20 set 2012

Svincolo Brancaccio-Palermo SUD: ecco la situazione e i tempi di apertura


Ci eravamo lasciati con tanti dubbi circa la vicenda oramai diventata “leggenda” dello svincolo Brancaccio, o più propriamente “Palermo SUD”.

La spiegazione sull’enorme ritardo ce la spiegò un diretto interessato, l’utente Mansell. Rispolveriamo intanto il suo intervento:

Ragazzi, vi spiego la storia di questo svincolo. E’ stato commissionato a DE.MO.TER SpA, società messinese che oltre a questa opera ha realizzato il Leroy Merlin, per conto di Multi Developement, che ha costruito il forum.

Io sono stato un subappaltatore di questa ditta, questa società truffaldina ha aspettato di costruire il Leroy Merlin (ho fatto il direttore di cantiere in quella struttura) per sparire dopo pochi giorni dall’apertura. La ditta aveva un parco mezzi e macchinari enorme, impressionante! decine di scavatori, finitrici per asfalto, minipale, decine di tir, furgoni, e molto molto altro. I direttori del cantiere locale dormivano in dei container li in cantiere, dotati di tutti i confort.

A pochi giorni dall’apertura si sono portati via tutto, il parco mezzi è stato acquisito da Qubo S.p.A (credo che si scriva così), e Demoter, opportunamente svuotata ha dichiarato fallimento.

Io sono ad oggi disoccupato in quanto demoter non ha pagato i subappaltatori.
La ditta per cui ho lavorato, che si occupava della realizzazione di tutti gli impianti elettrici, è fallita anch’essa, mancando i 180.000€ che doveva dargli demoter.

Oltre noi anche molte altre ditte palermitane, napoletane, e bergamasche, si trovano in estrema difficoltà, vi sono ditte molto grandi e imprese artigiane.

Vi invito a notare la qualità infima dell’asfalto nei parcheggio dietro al Leroy Marlin, è stato fatto anche questo da demoter, in 5 giorni, per rientrare nei tempi della supertruffa.

Gli avvocati stanno lavorando, e facendo indagini hanno scoperto che da diversi anni ormai ripetono la truffa cambiando di volta in volta il nome. Sono dei veri e propri truffatori professionisti.

P.s. Nella fretta di scappare non si sono neanche portati dietro i container del “quartier generale” e i materiali avanzati dalla costruzione. se volete andarli a vedere, basta che uscendo dal forum giriate subito a sinistra, alla rotonda di fronte la fermata della ferrovia. li trovate 100 metri dopo sulla sinistra.

Per quanto riguarda il cantiere dello svincolo… quando incuriosito dal ritardo domandavo a che punto erano con lopera, beh, si guardavano e scoppiavano a ridere.

Saluti, Francesco Di Marco, disoccupato

In occasione della conferenza “Palermo: mobilità e trasformazioni urbane”, abbiamo opportunamente chiesto novità sulla vicenda, che come avete letto, ha già i connotati della solita fregatura ai danni dei cittadini.

L’Ing. Salfi dell’Ufficio Traffico del Comune di Palermo, dopo opportune verifiche ci ha illustrato la situazione attuale:

è stato ovviamente rescisso il contratto con la De.Mo.Ter. Entro la fine dell’anno dovrebbe essere bandita la nuova gara d’appalto per il progetto stralcio lato mare. Questo stralcio è già finanziato. I lavori per il completamento dell’opera, secondo quanto riferito da Salfi, richiederebbero complessivi 8 mesi.

Con queste notizie in nostro possesso non è facile prevedere che per tutto il 2013 rischeremo di vedere quel varco chiuso e abbandonato.


autostrada palermodemoterstrade palermosvincolo brancaccio

19 commenti per “Svincolo Brancaccio-Palermo SUD: ecco la situazione e i tempi di apertura
  • punteruolorosso 1643
    20 set 2012 alle 6:42

    sotto orlando si stanno muovendo molte cose.
    ricordate che a fine mandato di cammarata la città più cool d’italia stava per perdere perfino i finanziamenti per il passante?
    dimenticati l’anello, la metro, in dubbio i tram…
    evidentemente in giunta questo giuffrè è uno che sa come si chiedono i finanziamenti, mentre quello che c’era prima no.

  • Portacarbone 70682
    20 set 2012 alle 8:36

    Beh, nello specifico dell’articolo, credo che ci sia poco da rallegrarsi. E’ incredibile come non vi sia alcun controllo preventivo su queste ditte. E’ veramente assurdo che solo a Palermo, sia la Cariboni sia la Demoter e chissà quante altre abbiano iniziati i lavori dichiarando fallimento al momento di cantierizzare le aree.

    Per queste ditte è troppo facile dichiarare fallimento, sono strategie ampiamente premeditate. Mi piacerebbe sapere da qualcuno esperto in materia se e quali sono le misure cautelative che un’amministrazione ha contro queste società “truffaldine”.

