29 set 2012

Stasera la Notte Bianca al Parco Cassarà: un evento per valorizzare l’area


Stasera, a partire dalle ore 18:00 comincerà il primo grande evento organizzato all’interno del neo Parco “Ninni Cassarà”.

Un evento promosso dalla IV Circoscrizione di Palermo atto a valorizzare e far conoscere quest’area. Tanti appuntamenti, per tutti i gusti:

Giochi, attività ludiche e animazione: ricordiamo Caccia al Tesoro a partire dalle 22.30 promossa da MobilitaPalermo, Parco Uditore e Cosentino Bici e la Pedalata organizzata da Palermo Ciclabile che dal centro città giungerà sino al Parco per l’occasione.

Ampio spazio anche agli appassionati di auto e moto d’epoca: le più importanti associazioni esporranno le vetture che hanno fatto la storia dell’automobilismo e del motociclismo nazionale e internazionale.

Immancabile lo sport. Palestre e associazioni sportive dedicheranno al proprio pubblico esibizioni di boxe, basket, arti marziali, zumba, fitness, spinning ma anche di pattinaggio, hockey e hockey in carrozzina.

Tra gli spettacoli di danza orientale, hip hop, latino-americana, flamenco, capoeira, balli di gruppo e liscio, ci sarà anche un momento dedicato alla moda con le creazioni della stilista Ambra Notaro.

La musica sarà la grande protagonista. Rock, jazz, swing, pop, disco ’60-’70- ’80- ’90, si alterneranno sul palco dell’anfiteatro guidati da due presentatori d’eccezione che ad un certo punto della serata si passeranno il testimone.
La prima parte della serata verrà affidata alla conduttrice TV Stefania Scordio, la seconda parte sarà invece guidata dall’elegante simpatia di Claudio Casisa.
Ospite d’eccezione l’attore palermitano Salvo Piparo, reduce dal successo dello spettacolo “I Capitoli di Palermo”.


artecaccia al tesoromobilitapalermomusicanotte bianca palermonotte bianca parco cassaràselle di stellespettacoli

37 commenti per “Stasera la Notte Bianca al Parco Cassarà: un evento per valorizzare l’area

Comment navigation

  • antony977 165953
    01 ott 2012 alle 0:07

    @orazio, che vuoi farci? il parco era chiuso al pubblico però per il gusto di sparare, affermano che era un letamaio :D

  • Cesc 112
    01 ott 2012 alle 0:28

    Vivo il parco quasi ogni giorno abitando praticamente di fronte, ieri sera non ho potuto essere alla notte bianca che a quanto leggo non è piaciuta a nessuno…Permettetemi due parole:
    -Inizio rispondendo ai “poveri” che hanno dovuto rinunciare a fermarsi al parco a causa del “posteggio selvaggio”, cosa pensavate di trovare??il posteggio di fronte l’ingresso?? Perché non posteggiavate al parcheggio Basile tranquillamente? Troppo lontano eh??
    -Seconda questione: signori il parco è situato nel posto in cui si è potuto fare, è una zona “squallida”?? Allora la prossima volta facciamone uno in piazza Castelnuovo!
    -Terzo quesito: se voi palermitani posteggiate a membro di quadrupede è colpa della municipale??È colpa del sindaco??
    -Quarta riflessione: vivo il parco ogni giorno e non ho mai trovato una siringa, un pezzo di carta o un branco di cani liberi che si ammazzano, l’ombra si trova facilmente sotto gli alberi e decine di bambini si divertono nei parchi giochi e nei prati!
    -Ultima riga dedicata ad un consiglio rivolto a tutti voi: Non veniteci al cassarà fatelo per voi ma soprattutto per NOI che lo viviamo con armonia ogni giorno!

    Ps: Siete RIDICOLI!

  • The.Byfolk 43
    01 ott 2012 alle 8:23

    @ Cesc

    Hai alcune ragioni ma anche un po di torto..
    Perchè noi gente positiva per voler per forza credere nella riuscita di un evento del genere abbiamo anche invitato persone scettiche e snob a vedere con i loro occhi che si sbagliavano su tutto..
    E invece come dei polli ci siamo fatti deridere fin prima dell’ingresso, perchè una folla di automobilisti ha tutto il diritto di posteggiare più vicino che può trovando un parcheggio legale, ma è anch’essa, in parte, vittima della disorganizzazione e della totale mancanza di assistenza e vigilanza.
    NON SI PUO’ STARE SOLO IN FIDUCIA DELL’EDUCAZIONE DELLA GENTE, NEMMENO NEL PAESE PIU’ CIVILE, SE CI SON SOLO 100 POSTI PER 1.000 CONTENDENTI.
    A PALERMO POI E’ DA CRETINI NON PREVEDERE CIO’ CHE E’ SUCCESSO

