09 ago 2012

In attesa del secondo sovrappasso pedonale


Oramai è pronto da un pò.

Ci passiamo sotto più volte al giorno e ci fermiamo medesime volte al semaforo. Il sovrappasso di Via N. Sauro, il secondo su viale Regione Siciliana, è pronto ad entrare in funzione e a sostituire, finalmente, il semaforo limitrofo che, a scanso di ulteriori colpi di scena, verrà spento.

Durante le ore serali viene illuminato, così come in foto, mentre sono state installate le porte che al momento impediscono l’ingresso a curiosi e vandali.

Non dovrebbe mancare niente, solo l’inaugurazione.

Vediamo se Amat riuscirà a darci un’informazione più esaustiva.

 


amatsovrappassi pedonali palermotram palermovia nazario sauro

19 commenti per “In attesa del secondo sovrappasso pedonale
  • ligeiro 248
    09 ago 2012 alle 14:07

    un ponte che fà un pò schifo… in europa ci sono passerelle di acciaio e vetro che costano “niente” e sono pronte in due mesi….
    qui siamo a più di 4 mesi dal completamento e ancora non si usa…
    ps: volete scommettere che il semaforo rimarrà??

  • phrantsvotsa 465
    09 ago 2012 alle 14:37

    @ligeiro
    Ora non è che dobbiamo essere sempre i nemici ra cuntittizza. A me questi sovrapassi piacciono..non sono per niente male..è vero che in Europa c’è di meglio…ma ho visto anche di peggio…ed in posti insospettabili!

  • bacillino80 87
    09 ago 2012 alle 21:51

    E’ uno schiaffo morale dover vedere ancora attivo il semaforo di via perpignano che ancora blocca il viale regione siciliana con il sovrappasso a 100 metri attivo e sapendo quano è costato alla collettività! Lo abbiamo pagato tutti questo sovrappasso!!! Ve ne rendete conto???

  • darios 28
    10 ago 2012 alle 5:40

    appena aperto questo secondo sovrapasso occorrera’, assolutamente, ripristinare i sottopassi esistenti ed elminare questi maledetti semafori pedonali che creano traffico e inquinamento a non finire!!!!….se cosi non fosse avrebbero, per l’ennesima volta, sperperato soldi nostri!!!!

  • ligeiro 248
    10 ago 2012 alle 9:10

    @phrantsvotsa:

    lo sò ma certe cose ti fanno incazzare!
    considera che per anni non sono stati realizzati perchè costavano troppo, ma che aspettiamo che c’è li regala uno sceicco?

  • loggico 374
    10 ago 2012 alle 10:08

    m secca pure discuterne.. anche oggi la coda.. segnaletica inesistente.. la strada piu trafficata d`italia.. ma anche la piu ignorata…

  • Argentina 41
    10 ago 2012 alle 11:12

    Ma almeno qualche Responsabile Preposto faccia sapere i motivi di questo stallo.
    Inoltre, con il ponte agibile e semaforo spento (si spera), saranno realizzati sbarramenti a raso per impedire attraversamenti sconsiderati ?

  • phrantsvotsa 465
    10 ago 2012 alle 12:58

    A proposito di sottopassi; una settimana fa ne ho preso uno (altezza vivai tasca), nonostatnte fosse stato in passato ristrutturato, adesso è ridotto una vera e propria discarica. La garitta è stata privata di tutto, il condizionatore (penso il primo a sparire), i pannelli elettrici e addirittura le prese…dappertutto immondizia e siringhe! E poi ancora una volta…che aspettano a chiudere il semaforo di via perpignano? Senza l’eliminazione del semaforo, il ponte è sottoutilizzato…mah misteri palermitani!

  • clavod 20
    10 ago 2012 alle 14:38

    Ma perche non lo chiediamo direttamente al sindaco Orlando?? Mobilita palermo potrebbe fare una segnalazione al comune?

  • Metropolitano 3236
    10 ago 2012 alle 15:28

    Arriveremo all’assurdo che il semaforo verrà tenuto acceso in assenza di ordinanze traffico per dare privilegi a chi non piace percorrerlo o non vuol prendere l’ascensore per attraversarlo.
    Nulla è impossibile in questa città.
    Se finiscono sotto una macchina o un tir nessuno deve soccorrerli; devono stare lì a terra in attesa che qualcuno gli faccia un bel funerale come quello di via Perpignano, e forse solo così spegneranno quei dannati semafori pedonali.
    Riguarda me io guido sempre prudentemente per avere il tempo di frenare se uno di questi pagliacci tenta di attraversare l’autostrada con il ponte proprio sopra le loro teste di c, ma se premono il bottone non mi fermo, nemmeno nella corsia d’emergenza. Procedo per il mio viaggio, oppure entro da uno svincolo più avanti. Solo nelle corsie laterali del viale Regione o in città in genere mi fermo ai semafori anche pedonali senza protestare.
    MEGLIO PER NOI E PER LORO CHE LO SPENGANO !!!

  • Metropolitano 3236
    10 ago 2012 alle 15:44

    Vogliate scusare il mio sfogo, MobPA, ma se ripenso alla stupidaggine di aver tenuto acceso il semaforo Perpignano dopo che hanno aperto il primo sovrappasso l’anno scorso mi sento offeso moralmente da Palermitano; ma anche se quì non ci sarò quando inaugureranno il secondo ponte, avrò sempre l’esigenza che spengano almeno un inutile semaforo pedonale per il bene comune. Correggo bacillino80 su fatto che in realtà è una distanza 300-350 metri dalla traversa di via Perpignano, ma è comunque una distanza ridicola se non insignificante come quello dei 25-30 metri del secondo ponte. Non sto affatto difendendo i lavativi ne i gephirofobi.