  • renard 228
    20 set 2012 alle 9:26

    Ma a proposito di Cariboni, alla conferenza hanno detto se ci sono speranze o quali strade si vogliono tentare per cercare di recuperare i 20 milioni per ponte Corleone e sottopasso Perpignano? Tra l’altro il ponte Corleone è mezzo pericolante ed ha un’agibilità provvisoria che viene rinnovata ogni 6 mesi credo, devono aspettare che crolli per rifarlo?

  • Luca S. 129
    20 set 2012 alle 10:31

    Giusto per capire: i soldi queste ditte li hanno presi o no per realizzare le suddette opere?
    O si sono perduti a causa della scadenza dei termini per quanto ne concerne la spesa?
    Cioe’, hanno rubato o no? Perche’ se hanno rubato ci si riprende tutto il maltolto e si condannano i dirigenti. E come mai non viene effettuato alcun controllo su queste ditte. In fondo vi girano sempre le stesse persone. Vuoi vedere che certi agganci…

  • rujari81 224
    20 set 2012 alle 11:03

    Qualche giorno fà era stato accennato che la De.Mo.Ter. era stata allontanata perchè in odore di mafia.Invece l’utente Mansell,che con quella ditta ha collaborato,dice che la ditta ha dichiarato fallimento ed è sparita,dando luogo ad una truffa.
    Quale delle due?

  • huge 2149
    20 set 2012 alle 12:46

    Infatti, sono due motivazioni completamente diverse.
    Quale delle due?

    A ogni modo, altro che 2013. Se devono rifare la gara d’appalto, campa cavallo…

  • huge 2149
    20 set 2012 alle 12:47

    Che almeno provino a recuperare del tempo bandendo una gara che includa anche lo svincolo lato monte.

  • Metropolitano 3236
    20 set 2012 alle 13:27

    Sembra che questa Demoter abbia di proposito commesso una bancarotta fraudolenta per poi fuggire. Che schifo ! E ancora devono bandire la gara d’appalto…

  • Eco_84 84
    20 set 2012 alle 15:01

    Ma perchè in questa città anche un’opera semplicissima come uno svincolo autostradale deve diventare un calvario…
    Tempo fa avevo sentito parlare del “rating di impresa agli appalti” cioè dare gli appalti alle aziende virtuose non in odore di mafia,con i conti a posto e che non pagano il pizzo…
    Mi sa che questo provvedimento a Palermo non lo vedremo mai…

  • Fulippo1 1343
    20 set 2012 alle 15:07

    Nel merito non mi stupirei affatto se sia la cariboni o la demoter, avessero avuto degli agganci all’interno del comune.

    Mi pare assurdo che guarda caso i lavori siano iniziati (parlo del ponte Corleone) durante la campagna elettorale delle passate elezioni per il sindaco di Palermo, e per quanto riguarda il sottopasso della via perpignano, furono affissi cartelli che annunciavano l’inizio di una realizzazione di “una grande opera per Palermo”, ed addirittura fu cantierizzata anche un area (recentemente smantellata da un venditore abusivo di sdraio) in fretta e furia.

    Sarà una coincidenza, ma sono convinto non sia cosi’, dopo le elezioni l’azienda appaltatrice fallisce, ed i lavori vengono interrotti.

  • massimo 103
    21 set 2012 alle 8:32

    E’ interessante sapere che dal 2006 il presidente dell’Ance Messina è proprio il Geom. Carlo Borella che è il Direttore Generale della De.mo.ter. S.p.a.

  • Metropolitano 3236
    22 set 2012 alle 9:41

    … è già un miracolo che quei farabutti hanno completato la struttura del Leroy Merlin almeno ! Beh, comunque questo svincolo va completato; a le Katane Ipercoop a Gravina di Catania (CT) lo svincolo esiste e pure IKEA ha un proprio svincolo.

  • xemet 427
    22 set 2012 alle 15:47

    “e pure IKEA ha un proprio svincolo” e la citta’ ha un proprio IKEA…!! Quanto siamo indietro…

  • ct64 28
    22 set 2012 alle 20:48

    A questo punto aggiungerei anche Etnapolis perchè in quest’ultimo caso lo svincolo è stato costruito apposta per il CC, mentre negli altri due casi citati sono stati i CC ad essere stati costruiti dove già c’erano gli svincoli.

  • ct64 28
    23 set 2012 alle 13:34

    Io seguo con interesse tutto ciò che scrivete (qui e sul forum) a proposito di Palermo perchè penso che non sia importante chi è più avanti, ma come entrambi si possa “andare” avanti. Volenti o nolenti siamo sulla stessa barca. Non sono “buonista”, forse neanche buono. Voi di MP state facendo un grosso lavoro per la vostra città e non ho difficoltà a dire che non abbiamo un sito paragonabile qui a CT.


Lascia un Commento