    Il vero problema è che questo evento che serviva a far conoscere alla città l’aspetto positivo di un parco si è manifestato come uno dei soliti festini di quartiere con (finto) cantante napoletano al seguito.
    E ora tutta la gente scettica, snob e schifata della serata racconterà ad amici e parenti di essere stata attirata in una trappola in mezzo agli indigeni selvaggi del luogo, peraltro senza luce e senza acqua e che il titolo di “espositori” elargito a quei banchetti fa rimpiangere la fiera di Natale di piazza Giotto…

  • Luca S. 129
    01 ott 2012 alle 10:25

    @Cesc
    Credo che tu non sia di Palermo:

    1) se il parcheggio basile si fosse riempito di auto, allo stesso modo si sarebbe riempito di posteggiatori abusivi
    2) lasciare l’auto in un parcheggio incustodito in certe zone, in certe occasioni, e’ come offrirla alla merce’ di certa gentaglia.

    Quello che certa gente lamenta qui e’ la mancanza di controlli.
    Credi che un paio di vigili al parcheggio basile non avrebbero motivato molta gente ad utilizzarlo?
    O rendere il parcheggio a pagamento si, ma custodito legalmente non credi che avrebbe ulteriormente motivato le persone ad usarlo?

    A mio modesto parere ci sono responsabilita’ grossolane nella gestione di questo “evento”. Servono forze di polizia municipale, servono parcheggi quantomeno gestiti e sicuri. E DIVIETI DI SOSTA ben evidenti ove non si puo’ parcheggiare. Oltre che multare chi parcheggia in modo incivile. E poi ti faccio vedere come tutti corrono ai parcheggi.

    All’aeroporto mi pare che ti assicutano quando parcheggi di fronte all’aerostazione. Stessa cosa deve essere in citta’. Assicutare che viola i divieti e le norme del buon vivere.
    Ma se non c’e’ nessuno a controllare il territorio, questo va nelle mani di ladri delinquenti e posteggiatori abusivi.

  • Cesc 112
    01 ott 2012 alle 11:22

    @Luca
    forse sono più palermitano di te!
    Tornando alla questione, cito testualmente: “lasciare l’auto in un parcheggio incustodito in certe zone, in certe occasioni, e’ come offrirla alla merce’ di certa gentaglia.” Io abito in questa “certa zona” da 22 anni e non mi è mai successo nulla, e vorrei capire perchè a Piazzale Francia le persone lasciano le loro auto incustodite SENZA VIGILI e qui al Parcheggio Basile no! Siete voi che avete paura di tutto e di tutti, siete voi che non usufruite dei servizi (pochi) che offre la città e ancora ragionate a ZONE! Io non ho mai difeso la Municipale però non si può dare la colpa a loro se VOI posteggiate a ca**o di cane! All’aereoporto ti “assicutano” come dici tu perchè lì si tratta di MAFIA, perchè ti obbligano a pagare il parcheggio anche per 5 minuti, perchè se si trattasse di parcheggio libero nessuno si metterebbe lì a romperti le palle!
    Infine il parcheggiatore abusivo puoi anzi DEVI non pagarlo!

  • NIGILA 81
    01 ott 2012 alle 11:40

    Messaggio per Anthoni977.
    Il parco era un letamaio. Chi ti ha detto che io ci sia entrato? So che per te non sarà semplice capirlo..ma il parco non è un palazzetto..è a cielo aperto.Se ci passaci accanto ti saresti accorto delle condizioni del parco a maggior che ci abito vicino e lo vedo dall’alto. Hai ragioni…il gusto di sparare m…, ti consiglierei uno specchio a casa. te..Finche’ ci saranno persone come te
    alle quali tutto va bene, purché si facciano..vivremo la città nella mediocrità.

  • huge 2147
    01 ott 2012 alle 11:42

    Cesc ha ragione, la colpa è nostra.
    Il posteggio era lì, vuoto, e nessuno l’ha usato. Che diritto si ha di lamentarsi poi?
    L’amministrazione comunale però dovrebbe ogni tanto usare un po’ di cervello. Visto che i palermitani sono delle capre, a volte bisognerebbe cogliere l’occasione per guidarli e far loro capire che esiste un parcheggio gratuito a due passi dal parco.
    Molti probabilmente neanche sanno della sua esistenza.
    Se un paio di pattuglie di vigili fossero state assegnate a presidiare l’area, si sarebbe potuto obbligare i visitatori a utilizzare il parcheggio.
    E probabilmente molti di questi, una volta compresa l’utilità e la comodità, sarebbero tornati a utilizzarlo in futuro.
    Se il palermitano non fai il disegnino con tutte le istruzioni, è quasi impossibile che questo abbandoni le sue “abitudini”.

