06 lug 2012

MARCIA PER CAPOGALLO


Una marcia per dire no alla vergogna di Capogallo: riserva naturale a pagamento grazie a una sentenza che tutela speculatori privati che non rilasciano alcuna ricevuta. Partecipiamo numerosi, perché è il momento di porre fine a questa indegna appropriazione degli spazi pubblici. L’appuntamento è per domenica 8 luglio alle ore 10:00 in piazza Valdesi a Mondello (si prosegue a piedi verso la riserva). Confermate la vostra partecipazione all’evento su facebook LINK

Il comunicato:

Non rilasciano regolare ricevuta fiscale e non è più tollerabile questa situazione ridicola: CON LE NOSTRE TASSE PAGHIAMO LA RISERVA E CON LE NOSTRE TASCHE DOBBIAMO ANCHE PAGARE L’INGRESSO!?!?
NOI DICIAMO NO!!!!
Se anche TU vuoi fare qualcosa per la TUA CITTà allora vieni con NOI e riprendiamoci una delle coste più belle d’Italia.
FACCIAMO SENTIRE IL RUGGITO DI PALERMO!!!
Vieni in bicicletta o a piedi, vieni con la tua ragazza/o, padre/madre, e anche i suoceri (li puoi anche lasciare lì dopo la ma marcia)
NOI CI SIAMO ROTTI E TU???


marcia per capogallomobilita palermomonelloprotestariserva naturaleSegnalati

Articolo precedente

3 commenti per “MARCIA PER CAPOGALLO
  • dado25 68
    06 lug 2012 alle 15:05

    Basterebbe anche chiamare in molti e nello stesso giorno, la guardia di finanza per segnalare che incassano soldi ma non rilasciano alcuno scontrino fiscale, che di fatto è un atto totalmente illegale!
    Considerando i controlli a tappeto che stanno facendo in tutta Italia per scovare gli evasori furbetti, penso che un controllino glielo vanno a fare.

  • rosanero86 25
    06 lug 2012 alle 18:29

    attivare la guardia di finanza è il minimo.. cmq un contributo simbolico all’ingresso si potrebbe far pagare ai non residenti nel comune, giusto per garantire un minimo di autogestione, in molte città fanno così.

  • pepposki 310
    07 lug 2012 alle 4:53

    Io mi batterei affinché la finanza faccia un controllo….qui non si parla di poche decine di euro ma di centinaia di euro e forse migliaia al giorno regolarmente evase. Per quanto riguarda il contributo d’ingresso bisognerebbe studiare la giurisprudenza….questa strada è l’unico modo per accedere ad un tratto di costa, e la costa non è privata ma pubblica e dovrebbe essere garantito il diritto di tutti di poterci arrivare agevolmente. Quindi credo che da un punto di vista legale se qualcuno volesse transitare a piedi sulla strada per raggiungere la costa non dovrebbe pagare nulla, discorso leggermente diverso per auto e moto in quanto andrebbero poi ad occupare zone private come posteggio. In tal senso i proprietari, se strutturati come azienda di parcheggio, potrebbero chiedere una tariffa dietro rilascio di regolare ricevuta fiscale. Detto ciò credo che il transito a piedi e in bici dovrebbe essere gratuito, auto, moto e camper potrebbero essere soggetti ad una tariffa ma solo nel caso in cui i proprietari fossero strutturati come azienda.


Lascia un Commento

Ultimi commenti