09 lug 2012

La “Pochezza” del medio commerciante palermitano


Sarò breve:
Davvero non se ne può più dei commercianti palermitani che a ogni minima proposta di pedonalizzazione o chiusura al traffico temporanea si oppongono strenuamente…Siamo l’unica città ad avere un centro storico nel quale passano le macchine e ad avere delle borgate marinare invivibili a causa del traffico…ma la cosa davvero assurda è che a delle proposte di europeizzazione/civilizzazione ad opporsi più che i lavoratori (che magari solitamente prendono le strade che si pensa di chiudere) siano i commercianti che sarebbero i primi a guadagnarci.

Quante volte camminando entriamo in negozi nei quali non ci fermeremmo mai lasciando la macchina in zona rimozione?? Quanto è bello fare una passeggiata per i negozi con le strade chiuse? Probabilmente gli stupidi (non tutti lo sono ma una larga maggioranza si) commercianti palermitani non lo capiscono e forse non è solo la crisi che li sta facendo fallire.

La storia della pedonalizzazione di Mondello ha dell’incredibile…davvero non capiscono che con la strada chiusa per tutta l’estate potrebbero aprire fino a mezzanotte anche i negozi(stile Cefalù) facendo buoni affari??
Chi è causa del suo mal pianga se stesso.


commercianticommercianti palermomondellopedonalizzazioni palermovenditeZone pedonali

26 commenti per “La “Pochezza” del medio commerciante palermitano

Comment navigation

  • Luca S. 129
    09 lug 2012 alle 13:25

    @thesearcher
    E io quoto in pieno te! Infatti, vivendo all’estero, dove tutto e’ pedonale in centro, e dove ci sono anche piu’ centri commerciali, gli affari in centro vanno alla grande!
    E confermo quello che scrivi: tantissimi amici miei, ormai abituati a piste ciclabili e centri pedonali, prima di andare in vacanza a Palermo, mi chiedevano se fosse possibile affittare bici. Delusione assoluta quando dicevo loro che non era possibile andare in bici a Palermo…(non per uno straniero!)
    E aggiungo che le aree pedonali sono una cosa che ormai CHIUNQUE si aspetta!
    Quello dei negozianti e’ PURO EGOISMO MISTO AD IGNORANZA ESTREMA!
    E riquoto thesearcher quando dice che e’ solo illecito interesse personale infatti quando si inneggia al cliente che posteggia sulle striscie, nelle discesine per disabili o nelle aree di sosta vietata!

    Ha ragione portacarbone, che in una frase dice tutto: Le pedonalizzazioni sono un buon termometro di civiltà di una città (da copiare e incollare sul sito del comune)

  • Temoteo85 24
    09 lug 2012 alle 13:29

    Più che altro, secondo me i Commercianti ancora non si convincono che l’unico modo di contrastare lo stragrande potere dei CC ( in questione soprattutto di comodità) è di fare queste benedette isole Pedonali, dove chi aveva scritto prima, io da potenziale cliente non devo stressarmi, e soprattutto posso avere quei 10 minuti di riposo(dopo aver “assicutato” la mia ragazza per negozi) , con un gelato o una granita. E preferirei prenderla anche senza aria condizionata, con attorno un contesto come il centro storico di Palermo, che stare chiuso in un CC. Ma finchè sarà così.. La vedo dura.

  • lorenzo80 582
    09 lug 2012 alle 15:02

    Evidentemente, al di la dei prezzi, la maggior parte dei palermitani preferisce farsi 10 km per andare al forum, posteggiare quasi senza problemi, entrare in un CC con aria condizionata e fare le sue spese, invece di immergersi nel pantano di un centro città imposteggiabile, caotico, rumoroso, fumoso e sporco. E in tutto questo i commercianti non capiscono che chiusura al traffico non significa che la gente non ci viene più, significa che andando a piedi e non avendo sto incubo di macchina da posteggiare, le persone entrerebbero più volentieri nei loro negozi e soprattutto ci resterebbero più a lungo, senza l’angoscia di aver lasciato l’auto in divieto di sosta/doppia fila per “un minutu”… Invece non lo capiscono. Poi quando falliscono piangono e chiedono aiuto allo Stato…