  • antony977 165953
    01 ott 2012 alle 11:45

    ti ripeto: se il parco è chiuso proprio per le dovute pulizie, come fai a sparare a zero?
    Io mediocre? la superficialità dei tuoi commenti mi piace :D

  • huge 2147
    01 ott 2012 alle 11:46

    @NIGILA, che dopo l’evento fosse un letamaio è anche abbastanza naturale. Credo succeda ovunque che dopo un evento che richiama un gran numero di persone ci sia sporcizia in giro. Non è una prerogativa palermitana. E se non sbaglio, propro per effettuare un servizio di pulizia straordinaria, era stata programmata una giornata di chiusura, no?

    Quel di cui dobbiamo preoccuparci (e non sembra da quanto dice CESC) sono le condizioni quotidiane dell’area. Non quanto succede una tantum.

  • Cesc 112
    01 ott 2012 alle 12:02

    Ti posso assicurare Huge che il parco è in ottime condizioni (unico neo il ponte pedonale chiuso per manutenzione) e a me piace, è comodo, utile e molto VIVIBILE. Quotidianamente molte famiglie lo vivono con bambini e animali e non ho visto nessuno lamentarsi di qualcosa lì dentro, certo poi se vuoi trovare il pelo nell’uovo come fanno certuni (vedi lamentela contro l’italiano dello speaker\guardiano) quella è un’altra cosa! La questione è una: o in questa città sono tutti SNOB che vorrebbero un Green Park con scoiattolini annessi, oppure qui c’è una carente voglia di adattarsi e ed essere contenti di quello che c’è! Prima tutti volevano un Parco e adesso il parco è qui, ma ora è diventato per chi un letamaio, per altri è in una zona “non-così-snob-da-frequentare” ecc…
    Il Palermitano è cosi, se non si lamenta di qualcosa non è lui, ha il bisogno di farlo, è la sua DROGA!

  • Luca S. 129
    01 ott 2012 alle 12:39

    Caro Cesc,
    Conosco la ZONA molto bene, visto che ho lavorato in università per anni, dopo la laurea.
    Ho visto con i miei occhi ragazzini smontare auto, motorini, studenti derubati etc.
    Mi spiace che te la prendi sul personale. Certe aree necessitano più controlli, altrimenti ti ritroverai sempre costretto ad aiutare studenti spogliati alla fermata, con la macchina senza ruote o rubata o con dei finti fantini che torturano dei poveri cavalli.
    Servono controlli, nessuno a Palermo usa i parcheggi incustoditi, e quello di viale Francia e’ usato di giorno – poco, e di notte per altro…

    Qui non si tratta di avere ragione o torto, qui si tratta di presenziare certe aree più di altre, e non perché Palermo altrove e’ sicura, ma solo perché sono presenti meno vittime inermi.

    Se poi vogliamo dire che l’organizzazione era impeccabile, allora che parliamo a fare?

  • Luca S. 129
    01 ott 2012 alle 12:52

    @huge
    “Se un paio di pattuglie di vigili fossero state assegnate a presidiare l’area, si sarebbe potuto obbligare i visitatori a utilizzare il parcheggio.
    E probabilmente molti di questi, una volta compresa l’utilità e la comodità, sarebbero tornati a utilizzarlo in futuro.”

    Era quello che intendevo io, che se ci fossero state delle pattuglie a presidiare la zona, obbligando la gente a rispettare le regole del parcheggio, forse si potrebbero educare tante persone ad usufruire di certi servizi.
    Ma come si fa a recriminare sulla diffidenza di chi per decenni ha visto come vanno certe cose.

  • Cesc 112
    01 ott 2012 alle 13:48

    Ma non devi obbligare la gente indirizzandola verso il parcheggio, c’è la segnaletica a fare questo! Qui si tratta di una questione un po’ più drammatica, il palermitano PRETENDE il parcheggio a 2 passi dal luogo interessato ed è disposto a rischiare multe e contravvenzioni per questo e se non trova parcheggio, come il padre di un lettore che ha commentato prima, se ne va!! Le persone devono andarci spontaneamente al parcheggio, ci lamentiamo sempre della mancanza di controlli, ma la verità è che sono i palermitani il vero problema! (non ho mai visto a Londra pattuglie sostare davanti gli ingressi dei parchi o che ti indirizzano verso il parcheggio più vicino!)

    Luca, io ho sempre camminato con tranquillità nelle vicinanze del parco e dell’università, ho lasciato la bicicletta attaccata al Parco e nessuno mai l’ha nemmeno sfiorata, io non sto difendendo “la mia zona” sto solo riportando le mie esperienze e ti dico che se cammini alle 11 di sera è “normale” che rischi in via Basile o se col buio ti fai ad intrufolare tra vicoli e viottoli! Ma questo succede in TUTTA Palermo, allora che facciamo non frequentiamo più Palermo??

