di un” mercatino rionale” e anzichè pensare di spostarlo dalla zona in cui si trova si dice di volerlo riprogettare nella stessa area..senza parole

  • salvuccio 0
    29 ott 2012 alle 10:53

    Io ho sempre sostenuto Leoluca Orlando ma purtroppo mi sta deludendo su tutti i fronti,fino adesso non ne’ha indovinata una,non ha fatto una cosa positiva,la citta’ e’ ancora alla deriva,munnizza ovunque,i registi scappano da Palermo vanno a girare altrove,pensa solo a mettere pezze a colori,invece di cambiare tutto,la svolta non si e’vista..
    L’unica cosa che sa’ fare e’ pensare a immigrati e rom,la favorita e non solo anche il litorale dell’arenella sono ormai dei campi rom,la gente credeva in Orlando ma e’una deluasione su tutto.Spero che si svegli seno’ alle prossime elezioni di deve mandare a casa anche Leoluca Orlando.

  • Metropolitano 3355
    29 ott 2012 alle 11:40

    Sono tutti sullo stesso fronte, uniti dall’incompetenza. Non era meglio astenersi dal voto comunale ? Io neppure alle amministrative regionali sono andato a votare, per questi scalzacani. Comunque sia per me è indifferente se il mercato rionale si fa dentro o fuori dalla città, purchè, cosa importante è che ci siano REGOLE ! Per gestire il tutto: mai nelle ore di punta e soprattutto non lasciare mai quel porcile dopo che l’orario del mercatino è finito !

  • punteruolorosso 1931
    29 ott 2012 alle 16:33

    @salvuccio
    @metropolitano

    le differenze ci sono, eccome. la città è stata portata allo sbando dall’amministrazione cammartata, e ora non ci sono i soldi neanche per raccogliere la spazzatura. grazie all’impegno della giunta orlando, si è scongiurata la deriva del passante ferroviario, si è aggiudicato l’appalto per l’anello e si pensa al prolungamento del tram linea 3. verde: ricerca di fondi per ompletare il parco cassarà, sostegno a chi vuole salvaguardare fondo luparello dallo scempio edilizio trasformandolo in un parco, attenzione ad acqua dei corsari.

    quanto agli immigrati, nessuno può negare che senza l’integrazione ce li ritroveremo nello spaccio della droga.
    bisogna dare pari opportunità a tutti.

  • Metropolitano 3355
    29 ott 2012 alle 16:47

    Lo so, ma non era certo un invito a non votare per far vincere uno o l’altro. So bene che Orlando sta difendendo e portando avanti opere che con Cammarata avrebbero rischiato di arenarsi, credo, ma è giusto pensare anche all’assetto urbanistico della città e alle regole sugli spazi pubblici da utilizzare per attività commerciali e ambulanti. Ci vuole un po d’ordine, e una volta finita l’attività del mercatino rionale si ripulisce tutto per filo e per segno senza lasciare una sola buccia di banana o arancia, per dire. Inoltre sarebbe preferibile limitare queste attività nelle ore più consone e comunque di inasprire i controlli con videocamere per vedere chi commette infrazioni tra gli ambulanti che comunque devono avere il regolare e convalidato permesso di occupare un luogo pubblico come un marciapiede o una piazza, e solo temporaneamente.

  • nemo 6
    02 nov 2012 alle 13:59

    Nel 2008 hanno fatto uno studio preliminare per la realizzazione del mercato ortofrutticolo sulla circonvallazione all’altezza di via santa maria di gesù. Il mio prof. di Geologia Applicata ci ha fatto fare un seminario da uno dei geologi che aveva lavorato alla relazione geologica per quello studio. Nessuno ne sa niente di questo progetto?


Lascia un Commento