  • piero68 118
    09 lug 2012 alle 15:31

    Non saro’ breve.Giovanni mi sembra che abbia espresso delle posizioni assolutamente condivisibili, sia per cio’ che concerne i toni,da avvilito, comune a tutti noi palermitani che sognamo una citta’ migliore e siamo stanchi di sopportare certe situazioni,che per quanto riguarda i contenuti.Ma io mi chiedo:determinati personaggi, hanno provato a viaggiare in giro per il mondo?Hanno visitato i centri storici delle citta’?Hanno mai visto come si vive, ci si sposta e ci si organizza in tante citta’ non necessariamente metropoli? Recentemente ho visto una foto, che ritraeva il centro storico di una citta’ che non ricordo, dove passava il tram in una via neanche tanto grande, senza nessuna barriera tra i passanti che facevano shopping e altri che andavano in bicicletta.Non credevo ai miei occhi.Per un attimo ho chiuso gli occhi e provato ad immaginare il nostro splendido centro storico libero da macchine, attraversato solo dai mezzi pubblici, con piste ciclabili e posteggi sparsi lungo il perimetro, luoghi di ritrovo, panchine e arredo urbano;la Favorita svestire i panni di pista di formula 1 e diventare un vero parco al servizio dei cittadini;Mondello col lungomare pedonabile e le biciclette, abbagliare con i suoi splendidi colori.All’improvviso ho aperto gli occhi e mi sono chiesto:siamo sicuri che queste siano solo immagini e speranze scolpite nella mia mente e non la proiezione di un futuro possibile?

  • freepress 36
    09 lug 2012 alle 16:08

    Rimango colpito da alcuni commenti ma particolarmente da quello di Rosario.a

    Andiamo al nocciolo della questione: Cos’è un centro commerciale naturale?? Una trovata degli ultimi dieci anni?
    Non credo proprio.. Un tempo si andava in centro a fare compre. In un arco di tempo tra i 10 e i 20 secondi avevi parcheggiato l’auto nelle vicinanze ( se la possedevi)e ti ritrovavi nei luoghi più belli della nostra città: ampi marciapiedi, serenità, qualche motore, il tram che passava , molte carrozze, qualche macchina.
    Passeggiavi e avevi un centro commerciale naturale. Solo che non lo sapevi.. Oggi sai che parcheggiare l’auto trovando velocemente un parcheggio e passeggiare in spazi privi di auto e motori che ti sfrecciano vicini si chiama “centro commerciale”..
    Il successo dei centri commerciali? semplice, la gente non vuole stressarsi ore per cercare un parcheggio e arrivare al paradosso che si passa l’80% del tempo a cercare un posto e il 20% del tempo correndo per trovare qualcosa da indossare..

    Ora non comprendo perchè i “commercianti” di Mondello si oppongano alla pedonalizzazione dell’area. Immaginate quanto sarebbe bella la piazza di Mondello se non ci fossero auto parcheggiate.. Immaginate che seduti sulla panchina in piazza si vedrebbe il mare e non la station wagon del venditore di cianfrusaglie con tanto di baldacchino e lampada appesa e generatore diesel che vomita nafta nell’aria!!! Immaginate un’aiuola per ogni parcheggio di auto. Immaginate di passeggiare il sabato sera sul lungo mare senza respirare lo smog delle auto in coda bloccate nel traffico per fare il (folle) giro dalla piazza..
    Cosa vi porta a voi commercianti lo smog e le auto in coda che versano inquinamento? Economicamente nulla! Solo visibilità in cambio della congestione del traffico.
    Io parcheggio sempre prima del Charleston e mi faccio quella bellissima passeggiata.. certo adesso non si vede più mare perchè la vista è ostruita da quelle terribili cabine: pensate in soli 20 metri di spiaggia ci mettono anche le cabine. 1 Km di spiaggia quasi interamente occupato da cabine e proprietà privata.. Come fosse Rimini con litorali di 20 Km e 140 metri di larghezza di spiaggia con 20 metri di spiaggia pubblica alla battigia ..

    Volete sopravvivere alla crisi? La gente non è più disposta a camminare in auto.. preferisce spendere 3 euro per un gelato invece che due litri di benzina bruciati nel traffico per passeggiare in auto davanti la piazza..
    Pensate alla champagneria o i candelai o i chiavettieri quanta gente c’è… Mondello diventerebbe una piccola Rimini..
    Levate le auto e metteteci gente e vi faccio vedere se non guadagnate….. sempre che volete guadagnare.

  • MobilitaTrinacria 1
    29 ago 2012 alle 3:59

    Valli a capire i commercianti (sono abituati con il Palermitano che quasi entra l’auto all’interno della loro attività commerciale) che al sol sentire di pedonalizzazione insorgono all’unanime. Adesso con l’apertura di svariati centri commerciali (dove arrivi sfarzosamente in auto, parcheggi e ti godi le gallerie commerciali con aria refrigerata) sentiamo loro piangere miseria ed invocare la pedonalizzazione del centro storico. Adesso? Dopo anni di variazioni dei sensi di marcia, di cordoli, di corsie preferenziali e quant’altro possa infastidire il cittadine che intende girare per il centro città in auto, il popolo dei mercanti chieda la chiusura al traffico automobilistico nel centro storico. Bravi, no?


Lascia un Commento