  • MX 0
    01 ott 2012 alle 14:16

    Dai commenti si evince la solita contraddizione di fondo.
    Commentiamo spontaneamente contro il malcostume però di contro reclamiamo “segnaletiche” o deduzioni ovvie per determinare un parcheggio relativamente ad un evento che comporta ovviamente un numero consistente di cittadini ed un’organizzazione ed un coordinamento dei flussi conseguenti. E’ pur vero che già il parco (da quello che ho letto sempre) soffre della mancanza di un parcheggio ad esso dedicato (intendo dire un parcheggio che faccia specifico riferimento al parco stesso quotidianamente) quindi con opportune segnaletiche (PARCHEGGIO PER IL PARCO) ma a maggior ragione, il parcheggio Basile doveva essere specificatamente indicato a caratteri cubitali come percorso obbligatorio in occasione di un evento. Mi pare che alcuni di voi lo hanno giustamente sottolineato. E’ sempre un problema di organizzazione (e non ce ne vuole molta in questi casi..). Pretendere da una cittadinanza dedita da troppi decenni all’anarchia, un’immediata redenzione è illusorio ma ovunque esiste un sistema di coordinamento di flussi eccezionali e dell’aumento di autovetture nella zona interessata. Questo fa parte della normalità e per organizzare queste cose i responsabili non sono certo Luca, Cesc o gli altri amici lettori ma coloro che hanno il compito di farlo.
    Inoltre, aggiungo, l’occasione perduta … in un momento di tentativo di innovazione (raduno di ciclisti ed altro..) perché non organizzare con linee autobus gratuite o ad 1 euro (tanto per ricordarci che siamo in spending review) proprio per evitare casini di auto ed inutile inquinamento? Qualche decennio fa (quindi in tempi non sospetti) la domenica si andava al vecchio stadio della Favorita con una moltitudine di linee di autobus, le auto c’erano comunque ma molti utilizzavano i mezzi pubblici (magari non pagando)…
    nota x @Cesc… mafia si scrive sempre minuscolo !

    un caro saluto
    Massimo

  • Fulippo1 1343
    01 ott 2012 alle 14:54

    Io in alcuni commenti vedo molto qualunquismo. Quella superficialità, che contraddistingue da anni i cittadini palermitani, e che è la causa di tutti i nostri mali.

    Io sono rimasto forse “troppo” esterefatto da quello che ho visto, perchè probabilmente speravo di poter cominciare ad intravedere un minimo di cambiamento, ma invece cosi non è stato.

    Qualcuno dice che la colpa è nostra, si è vero quello che dite, siamo noi palermitani il problema, ma come pensate di risolvere la questione? Con il pensiero?
    Come può cambiare la città ed i cittadini, se non con l’aiuto di chi ha il dovere di farla cambiare?

    Nella fattispecie, tutti i parcheggiatori abusivi, come se non con la presenza delle forze dell’ordine si possono sconfigere? Io o noi piu di non pagarli non possiamo fare, ed abbiamo visto che nulla comunque si risolve, perchè dietro di noi ci sarenno altre 100 persone a pagarli.

    I venditori ambulanti davanti l’ingresso del parco, li dovevo fare sloggiare io? o noi? a che titolo o con quali forze? Quindi anche li occorrevano le forze dell’ordine ed anche in questa occasione non c’erano.

    Il traffico ed il parcheggio selvaggio, dovevo mettermi io o noi, a gestirli ed a sanzionare quegli incivili che non rispettano le regole, perchè sono talmente abituati a farlo che ormai non se ne curano più?

    Quindi a chi dice che non ha mai visto una pattuglia di vigili o polizia davanti i parchi, forse si riferisce a città civilizzate, Palermo purtroppo ancora non lo è, e la colpa è soltanto nostra.

  • Luca S. 129
    01 ott 2012 alle 18:02

    Insisto, cercando di astrarre quanto più possibile dall’evento qui indicato, che a mio parere sotto certi aspetti e’ stato un successone.

    Una città abituata a non sentire alcuna autorità non si redime in una sera per un evento speciale per il quale sono indicati un parcheggio o un segnale di sosta vietata. Serve controllo del territorio, serve educare i cittadini con sanzioni e verbali.
    Inutile indignarsi per chi non uso un parcheggio isolato e pericoloso perché incustodito. Perché altrove agli eventi la gente ci va con mezzi pubblici, perché altrove i parcheggi si pagano ma sono sicuri.
    Nessun vigile e nessun mezzo speciale comportano solo una tremenda assenza delle istituzioni.

    E se anche posteggiare in un parcheggio pubblico e’ un gesto rivoluzionario a Palermo le mie speranze per cambiare vanno a farsi benedire!


Lascia un Commento