27 giu 2012

Verso il decentramento di alcuni servizi alle circoscrizioni , ma quali?


Riportiamo un comunicato del comune di Palermo e in particolare dell’assessore Giusto Catania, inerente il conferimento di strumenti tali alle circoscrizioni per espletare servizi al cittadino:

La Giunta comunale di Palermo ha approvato una delibera per ildecentramento amministrativo che prevede il trasferimento di funzioni, competenze, risorse e strumenti alle circoscrizioni in modo da trasformarle in delle municipalità. Il piano è stato illustrato oggi in una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo delle Aquile dal sindaco, Leoluca Orlando, e dall’assessore al Decentramento, Giusto Catania.

“E’ un primo provvedimento dal quale emerge la concreta volontà di fa nascere delle municipalità a Palermo e di far avvicinare i cittadini alle istituzioni, eliminando sprechi e valorizzando risorse – ha spiegato il sindaco Orlando – i presidentidelle circoscrizioni diventeranno dei veri e propri ‘mini’ sindaci ed entro il 30 maggio del 2013 avranno strumenti, risorse umane e finanziarie che permetteranno loro di non essere semplici scatole vuote”.

“Prima che ciò avvenga – ha aggiunto l’assessore Giusto Catania – sarà avviata un’analisi delle necessità, delle criticità e delle possibili soluzioni, in modo da arrivare, nel più breve tempo possibile, al decentramento di tutti i servizi alle otto circoscrizioni”. L’assessore Catania ha spiegato che “finalmente si potrà dare piena attuazione all’articolo 29, utilizzando però un sistema diverso. In passato, infatti, è mancata una regia unica, una figura ad hoc che si occupasse di coordinare i vari settori, per questo motivo nomineremo un dirigente coordinatore e cominceremo dalla devoluzione delle funzioni nel settore della cultura e delle attività sportive. Abbiamo escluso in questo momento l’assistenza ai disabili per evitare eventuali disparità nell’erogazione delle prestazioni e per garantire a tutti i cittadini di Palermo gli stessi livelli assistenziali”.

“Il 16 luglio – ha concluso il sindaco Orlando -convocheremo una riunione di Giunta con tutti i presidenti di circoscrizione per discutere insieme dei miglioramenti del piano e della tempistica d’attuazione nelle diverse zone della città’”.

Leggendo così non si evincono quali saranno concretamente quei servizi citati nel comunicato. Si parla inizialmente del settore cultura e impianti sportivi.

Nell’attesa del piano dettagliato, vi domandiamo quali servizi demandereste alle circoscrizioni per snellire la macchina comunale?


circoscrizioni palermodecentramentogiusto cataniamunicipalità palermosindaco orlando

11 commenti per “Verso il decentramento di alcuni servizi alle circoscrizioni , ma quali?
  • Fabion54 48404
    27 giu 2012 alle 14:20

    Scusate la scarsa informazione, ma queste circoscrizioni allo stato attuale quali servizi offrono?
    Io ricordo solo che sono andato al municipio della mia circoscrizione per avere la carta d’identità e il rinnovo della stessa. Ma poi a cos’altro servono?

  • Portacarbone 70662
    27 giu 2012 alle 14:31

    Appunto Fabio.
    Se mai hanno avuto servizi da espletare oltre la carta d’identità, non sono noti a nessuno o quasi. Più in generale, la sfida sembra questa, ovvero renderli maggiormente utili.

    Ricordo che durante un consiglio della mia circoscrizione a cui ho assistito, si parlò dei sovrappassi pedonali in costruzione in viale Regione Siciliana e della potatura alberi che ritardava nella zona. Poi basta.

    Nel concreto credo si sia prodotta solo carta e gettoni per i consiglieri.

  • Fulippo1 1343
    27 giu 2012 alle 16:07

    Esattamente!Allo stato attuale il comune è un Istituzione astratta…

    Sta cominciando a muovere i primi passi verso la divisione ed il controllo più capillare del sistema comunale.

    Nel comunicato viene dato l’esempio, del mini sindaco di circoscrizione. Il municipio diventerà (a piano ultimato) un piccolo comune di circoscrizione che farà capo al comune centrale.
    Questo consentirà ovviamente un controllo capillare delle zone, ed un contatto maggiore delle istituzioni con il cittadino.

    Ho avuto modo di parlare con un presidente di circoscrizione, che mi ha descritto l’interesse reale al potenziamento di questo progetto, con delle riunioni di giunta e presidenti di circoscrizioni molto frequenti.

  • bevi38 33
    27 giu 2012 alle 19:18

    Poiche’ mi risulta che in alcuni consigli circoscrizionali si sono fatte riunioni tanto per prendere il gettone, prima di aggiungere competenze metterei ordine a questa cattiva abitudine, che e’ comune anche alle commissioni comunali.

  • ruggys 275
    28 giu 2012 alle 0:30

    salve ragazzi, scusate sono nuovo e avrei una domanda..se volessi fare una proposta e farla pubblicare che dovrei fare?? grazie in anticipo :)

  • blackmorpheus 54519
    28 giu 2012 alle 5:54

    @ruggys

    anzitutto benvenuto! per quanto riguarda la tua proposta, in alto a destra nella home page trovi il banner “scrivi il tuo articolo”. Cliccaci sopra, compila il form e invia. A seguito del vaglio dello staff di Mobilita Palermo, verrà pubblicato

  • salvuccio 0
    28 giu 2012 alle 8:03

    Finalmente un cosa buona speriamo che il Sindaco Orlando incomincia fare qualcosa da Sindaco dei palermitani e non pensare solo a immigrati e rom
    Cmq le Municipalita’ sono ottime in altre citta’ come Napoli riescono ad avere quel contatto con il territorio che si perde nelle grandi citta’ del sud specie se male amministrate,speriamo che al piu’presto specie nel centro storico allo zen a villaggio santa rosalia possono andare in funziona

  • ruggys 275
    28 giu 2012 alle 12:23

    grazie blackmorpheus, spero solo che possa interessarvi, anche se è una proposta strettamente utile solo al mio “rione” diciamo, pero io ci provo ;)

  • huge 2138
    28 giu 2012 alle 14:23

    Secondo me ogni circoscrizione dovrebbe avere pieni poteri e gestione su tutti i servizi dell’area di competenza: raccolta rifiuti, pulizia strade, manutenzione strade e illuminazione pubblica, gestione delle aree verdi, fornitura dei servizi sociali (asili, assistenza agli anziani, centri d’aggregazione). Un vero e proprio comune nel comune.
    L’amministrazione comunale dovrebbe restare come organo di coordinamento tra le varie circoscrizioni e di monitoraggio affinché i servizi offerti mantengano gli standard di qualità necessari.
    Si occuperebbe inoltre di bilanciare le situazioni di disequilibrio tra diverse circoscrizioni, che a seconda della realtà sociale, possono presentare problematiche estremamente differenti.

  • Calò 80
    28 giu 2012 alle 16:13

    Io invece ho molti dubbi. Le circoscrizioni per quanto mi riguarda dovrebbero soltanto occuparsi di fornire documenti in modo che non venga accentrato tutto in un solo ufficio. Dovrebbero essere soltanto degli uffici dislocati sul territorio. Tutto qui. Pensare che possano svolgere il ruolo del comune mi sembra un buon pretesto per aumentare i costi e per creare qualche poltroncina in più.


Lascia un Commento