01 giu 2012

Sicilia Queer Filmfest 2012

La parola queer sul dizionario inglese-italiano risulta significare “strano”, “inusuale”. Il termine ha però acquisito una valenza molto più ‘politica’, a indicare coloro le cui inclinazioni sessuali si allontanano dall’eterosessualità considerata come discutibile norma. Queer indica dunque il variegato mondo LGBT, ma, più in generale, tutto ciò che viene considerato minoranza, sguardo eccentrico. Uno sguardo di cui si fa carico per la seconda volta il Sicilia Queer Filmfest, che si apre presso il cinema “Rouge et noir” nel pomeriggio di venerdì 1 giugno con un omaggio al critico francese Serge Daney (morto di AIDS nel 1992).

La vera e propria inaugurazione avverrà tuttavia ufficialmente in serata, con la partecipazione della madrina Vladimir Luxuria. Durante i sette giorni di festival i film proiettati saranno quasi una sessantina, tra lungometraggi, corti e documentari. Alcuni in prima nazionale e internazionale, nell’obiettivo di offrire una diversità di linguaggi, visioni, codici (Queer Code è infatti il titolo di questa seconda edizione del festival). Oltre al cinema, troveranno spazio anche l’arte figurativa (con esposizioni parallele alla rassegna), le tavole rotonde e le presentazioni di libri.

Nella foto un momento della conferenza stampa di oggi,  che si è svolta presso la casa museo Stanze al Genio.

Per informazioni, consultare il sito web (http://www.siciliaqueerfilmfest.it/2012/it/ ) o la pagina Facebook (https://www.facebook.com/siciliaqueerfilmfest ).


queer festival 2012sicilia queer filmfest

2 commenti per “Sicilia Queer Filmfest 2012
  • andreamondello 14
    28 mag 2012 alle 16:56

    bravi, civiltà non è solo urbanistica, è anche rispetto delle diversità. e il pride 2012 è alle porte, ma so che non lo dimenticherete ;)

  • Athon 446
    28 mag 2012 alle 17:11

    Simili iniziative qualche decennio fa erano appannaggio esclusivo di Catania, così come, più in generale, la movida catanese era quella notoriamente più vivace. Per fortuna col tempo il Capoluogo si è svegliato.


Lascia un Commento