  • Metropolitano 3236
    12 ago 2012 alle 11:06

    No, i “pazzi” sono quelli che non rispettano i limiti di velocità, mentre io li rispetto sempre (anche per una questione di risparmio benzina) e non mi becco mai una multa per eccesso di velocità.
    E coloro che rischiano la propria vita mettendosi sul percorso delle auto che scorrono lungo l’autostrada (solo a Palermo succede), ma io non lo fare mai, preferisco passare dal ponte quando sono a piedi.
    Semaforo pedonale?No, grazie ! C’è il ponte.
    Approvi il sistema così com’è ? Scommetto che rischieresti la vita pur di risparmiare 300 metri di camminata necessari per raggiungere il ponte vicino come fanno i soliti panormosauri.
    Tanto per cominciare io ieri che ero andato a mangiare fuori ho circolato benissimo soprattutto al ritorno e non ho avuto bisogno di fermarmi a quei semafori finchè non sono uscito da quell’arteria. Se circolo lì posso rallentare e non ha senso che occupo la corsia d’emergenza per aggirare il tappo di quei pochi che si fermano per far passare un malcapitato che preme il bottone e ottiene il privilegio (secondo lui) di bloccare il traffico dell’unica e importante scorrimento veloce della città per poter passare, e alcunmi lo fanno anche con lo scooter. Accendo sempre gli abbaglianti quando viaggio così mi vedono a distanza e quando esco dagli svincoli per entrare nel tessuto urbano vero e proprio uso i soli anabbaglianti(nel mio caso esco svincolo Leonardo Da Vinci). Se vedo uno scooter pronto a tagliare la carreggiata me ne accorgo e suono subtio rallentando (senza fermarmi), perchè tanto io a quel demente non lo faccio passare, e non dovrebbe neanche farlo. Che vergogna !

  • mediomen 1137
    12 ago 2012 alle 12:15

    @Argentina quoto (Ma almeno qualche Responsabile Preposto faccia sapere i motivi di questo stallo.)
    Il problema è proprio questo, manca il Responsabile Preposto!

  • ivan306 54
    13 ago 2012 alle 13:38

    Perfettamente d’accordo con Metropolitano: è proprio quello che vorrei dire al sindaco che intanto pensa a rimuovere i dossi in via libertà: quella si che è una vera emergenza!
    Fa male l’indifferenza di un assessorato al traffico che si preoccupa troppo di limiti di velocità (inadeguati) e non si preoccupa per niente di decongestionare il traffico.
    Tanto la congestione del traffico non è un pericolo per la circolazione mentre camminare a 51 o 71 km/h è un grave pericolo!

    Felice di non essere più palermitano…

  • Metropolitano 3236
    14 ago 2012 alle 10:00

    @ivan306 Il problema non è il limite di velocità, almeno per me, perchè si può andare a 70, massimo 79 km/h senza prendersi una multa, ed è la velocità ottimale per viaggiare senza spendere una cifra di benzina o diesel o perfino metano (presente negli autogrill Bonagia Sud dir CT e Caracoli Nord dir TP a circa 1€ a litro). Ma è anche vero che nelle altre tangenziali quali Messina e Catania il limite è superiore a quello istituito in quella nostra. 80 a Messina, 100 a Catania.

    IL VERO PROBLEMA E’ L’INDIFFERENZA DEL COMUNE VERSO QUEI SEMAFORI PEDONALI CHE CREANO CODE, NOTEVOLI RALLENTAMENTI, E PERICOLI PER I PEDONI STESSI.
    L’arteria di scorrimento dev’essere tale lungo tutto il percorso, non che invece tra via Perpignano e piazza Giotto l’arteria viene ostruita dal primo che preme i bottoni semaforici per bloccare tutto il traffico ai suoi porci comodi.
    Se mi si chiede di camminare piano nei limiti va bene (min 60km/h -max 70 km/h), ma se mi si chiede di fermarsi al semaforo pedonale Perpignano e gli altri è assurdo, non potrei neanche farlo per non rischiare tamponamenti a catena se io frenassi di botto. Senza contare l’effetto “fisarmonica” provocato da queste ripetute fermate in serie.
    Ed è anche inutile che occupo la corsia d’emergenza inutilmente solo per fermarmi per far passare un pedone, che di norma dovrebbe avere il divieto assoluto di attraversare la tangenziale senza farlo dal ponte o da un sottopasso. Se lo dovessi fare devo esporre il triangolino di plastica rosso per forza, scendendo dalla macchina con il giubbotto catarinfrangente.

    Per questo io evito di fermarmi a quei semafori per non fare “il tappo” a chi mi sta dietro, anche se altri più avanti possono farmelo il tappo per istinto vedendo il rosso; non si potrebbe fare, ma siamo a Palermo e tutto quì purtroppo è lecito. Io scelgo di comportarmi come la gente che vive nelle altre grandi città. E opto per un cambio di residenza pure io fra non molto !

  • Metropolitano 3236
    07 set 2012 alle 9:20

    Ma per il secondo sovrappasso che cacchio aspettano per l’inaugurazione ? La benedizione solenne dal pontefice Benedetto XVI ? E’ una vergogna, e tutti questi soldi sprecati per un cavalcavia chiuso e tenuto lì solo per figura (almeno per il momento) è pure un sacrilegio !

  • INGEGNERE92 42
    25 gen 2013 alle 13:22

    Oggi 25 gennaio 2013 ho fatto un viaggio nel tempo rileggendo questa pagina ed i relativi commenti riflettendo sul fatto che le parole espresse sono come i versi di una poesia immortale…. sempre attuale.


Lascia un Commento